HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Serie A

LIVE TMW - Muriel: "Ho sempre avuto in mente di venire alla Fiorentina"

11.01.2019 12:06 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 4386 volte

Giornata di presentazione in casa Fiorentina, con l'ultimo arrivato, Luis Muriel, che ha parlato in conferenza stampa dopo aver già esordito con la maglia viola nel triangolare a Malta contro Gzira e Hibernians siglando una tripletta in 45'. Queste le parole del neo attaccante gigliato:

Perché ha scelto la Fiorentina e non il Milan?
"Prima di tutto grazie a tutti. Poi, avevo dato la mia parola nei primi giorni di dicembre alla Fiorentina, con la società che ha fatto un lavoro duro e un grande sforzo per prendermi. Poi è arrivato il Milan ma la mia idea non è cambiata.Ho avuto sempre in testa di venire qui, avevo parlato con il Direttore e con il mister che mi hanno trasmesso carica e voglia, quello di cui avevo bisogno".

Qual è stato il miglior Muriel in carriera?
"L'ultimo anno alla Samp e il primo a Udine, quando giocavo dietro a una punta come Di Natale o Quagliarella. Quelli sono stati i momenti migliori".

Cosa rappresenta per lei la tappa di Firenze?
"Tanto. Sono in un momento importante della mia carriera. Adesso sono più maturo ed essere qui rappresenta tanto per me. Posso dare e ricevere molto e voglio dare il meglio di me qui".

Le parole sul suo fisico?
"Tutti si sono resi conto di come sono nei primi giorni di allenamento. Le voci girano quando le cose non vanno bene, io cerco sempre di essere al meglio e negli ultimi anni sono cresciuto tantissimo anche nei comportamenti. Da giovane ho sbagliato tanto ma adesso ho acquisito una maturità per rendere le voci parte solo del passato".

Il suo obiettivo è quello di essere riscattato?
"Penso solo a fare bene, se lo farò il riscatto sarà una conseguenza. Devo lavorare e mettermi a disposizione del mister e della squadra".

Si sente pronto per giocare domenica?
"Sì, sono pronto e mi sono allenato bene. Sono arrivato in forma e voglio dare il mio contributo alla squadra".

Preferirebbe giocare con Simeone?
"Qualsiasi ruolo d'attacco mi va bene, come ho detto prima, giocando con un altro attaccante posso fruttare al meglio le mie qualità. La decisione finale è del mister, mi metterò a disposizione per fare sempre bene. La posizione la deciderà l'allenatore".

Ha un sogno per la sua carriera?
"In questo momento l'obiettivo principale è rimanere in una squadra come questa per tanti anni. Sono arrivato in un club con grande storia, in una piazza bella e in una città bellissima. Spero di rimanere a lungo qui".

C'è un numero di gol che si è prefissato?
"Non mi piace parlare di numero, sono cose che si possono poi ritorcere contro di te. Mi piace fare gol e cercherò di farne il più possibile. Voglio dare il massimo per la squadra".

Come si è trovato nei primi giorni?
"Sono stato accolto benissimo, qui ho trovato un grande gruppo e tutti mi hanno fatto sentire parte di questo come se fossi qui da tanti anni. Questo mi ha reso molto felice. Ho parlato molto con gli argentini, anche per questioni di lingua. Con quasi tutti ho trovato subito il giusto feeling".

Ha parlato con Cuadrado prima di venire a Firenze?
"Sì e le sue parole sono state importanti. Mi ha chiamato e mi ha parlato bene della città e della società. Mi ha consigliato di venire qui e spero che abbia ragione".

Come vive il paragone con Ronaldo?
"Sono cose che fanno piacere. Vuol dire che ho fatto bene e sono orgoglioso di essere paragonato a lui, vuol dire tanto. Devo fare il mio percorso e magari poter arrivare a quei livelli lì".

Che gara sarà contro il Torino?
"Parliamo di una delle squadre più aggressive e forti del campionato. Lasciano pochi spazi e sicuramente di portano a fare il massimo per poter vincere. In questi giorni li abbiamo studiati, non essendo in Italia non li conoscevo molto, soprattutto dal punto di vista tattico. Questi due o tre giorni mi serviranno molto".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Rassegna stampa

Primo piano

...con D’Anna “Higuain al Chelsea e Piatek al Milan? Sono due giocatori di altissimo livello. Personalmente avrei preferito tenere Higuain per quello che ha dimostrato. Piatek ha avuto un exploit incredibile ma è ancora da verificare perché al Milan pressioni e obiettivi sono diversi”. Così a TuttoMercatoWeb...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->