HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

La Giovane Italia
Serie A

Allegri, addio giusto? 5 pareri a TMW. Caliendo: "Poteva battere il Trap"

17.05.2019 19:15 di Lorenzo Marucci   articolo letto 9902 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La notizia del giorno è il divorzio tra la Juventus e Allegri. E' stato giusto l'addio? Lo abbiamo chiesto ad una giuria di cinque esperti tra procuratori ed calciatori bianconeri. Ecco le loro risposte:

Antonio Caliendo (agente): "Sono sorpreso e un po' dispiaciuto perché non potrà battere il record di Trapattoni che rimase dieci anni alla Juve. Non me lo aspettavo ma lo sospettavo. Agnelli evidentemente ha fatto la sua analisi e ha capito che si era arrivati ad un punto che non rispecchiava più le sue idee".

Marco De Marchi (agente ed ex juventino): "Il percorso di Allegri con la Juve è stato eccezionale al di là della Champions. Ha vinto tanto e dopo molti anni forse il rapporto può arrivare ad un termine o per mancanza di stimoli o proprio perché il percorso è finito. Credo che le parti abbiano convenuto che non c'erano più le condizioni per andare avanti".

Roberto Galia (ex juventino): "Quando arrivi ad un anno dalla scadenza del contratto diventa fondamentale il progetto e se non c'è un accordo su questo è dura andare avanti. In ogni caso credo che dopo cinque anni in cui hai vinto tanto ci possa stare una separazione".

Michele Paramatti (ex juventino): "Le parti hanno ritenuto chiuso un ciclo vincente. E' terminato un grande periodo e ora alla Juve vogliono trovare un altro allenatore per vincere".

Franco Zavaglia (agente): "A mio parere si poteva andare avanti per un altro anno. Però evidentemente Allegri e Agnelli avranno valutato che non esistevano più le condizioni".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Lichtenstein-Italia, formazioni ufficiali: dentro Zaniolo, Verratti capitano Tante le novità di formazione per Roberto Mancini nella sfida che l'Italia giocherà fra un'ora, a Vaduz, contro il Liechtenstein. In porta Sirigu, Romagnoli e Mancini al centro della difesa, Di Lorenzo e Biraghi sulle fasce. Verratti vestirà la fascia di capitano, con il duo romanista...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510