Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 2 dicembre

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 2 dicembre
© foto di PHOTOVIEWS
giovedì 03 dicembre 2020 01:00Serie A
di Andrea Piras
Il punto su tutte le news di calciomercato della giornata appena andata agli archivi. Tra indiscrezioni, trattative e retroscena ecco le notizie più importanti.

MILAN, IN CORSO LA TRATTATIVA PER IL RINNOVO DI KESSIE', THAUVIN PUO' ARRIVARE IN ESTATE, A GENNAIO PUO' ARRIVARE UN DIFENSORE. INTER, SKRINIAR IN BILICO. JUVENTUS, IL TOTTENHAM VUOLE KHEDIRA. ROMA, PAU LOPEZ VERRA' CEDUTO, SI PENSA A SILVESTRI. NAPOLI, PER IL RINNOVO INSIGNE VUOLE UN ROBUSTO AUMENTO, SIRENE SU DIAKITE'. FIORENTINA, PIATEK LA PRIORITA' PER GENNAIO. BENEVENTO E SASSUOLO SU BRAYAN RIASCOS.

In casa Milan si continua a parlare dei rinnovi di contratto di Gigio Donnarumma, Hakan Calhanoglu e Zlatan Ibrahimovic, i cui contratti scadranno il prossimo 30 giugno. Come si legge sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, da qualche giorno è iniziata anche la trattativa per il rinnovo di contratto di Frank Kessie, in scadenza con il Milan nel 2022.

Durante il mercato di gennaio il Milan si concentrerà esclusivamente sulla difesa, ma in estate la musica cambierà. Secondo quanto riportato da Tuttosport rimane alto l'interesse per Florien Thauvin del Marsiglia. Il giocatore potrebbe arrivare a parametro zero qualora venga raggiunta l'intesa per un ingaggio da 3,5 milioni a stagione.

Tra poche settimane si riaprirà il mercato invernale e i dirigenti del Milan stanno sondando vari nomi per rafforzare la difesa di Pioli. Secondo quanto riportato da Tuttosport i nomi di Kabak e Simakan rimangono in cima alla lista di Maldini e Massara. Il turco dello Schalke 04 resta il preferito della dirigenza, ma sono vivi anche i contatti con l'agente di Simakan.

Il Tottenham continua a tenere d'occhio Milan Skriniar. Il difensore dell'Inter continua a piacere agli Spurs, che erano già stati vicini a ingaggiarlo in estate, ma alla fine ripiegarono su Joe Rodon dello Swansea a causa delle eccessive richieste dei nerazzurri. Secondo Football Insider, il nazionale slovacco è un pallino di José Mourinho, che vorrebbe provare a portarlo a Londra nella finestra di gennaio. L'Inter sembrava disposta a cederlo ma il Tottenham è riuscito ad accontentare le richieste del club italiano, che chiedeva una cifra superiore ai 45 milioni. Una cessione di Davinson Sanchez potrebbe riaprire la trattativa e aprire nuovi scenari.

Fuori dal progetto Juventus e con un contratto in scadenza a giugno, il centrocampista tedesco Sami Khedira quasi certamente lascerà il club bianconero già a gennaio. Per settimane le due parti hanno provato a trovare l'accordo per la rescissione, senza però arrivare a una fumata bianca. La Juventus è pronta a liberarlo gratis ma deve trovare l'accordo col giocatore, che chiede un conguaglio per firmare la risoluzione dell'accordo
Per 'Sky Deutschland', le offerte per ingaggiare Khedira a parametro zero non mancano: il Tottenham è il club maggiormente interessato, ma in Premier ci sono anche Manchester United, West Ham ed Everton. In Bundesliga, infine, occhio al Lipsia.

Secondo quanto riportato da Il Tempo, la Roma in vista della prossima stagione ha intenzione di cambiare il titolare per la porta. Pau Lopez difficilmente verrà confermato, mentre Mirante viaggerà verso i 38 anni. Ecco perché i giallorossi stanno seguendo il portiere dell'Hellas Verona Marco Silvestri, giocatore che si sta mettendo in mostra con i gialloblu e che ha il contratto in scadenza nel 2022.

Lorenzo Insigne è pronto a rinnovare con il Napoli e legarsi a vita al club della sua città. Come si legge sulle pagine de La Gazzetta dello Sport entro la fine di questa stagione le parti dovranno ritrovarsi per concordare una nuova intesa. Al momento, Insigne percepisce un ingaggio di 4,5 milioni di euro a stagione, uno stipendio da top player, ma potrebbe non bastare per prolungare l’accordo. L’impressione è che l'agente del giocatore chiederà un robusto aumento, fino ad un milione in più all’anno. La discussione, comunque, dovrebbe filare via tranquilla: l’intenzione di Insigne è quella di chiudere la carriera con la maglietta azzurra.

Non sono passate inosservate agli occhi dei club di Serie A le prestazioni del giovane terzino del Teramo Salim Diakite. Secondo quanto riferito d Tuttoc.com il francese classe 2000, che ha collezionato 13 presenze fra Serie C e Coppa, sarebbe infatti finito nel mirino del Napoli che lo sta monitorando da vicino in maniera costante. Il club partenopeo potrebbe così bloccarlo in ottica di un trasferimento futuro alla corte di Gattuso.

Il mercato invernale è alle porte e in casa Fiorentina la questione attaccanti sarà al centro del tavolo dei dirigenti viola. Come si legge sulle pagine del QS-La Nazione, il nome da seguire con maggiore attenzione è quello di Piatek, centravanti dell’Hertha Berlino che la Fiorentina ha inseguito anche in estate. Prandelli e Pradè sono in pressing, con il club tedesco che non sembra più irremovibile rispetto ai mesi scorsi. Piatek potrebbe arrivare a Firenze in prestito con riscatto obbligatorio a giugno: prezzo totale 18 milioni.

