HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Corsa Scudetto: chi s'è rinforzato di più in difesa?
  L'Inter con l'esperienza di Diego Godin
  La Juventus con l'acquisto di De Ligt
  Il Napoli affiancando Manolas a Koulibaly

La Giovane Italia
Serie C

Alessandria, Soldati: "Colombo può restare oltre il 30 giugno"

22.02.2019 16:53 di Luca Bargellini  Twitter:    articolo letto 1339 volte

Ospite della trasmissione L’Orso in diretta’ su RVS Alessandro Soldati, responsabile dell’area tecnica dell’Alessandria, ha spiegato come è maturata la decisione di esonerare Gaetano D'Agostino e sostituirlo con Alberto Colombo: “Purtroppo eravamo arrivati ad un punto nel quale bastava poco per entrare in un loop mentale di negatività. I risultati che non sono arrivati hanno contribuito a peggiorare la situazione. Domenica la sensazione era che non aspettassimo altro che prendere un gol alla prima occasione sfortunata. Così è successo e da lì la squadra non è più rimasta in partita. La gara di domenica è stata lo specchio dell’ultimo periodo e la decisione che abbiamo preso nel post partita era quella che non avremmo mai voluto prendere. Fare solo un punto nelle due gare che, per colpa nostra, sono diventate scontri salvezza ha reso inevitabile la decisione. Il presidente aveva già cominciato a ragionare in quel senso ma ha voluto comunicarlo prima al diretto interessato. Con mister D’Agostino la squadra ha sempre cercato di essere propositiva e qualche volta c’è anche riuscita, pur perdendo, in special modo contro le formazioni più forti come individualità per esempio Piacenza, Pro Vercelli e Carrarese. Se è accaduto questo si può dire che il livello della squadra non è così basso. Ma quando è stato il momento di fare il salto di qualità contro squadre che fanno della densità il loro punto di forza, siamo andati in difficoltà. Colombo lo conoscevo benissimo da osservatore esterno delle sue squadre, ha sempre proposto un gioco interessante, organizzato ed equilibrato. Questo è stato il primo criterio di scelta, anche per non stravolgere quanto fatto finora. Poi ha esperienze in piazze importanti e, inoltre, con il Sudtirol ha vissuto una situazione molto simile alla nostra risollevandoli in maniera significativa ed immediata. Il primo obiettivo è quello di fare punti attraverso le prestazioni, cominciando a vincere anche in casa e allontanarci il più velocemente possibile dalla zona playout, da lì poi si vedrà, sono convinto che questa squadra abbia valori che le permettono di guardare anche più in alto, ma questa è una cosa secondaria al non doversi più guardare alle spalle. Sicuramente Colombo può essere un allenatore sul quale puntare anche oltre il 30 giugno. Per il resto non posso che confermare quello che il presidente ha detto, cioè che l’obiettivo per il prossimo anno sarà quello di migliorare il risultato di questa stagione”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Primo piano

Bosco: c'è qualcosa di innaturale nel rapporto Juve-Milan C'è qualche cosa di innaturale nei rapporti tra Juventus e Milan. Dalla vicenda Bonucci, in poi ... Bonucci litiga con Allegri, finisce su uno sgabello, a fine stagione va – strapagato- a Milano. C'è il duo Fassone – Mirabelli al Milan, tribuni di un cinese rimasto a tutt'oggi,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510