HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Serie A

TMW - Inter, Antonello: "Caso Icardi? Scritto di tutto, ora bisogna calmarsi"

18.02.2019 17:26 di Marco Frattino  Twitter:    articolo letto 4655 volte
Fonte: Dall'inviato, Alessandro Rimi
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

A margine dell'Assemblea degli azionisti, ha parlato anche il Chief Executive Officer Corporate dell'Inter Alessandro Antonello, che ha commentato a l'ingresso di LionRock Capital nella famiglia Inter: "Non ci aspettiamo grandi cambiamenti, sono usciti due componenti dal CdA appartenenti alle quote di Thohir e sono entrati altrettanti membri di LionRock. E' un private equity che ci supporterà nell'area asiatica sullo sviluppo commerciale del club, ci aspettiamo un supporto esterno che possa aiutarci a prendere decisioni nell'interesse della Società".

Ora le dinamiche possono essere più fluide? "Lo erano già prima, LionRock è un tassello per la crescita in quell'area geografica. Vogliamo attrarre altri fans e sviluppare il brand in quell'area".

Budget maggiore anche sul mercato? "Arriveranno dalla crescita organica del club, dunque dalla crescita dei ricavi. LionRock ci aiuterà con Suning in questo progetto, iniziato già due anni e mezzo fa. Siamo avanzati nella graduatoria della Deloitte Money List. Questo sta dando dei frutti, continuiamo il processo e con la crescita dei ricavi potremo usare nuove risorse anche sul mercato".

Capitolo stadio? "Vogliamo uno stadio moderno, all'altezza della città di Milano. Avere anche lo stimolo della possibile inaugurazione Olimpica può spingere il progetto più velocemente, i tempi tecnici ci sono tutti. Se tutte le componenti dovessero trovare un accordo, per la città di Milano e per l'Italia potrebbe essere fattibile".

Ceferin ha detto di voler riscrivere le regole del Fair-Play finanziario. "La posizione di Ceferin è stata duplice: le regole vanno rispettate. Da un lato il Fair-Play finanziario è stato scritto, bisogna rispettare le regole. Poi va aperta una fase 2, perché la fase 1 ha raggiunto i suoi obiettivi. Oggi siamo in una situazione in cui i grandi club sono in pareggio, bisogna ripensare le regole e agevolare investimenti dall'estero. Quindi, chi arriva dall'estero, non va allontanato o messo nelle condizioni di non investire nel sistema".

C'è nell'agenda un appuntamento con la Uefa prima del 30 giugno? "Sconti la Uefa non ne fa se le regole sono quelle. Abbiamo un'agenda con loro, ci vedremo con il Financial Control Body, l'organo che valuta i risultati della società. Stiamo proseguendo, non ci sono inconvenienti e pensiamo entro fine aprile di aver risolto il settlement agreement".

Caso Icardi? "Non lo chiamerei così, è stato scritto e detto di tutto. Non voglio aggiungere altro per non creare altra confusione. Tutte le scelte sono state fatte a favore del club. Ci sono regole da rispettare. Ora tutti si devono calmare, così da far lavorare il calciatore in tranquillità. Ci aspettiamo che torni presto in organico".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Sorrentino “Quando parti con l’idea di ricevere una penalizzazione di quindici punti e poi passi comunque a -3 non è facile. Abbiamo cambiato tre allenatori in pochi mesi, il Chievo solitamente li cambia in cinque anni... però finché c’è, la speranza è l’ultima a morire”. Così a TuttoMercatoWeb...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510