HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Serie D

Fabio Longo, il Ciro Immobile della D: "Non ho rimpianti"

L'ATTACCANTE DELLA TURRIS HA PARLATO IN ESCLUSIVA A TUTTOSERIED.COM
05.04.2019 12:02 di Gianluigi Longari  Twitter:    articolo letto 4188 volte
Fonte: www.tuttoserieD.com Orazio Accomando
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com

Se ci fosse il Fantacalcio dedicato serie D su Fabio Longo si scatenerebbe un'asta capace di rovinare amicizie e legami di parentela. Il suo nome è in cima alla lista dei desideri di tutti i direttori sportivi della D, con la particolarità che nessuno riesce ad allontanarlo dalla sua Campania. Questione di cuore, di sangue, di pelle. Perché Fabio ha sempre deciso di restare grande nella sua terra, di contribuire alle vittorie delle squadre della sua zona. 21 centri stagionali tra campionato e coppa con la maglia della Turris, di cui è capitano. Perché la grande caratteristica di Longo è che è un uomo di sani principi, di valori e personalità, capace di metterci la faccia quando serve. Per tutti è Fabio, per molti è Ciro, data la somiglianza fisica, atletica e tecnica con Immobile. Longo ha parlato in esclusiva alla Redazione di TuttoserieD.com

Fabio, qual è il tuo segreto?

Non c'è un segreto. Ogni anno inizio con la stessa voglia di fare gol, superare i miei limiti. Mi pongo sempre degli obiettivi e ci metto tanta determinazione nel raggiungerli.

Parliamo di questa somiglianza con Immobile. Hai mai avuto modo di incontrarlo?

In tanti mi dicono di questa somiglianza con Ciro. Non può che farmi piacere perché è uno degli attaccanti più forti della serie A. Non ho mai avuto il piacere di incontrarlo, mi farebbe tanto piacere.

Ciro è un attaccante a cui ti ispiri?

Diciamo che non mi ispiro a nessuno. Penso solo a lavorare, a migliorarmi giorno per giorno.

Chi è l'idolo di Fabio Longo?

Penso che chi gioca a calcio, a prescindere dalla categoria, non può che avere Maradona come idolo. Nel mio percorso di crescita, però, c'è stato un giocatore fondamentale più di tutti: Ronaldo il Fenomeno.

Hai sempre giocato vicino casa. Ci spieghi questa scelta?

Per me ciò che ha sempre contato più di ogni cosa è il bene e l'equilibrio della mia famiglia. Ho due bimbi da quando avevo 22 anni e ho sempre pensato ad essere un padre e un marito presente. Ora i bimbi sono 3 e sono felicissimo delle mie scelte.

Hai qualche rimpianto? 

No, sono contento della mia piccola carriera. La D è la mia serie A. Ho sempre pensato questo ed è un pensiero che mi ha spinto a are sempre meglio. Poi è chiaro che mi sarebbe piaciuto giocare in altre cateogorie.

Chi è l'erede di Longo?

Spero tanto che sia mio figlio Vincenzo. Lui ha 9 anni e gli auguro di fare una carriera diversa dalla mia. Mi somiglia molto calcisticamente, ama questo sport e sicuramente sarà più forte di me.

Che partita sarà con il Gela?

Una gara difficile. Loro cercheranno di rifarsi dopo l'andata. Noi andremo lì per vincere. E' la nostra mentalità ma sappiamo che il calcio è imprevedibile.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Hellas-Benevento, le formazioni ufficiali: Armenteros e Pazzini dal 1° Turno di Pasquetta per la Serie B che si apre con la sfida d'alta classifica del Bentegodi fra Hellas Verona e Benevento. Carretta, che sostituisce Grosso sulla panchina dei veneti, opta per Pazzini al centro dell'attacco con Matos e Lee esterni. Faraoni ancora scelto come mezzala...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510