HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Pallone d'Oro, qual è l'esclusione più sorprendente?
  Gareth Bale
  Edinson Cavanti
  Angel Di Maria
  Harry Kane
  Neymar
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sergio Ramos
  Luis Suarez
  Hakim Ziyech

La Giovane Italia
Serie A

Da Alex Sandro a Dybala: gli uomini al centro della rivoluzione Juve

17.04.2019 13:26 di Simone Bernabei  Twitter:    articolo letto 19309 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

"A fine stagione ci riuniremo per ripartire". Parole firmate Andrea Agnelli che avevano come destinatario Massimiliano Allegri, fresco di eliminazione dalla Champions ma pure di conferma per via presidenziale. E proprio quel "ripartire" nasconde tanti e diversi significati che inevitabilmente riguarderanno anche la rosa. Perché il prossimo anno, il secondo di CR7 a Torino, inizierà ancora una volta con la Champions League come obiettivo prioritario. Ancor di più dopo la bruciante eliminazione di quest'anno. E per riprovarci, la Juve, dovrà analizzare pregi, difetti e lacune della rosa.
Procediamo per reparti: se la porta non sembra destare preoccupazioni, con Szczesny che si è dimostrato solido e affidabile e Perin validissima alternativa, in difesa potrebbe esserci qualche cambiamento. Soprattutto riguardante la fascia sinistra: i continui rumors riguardanti Alex Sandro, infatti, potrebbero concretizzarsi (molto dipenderà dall'entità delle eventuali offerte) e forse è anche giusto così. Perché questa stagione l'esterno brasiliano è sembrato un lontanissimo parente del giocatore devastante ammirato due stagioni fa e un cambio potrebbe giovare a tutti. Al giocatore, ma soprattutto alla Juventus (che per il ruolo continua a seguire, oltre a Marcelo, anche Grimaldo). Da valutare sarà però anche la posizione di Daniele Rugani: ieri contro l'Ajax non è certamente stato impeccabile e in estate arriverà quasi sicuramente un centrale di alto profilo.
A centrocampo la principale incognita è Sami Khedira: ad Allegri il tedesco è sempre piaciuto, ma questa ultima stagione vissuta ai margini impone di riconsiderare la sua posizione all'interno della squadra.
I dubbi maggiori, e quindi i possibili cambiamenti, riguardano però soprattutto l'attacco. Con un nome cerchiato in rosso, ovvero Paulo Dybala. La Joya ha mercato, ci mancherebbe, e potrebbe fruttare una corposa e succulenta plusvalenza. Ma prima ancora dell'aspetto economico la Juve peserà con tutte le attenzioni del caso quello tecnico: il prossimo anno l'argentino avrà un posto preciso nello scacchiere di Allegri? Oppure sarà ancora condannato all'assenza di protagonismo all'ombra di CR7? E se così dovesse essere, meglio monetizzare subito o sperare in un rilancio dopo una stagione con pochi alti e troppo bassi? Domande lecite che nei prossimi mesi dovranno avere una risposta. Per lui come per Douglas Costa: il brasiliano quest'anno ha fatto parlare di se per comportamenti non sempre edificanti, qualche infortunio di troppo e solo una manciata di presenze degne di essere ricordate. Vero che dopo un anno del genere si può solo migliorare, ma ad oggi il futuro a Torino non è assolutamente scontato.
Chiusura con Mario Mandzukic: il croato ha rinnovato nei mesi scorsi e per Allegri è un insostituibile. Ma alle sue spalle c'è il nuovo che avanza, Moise Kean. Che sta trattando il rinnovo, ma che per firmare chiederà lumi anche sulla sua posizione nella squadra del prossimo anno.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

UFFICIALE: Genoa, Thiago Motta è il nuovo allenatore rossoblù Il Genoa Cricket and Football Club comunica di aver affidato la conduzione tecnica della prima squadra a Thiago Motta, ex giocatore rossoblù nella stagione 2008/09 e reduce dai trascorsi nel Paris Saint Germain. Motta ha diretto la ripresa odierna degli allenamenti al Centro Sportivo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510