HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Qual è il vostro miglior acquisto dopo il primo trimestre?
  Muriel (Atalanta)
  Nainggolan (Cagliari)
  Ribery (Fiorentina)
  Lukaku (Inter)
  De Ligt (Juventus)
  Hernandez (Milan)
  Kulusevski (Parma)
  Lozano (Napoli)
  Smalling (Roma)
  Caputo (Sassuolo)

La Giovane Italia
Serie A

Inter, Lautaro è un assegno circolare. Ma il futuro resta nerazzurro

03.12.2019 14:00 di Tommaso Bonan   articolo letto 7533 volte
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport

Il fantasma di Icardi e dei suoi 124 gol con l’Inter, ora fa meno paura. Lautaro Martinez e Lukaku lo hanno scacciato a suon di reti in questo inizio di stagione per loro da incorniciare: 24 centri totali, con l’argentino già a 13 (10 nei 30’ iniziali delle gare) e il belga a 11 (9 in trasferta). Numeri che certificano il momento felice dei due bomber, decisi a non fermarsi proprio adesso che il calendario mette Handanovic e compagni di fronte a Roma, Barcellona e Fiorentina in 10 giorni.

Assegno circolare - In particolare - sottolinea il Corriere dello Sport - Lautaro si è conquistato la notorietà da inizio autunno. Il Toro faceva già parte della Seleccion, ma a livello realizzativo non volava. Dal 2 ottobre, invece, qualcosa è cambiato. Negli ultimi 2 mesi l’Inter ha disputato 12 incontri ufficiali tra Serie A (8) e Champions (4) e Martinez, sempre presente, ha realizzato 12 reti con 3 doppiette. Il ragazzo di Bahia Blanca a 22 anni è un assegno circolare da 111 milioni per l’Inter che su di lui vuole costruire il futuro. Per farlo però dovrà togliere la clausola rescissoria e respingere così l’assalto del Barça che ormai lo ha eletto a erede numero uno del Pistolero Suarez. L’ad Marotta, intanto, ieri ha confermato che non è in programma un rinnovo a breve per l’argentino: "Non bisogna necessariamente rinunciare ai propri asset.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Lecce-Genoa 2-2. Il Grifo si illude, viene rimontato e rischia in 9 contro 11 Il Lecce non vince in casa in Serie A da aprile 2012, il Genoa è a digiuno di successi in trasferta da gennaio. Il pareggio era di conseguenza il risultato più prevedibile e così è stato. Ma è il modo in cui è arrivato che ha reso la partita bellissima. Finisce con un 2-2 pieno di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510