Gli occhi della Serie A sul campionato portoghese. Segnatamente sul Nacional, dove gioca Brayan Riascos, attaccante classe 94. Otto partite, tre gol e buone prestazioni. Il Benevento prende appunti e ci pensa, può essere il prossimo rinforzo. E sullo sfondo il Sassuolo. Brayan Riascos il nome nuovo per la Serie A...

REAL MADRID, ECCO PERCHE' ZIDANE E' A RISCHIO, C'E' ANCHE RAUL SULLA LISTA COME SUCCESSORE. LIVERPOOL, SFIDA AL BARCELLONA PER LO SVINCOLATO GARAY. SALISBURGO, SZOBOSZLAI AI SALUTI: OLTRE AL MILAN CI SONO ANCHE ARSENAL, ATLETICO E LIPSIA. GERMANIA, RETROSCENA SULLA CONFERMA DI LOW.

Da ieri sera Zinedine Zidane è sulla graticola causa di una sconfitta contro lo Shakhtar Donetsk che mette a serio rischio il passaggio del turno in Champions League. Sulle pagine di AS si spiegano i motivi per cui il Real Madrid sta valutando l’esonero del tecnico francese. Innanzitutto gli scarsi risultati con la squadra che in questo avvio del campionato ha vinto appena sette gare a fronte di cinque sconfitte e tre pareggi. Si tratta del 46,6% del totale delle gare giocate, numeri che hanno non solo messo a rischio il cammino in Champions, ma anche fatto scivolare i Blancos al quarto posto in classifica. A questo si sommano i problemi in attacco e difesa con la squadra di Zidane che viaggia alla media di 1,66 gol a partita, ma ne subisce 1,4 a partita. C’è poi il problema della gestione delle risorse: oltre ad alcuni infortuni importanti come quelli di Hazard e Ramos, molti giocatori non hanno ancora trovato la forma psicofisica ideale. Il caso più eclatante, secondo il quotidiano spagnolo, è quello di Asensio che nonostante abbia giocato nove gare su 13 non ha ancora contribuito in alcun modo alle sorti del Real Madrid facendo segnare lo zero sia nella casella assist sia in quella gol. Inoltre due degli acquisti più costosi delle ultime sessioni di mercato – Militao (50 milioni) e Jovic (60 milioni) – non stanno dimostrando il proprio valore sotto la gestione Zidane. Nella serata di ieri infine ha lasciato molti dubbi la gestione dei cambi del francese che ha atteso il 77° per far entrare in campo Isco, Mariano Diaz e Vinicius, senza poi ricorrere alle altre due sostituzioni a sua disposizione.

Non c’è solo Pochettino fra i possibili sostituti di Zidane sulla panchina del Real Madrid. Secondo Marca il club starebbe pensando anche alla soluzione interna con la promozione della bandiera Raul dalla seconda squadra, il Castilla. Una soluzione che però potrebbe essere solo l’ultima spiaggia poiché la società, pur considerando l’ex numero 7 il futuro allenatore della squadra, non vorrebbe affrettare troppo il suo approdo sulla panchina per evitare di bruciarlo.

Non c’è solo il Barcellona sulle tracce dello svincolato Ezequiel Garay. L’esperto centrale difensivo infatti sarebbe finito anche nel mirino del Liverpool che si trova alle prese con la sostituzione di Van Dijk. Secondo il Daily Express i Reds avrebbero preso contatti con il classe ‘86 e sarebbero pronti a sfidare i catalani.

È uno dei migliori talenti del calcio europeo e mondiale e ormai sembra chiaro che Dominik Szoboszlai non resterà al Salisburgo. Il fantasista ungherese, come fece Haaland un anno fa, cambierà maglia nella finestra invernale di mercato: come avrebbe confidato ad alcuni compagni di squadra, si sente pronto per una nuova avventura. Secondo Eurosport, Milan, Arsenal, Tottenham e Atletico Madrid sarebbero pronti ad accoglierlo a braccia aperte, ma la favorita resta il Lipsia, che con il club austriaco ha un canale preferenziale.

In Germania si continua a parlare del futuro di Joachim Löw. Il quotidiano Bild ha pubblicato alcuni interessanti retroscena sui vertice che si è svolto ieri presso la sede della Federcalcio (DFB) a Francoforte, dopo la catastrofica sconfitta per 6-0 subita contro la Spagna. Il CT è stato confermato alla guida della Nazionale fino al 2022 ma il presidente federale, Fritz Keller, voleva convincerlo a dare le dimissioni anticipate dopo l'Europeo Keller avrebbe proposto all'allenatore la possibilità di continuare solo in caso di raggiungimento dell'obiettivo minimo (la semfiinale). Naturalmente, Löw avrebbe rifiutato categoricamente di accettare le condizioni di Keller e si sarebbe arrabbiato per un'offerta che considera un'offesa nei confronti del suo lavoro. I toni si sarebbero accesi e il tecnico avrebbe chiesto il supporto della dirigenza, ricordando i successi ottenuti durante i 14 anni del suo mandato. Löw ha sottolineato anche la fiducia che nutre verso i suoi giocatori, una fiducia ricambiata e che fa ben sperare per il futuro. Poi ha stilato una sorta di tabella di marcia, con cui intende riportare la Germania ai vertici del calcio mondiale.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000