HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Politano verso il Napoli, è l'acquisto giusto?
  Sì, dà un'alternativa all'irriconoscibile Callejon dell'ultimo periodo
  No, al Napoli sarebbe servito un giocatore diverso
  No, il campionato azzurro è compromesso, a prescindere dagli arrivi

La Giovane Italia
Serie A

Si chiama Simone Inzaghi, sembra il miglior Mauricio Pochettino

09.12.2019 14:00 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 4767 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Una vittoria della Lazio, più che una sconfitta della Juventus. Sembra un concetto banale, è un concetto banale. Ma meglio sottolinearlo perché dopo sabato sera è partito un processo ai bianconeri di Sarri che ha fatto passare un po' in secondo piano i meriti di una Lazio che ha vinto l'ha fatto con merito. Ha divertito e ha approntato una gara che, fino a questo momento, è probabilmente quanto di meglio proposto dalla Serie A 2019/20.

Ritmi da Premier League, continui capovolgimenti di fronte. Ripartenze ed emozioni fino alla fine. La partita dell'Olimpico è stata non troppo dissimile per intensità a quei big match inglesi che (giustamente) tanto osanniamo durante la stagione. E il merito è soprattutto di chi ha vinto, di chi quest'anno sta proponendo un calcio divertente e all'italiana. Che non ha bisogno del tiki-taka e di un prolungato possesso palla per rubare l'occhio e la scena.

I gol di Ciro Immobile, sempre pronto a scattare tra le linee. Le invenzioni di Luis Alberto, piedi e cervello che si sintetizzano in uno unico gesto. Il lavoro tutto tecnica e velocità di Correa e Milinkovic-Savic tornato sui livelli del miglior Milinkovic-Savic, ma anche con l'umiltà e la consapevolezza che il suo lavoro è completo solo quando fa al meglio anche la fase difensiva.
Il tutto inserito in un perfetto gioco in verticale che non cerca mai la giocata spettacolare fine a sé stessa. L'obiettivo è bucare la difesa avversaria, in ogni passaggio della fase di possesso, ed è questa operazione che in questa stagione (36 gol in 15 partite) sta riuscendo benissimo. Sembra di rivedere il miglior Tottenham di Pochettino, quello che raggiunto il suo apice pochi mesi fa con la finale di Champions League. Quello di Eriksen, Dele Alli, Son e Kane. E' invece la Lazio di Simone Inzaghi, che al quarto anno ha raggiunto la sua sintesi più bella. E ha giocato sabato sera la sua partita manifesto.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

LIVE TMW - Inter-Eriksen: danese atterrato a Milano. Ora le visite Ci siamo davvero, l'Inter non è mai stata così vicina a Christian Eriksen: il danese del Tottenham potrebbe essere il terzo rinforzo invernale di un'Inter assolutamente scatenata. Dopo Moses e Young, i dirigenti nerazzurri, Ausilio in testa, stanno provando a chiudere quello che sarebbe...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510