HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Serie A

Milan, Gattuso: "Donnarumma non è più un ragazzino, tra i top al mondo"

10.02.2019 23:22 di Giacomo Iacobellis  Twitter:    articolo letto 3592 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

L'allenatore del Milan Gennaro Gattuso ha analizzato così il 3-0 contro il Cagliari a Milan Tv: “Bisogna continuare a lavorare. Oggi il merito è di tutta la squadra. Potevamo fare meglio nel primo tempo su Srna perché i suoi cross ci hanno messo in difficoltà. È merito della squadra, il mettersi a disposizione e sacrificarsi. C’è una nostra crescita. Il grande portiere si vede anche quando non arrivano tiri in porta e poi ti fa una parata. Donnarumma riesce a fare la differenza anche quelle poche volte che viene chiamato in causa. Si sta dimostrando uno tra i migliori portieri al mondo”

Su Donnarumma: “Ieri ho detto che Magni ha il merito per quello che ha fatto, quest’anno abbiamo cambiato con Fiori che ho voluto io. La fortuna è di avere trovato un portiere come Reina che non pensa solo al suo orticello ma ha messo a disposizione la sua carriera per Donnarumma. È cambiato il rapporto, non è più un ragazzino, è grande. C’è un rapporto di grande stima, non gli si dice solo 'bravo' ma anche quando ha sbagliato".

Sugli spostamenti: “Bisogna muoversi, attaccare la linea di passaggio. Per la qualità che abbiamo possiamo farlo, cercare gli spazi giusti. Nelle ultime cinque partite, stiamo tornando a fare il calcio che ci piaceva all’inizio. Dopo il 3-0 abbiamo smesso di rischiare. Mi piace molto ma ci stiamo lavorando. Vediamo se possiamo fare ancora qualcosa perché ne abbiamo bisogno”

Su Musacchio e Calabria: "Davide è un ragazzo che ci mette grande passione, è cresciuto anche a livello mentale. Sono curioso anche per Conti che se lo merita. È importante. Musacchio ho sempre detto che dà grande affidabilità, anche quando non giocava mi dispiaceva. È un giocatore molto tecnico, sa giocare bene a calcio. Anche a lui piace lanciare ogni tanto ma va bene così. Sono molto contento”.

Su Calhanoglu: “È un fesso perché poteva fare gol e levarsi questo peso che ha addosso. Però finalmente l’ho visto tirare due o tre mine anche se può tirare più forte. Hakan a livello qualitativo, e questo lo dico sempre, può dare molto di più. Ma è un giocatore che si sacrifica tanto. Per il giocatore che è, e la gente se lo ricorda bene, può fare di più ma noi ce lo teniamo stretto, come tutti i calciatori. Io non butto a mare nessuno, sono tutti importanti”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Torino, l'incrocio col Milan e il rilancio di Belotti La vittoria contro il Genoa ha rilanciato in maniera imponente le chances di qualificazioni europee del Torino di Walter Mazzarri. Il prossimo incrocio di campionato tra Milano e Torino, propone peraltro, oltre al Derby d’Italia, anche la sfida tra i ragazzi di Walter Mazzarri e quelli...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510