Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Un anno fa l’addio di De Rossi, il saluto che diede inizio dell’epurazione romana dal club

Un anno fa l’addio di De Rossi, il saluto che diede inizio dell’epurazione romana dal club TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
martedì 26 maggio 2020 08:15Serie A
di Dario Marchetti

Dallo scorso anno per i tifosi della Roma il 26 maggio non è più solamente la data che ricorda la sconfitta in finale di Coppa Italia contro la Lazio, ma anche quella dell’addio di Daniele De Rossi ai colori giallorossi. Sono passati 365 giorni ma per i tanti sostenitori capitolini resta una ferita aperta: vittoria per 2-1 con il Parma, ingresso in Champions League mancato e il saluto al proprio capitano. Se non fosse stato per il Covid-19 probabilmente Daniele sarebbe rientrato a Trigoria da allenatore del settore giovanile prendendo il posto del papà. Il virus, invece, ha rimandato tutto a data da destinarsi, rendendo quel 26 maggio 2019 l’inizio della fine dell’era romana nel club.

Già, perché pochi giorni dopo, il 17 giugno, Totti convoca una conferenza stampa nel Salone d’Onore del Coni per svestirsi definitivamente dei panni da dirigente della Roma e lasciare la società per la quale ha sempre lottato. Motivazione: troppo poco spazio decisionale all’interno del club e nel giro di 20 giorni i giallorossi salutano le due bandiere degli ultimi 30 anni. Il passaggio di consegne a Florenzi non scalda gli animi dei tifosi e tra l’esterno e il nuovo tecnico Fonseca non scatta la scintilla. Dopo sei mesi dall’arrivo del portoghese Alessandro va in prestito al Valencia per giocare e non perdere l’europeo che poi sarà rimandato. A fine stagione tornerà nella Capitale, dove comunque sarà solo di passaggio. Dunque a Trigoria è rimasto il solo Pellegrini mantenere quella romanità e quel senso di appartenenza che ha sempre contraddistinto negli anni la Roma. La certezza che resti, però, non ce l’ha neanche il sette giallorosso. Fienga vorrebbe rinnovargli il contratto eliminando la clausola rescissoria da 30 milioni che pende sulla testa del calciatore, ma l’indebitamento del club non permette di escludere a priori una sua cessione nella prossima sessione di mercato. Si farà di tutto per evitarlo, ma dovesse dire addio anche Lorenzo, allora sì che sarà completa l’epurazione dei romani dal club.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000