HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » serie b » PRIMO PIANO
Cerca
Sondaggio TMW
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

Cremonese, Castrovilli: "Mi piacerebbe giocare qui per la terza stagione..."

22.05.2019 19:00 di Christian Pravatà    per tuttob.com   articolo letto 221 volte
Fonte: www.uscremonese.it
Cremonese, Castrovilli: "Mi piacerebbe giocare qui per la terza stagione..."
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La crescita umana e calcistica, il gol più bello, i mesi difficili lontano dal campo per infortunio, l’amore per la Cremo e i suoi tifosi, l’emozione della chiamata in azzurro, il legame solido con Brighenti. E’ un Gaetano Castrovilli a tutto campo quello che affronta la conferenza stampa di fine stagione. “In queste due stagioni – spiega il talento di Minervino Murge – sono cresciuto molto da tutti i punti di vista e ci sono riuscito grazie alla società, ai compagni di squadra e ai tifosi”. Campionati significativi quelli trascorsi in grigiorosso, con 52 presenze e 5 gol in Serie B e l’esordio con l’Under 21 di Di Biagio. “Certo – rivela “El Castro” – mi piacerebbe poter giocare una terza stagione con la Cremonese, ma è anche vero che ora torno a Firenze, in una società importante. Non conosco il mio futuro, ma la prospettiva è sempre la stessa: far bene. Sono un ragazzo umile, ci metto sempre grande impegno, spero di potercela fare anche in questa occasione”.
Intanto resta da assaporare fino in fondo l’esperienza grigiorossa: “I momenti significativi sono stati molti, quello più bello è senza dubbio il gol di Livorno. Quel gol mi ha dato una gioia immensa anche perché è servito a cancellare il periodo buio dell’infortunio. Stare lontano dai campi per così tanto tempo è stato difficile, ancora oggi vorrei ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicini in quei giorni, a cominciare dai compagni di squadra che con i loro messaggi mi incoraggiavano quotidianamente. Altrettanto bella è stata la cavalcata finale, 10 partite giocate alla grande che ci hanno permesso di sfiorare i playoff. C’è un po’ di rammarico per non essere riusciti a centrare l’obiettivo, ma resta lo spirito di un gruppo che ha saputo ricompattarsi nella difficoltà”. E poi la Nazionale: “Grazie alla Cremo è arrivata la chiamata con l’Under 21 – sottolinea Castrovilli – Una grande emozione, ora spero in un’ulteriore telefonata del commissario tecnico”. L’ultimo pensiero è per il compagno con il quale ha legato maggiormente in queste due stagioni. “Con bomber Brighenti – svela il centrocampista offensivo – è nato un rapporto speciale. E’ stato come un fratello maggiore, quasi un padre: ci sentiamo tuttora”.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Articoli correlati



Altre notizie Serie B

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510