HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Lucescu

“Juve, è il tuo anno. Inter, giusto aver tolto la fascia a Icardi: un capitano deve pensare alla squadra. Milan, Gattuso bravo a coccolare Calhanoglu. El Kaddouri, il Parma e il PAOK di mio figlio...”
20.02.2019 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 8317 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

“Quella di questa sera sarà una partita difficile: l’attacco della Juve contro la difesa dell’Atletico. I bianconeri sviluppano un grande gioco propositivo, i Colchoneros cercheranno di impedirgli di rendere proficue le trame offensive. Dall’Atletico mi aspetto tanto orgoglio, tanto cuore e ovviamente le magie di Griezmann”. Così a TuttoMercatoWeb Mircea Lucescu gioca la partita di questa sera tra Atletico Madrid e Juventus.

Chi vincerà?
“La Juve è favorita. E poi ha CR7 che di finali di Champions se ne intende. Questo sarà l’anno della Juve”.

Caos all’Inter, Icardi e la fascia revocata. Come la vede?
“Questa è l’Inter... non riesce a sistemare i rapporti con i calciatori importanti. Aver tolto la fascia di capitano a Icardi è stato un segnale forte, probabilmente il giocatore non l’ha usata per la squadra ma per se stesso. Un capitano deve essere un esempio per tutti, in campo e fuori”.

Come gestire il caso?
“Spalletti e la società sanno cosa fare. Però quando un giocatore non sa comportarsi da capitano e non fa gli interessi della squadra è normale togliergli la fascia. Il capitano deve mettersi a disposizione della squadra. Sono d’accordo con la mossa dell’Inter, giusto aver tolto la fascia a Icardi. E poi basterebbe chiedere a Zanetti come si fa il capitano”.

Calhanoglu nell’ultima partita è stato protagonista con il Milan. È il pupillo di Gattuso.
“Con Gattuso ho parlato più volte, ha sempre speso parole di elogio per Hakan e mi ha detto che non lo metterà mai fuori. Giusto coccolare Calhanoglu perché è un giocatore importante, deve imparare l’italiano per fare ancora meglio. Darà tanto a questo Milan. Avrei voluto farlo capitano della mia Nazionale”.

Perché non è rimasto in Nazionale?
“Il mio contratto scadeva ad agosto, ho preferito lasciare prima perché non è giusto non completare il lavoro. Ci siamo messi d’accordo e ci siamo salutati, perché a giugno cambierà pure il Presidente della Federazione. Meglio salutarsi. Ora voglio ripartire da un club”.

Uno sguardo al Paok di suo figlio Razvan: alla fine è riuscito a tenere El Kaddouri, nonostante il pressing del Parma.
“Mio figlio ha fatto bene a tenerlo. El Kaddouri ha accettato di rimanere per aiutare la squadra a vincere il campionato dopo quello che è successo l’anno scorso (l’episodio del presidente che è sceso in campo con una pistola è costato alla squadra una penalizzazione, ndr). Quest’anno il Paok vuole prendersi una bella rivincita. Poi in estate El Kaddouri potrà andare in Italia, al Parma o magari da campione di Grecia da un’altra parte perché avrà un’immagine migliore”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Joao Santos 15.10 - “Da quella partita contro la Svezia che non ha permesso all’Italia di andare al Mondiale ad oggi, Jorginho si è calato nella realtà della Nazionale e con Mancini c’è un grande feeling”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente del centrocampista del Chelsea e della Nazionale Italiana Jorginho,...

A tu per tu

...con Marchetti 14.10 - “Dovevamo assorbire il trauma dell’anno scorso. Quella finale contro il Verona ci ha fatto soffrire, non era facile smaltire l’essere arrivati a venti minuti dalla Serie A. In più giocare due partite con il mercato aperto non è stato positivo. Ma ora il Cittadella ha ritrovato i suoi...

A tu per tu

...con Giaretta 13.10 - “L’allenatore ha dato le dimissioni, noi non lo avremmo cambiato. Andiamo avanti con il suo assistente, in futuro potrà essere un buonissimo allenatore. È la soluzione ideale”. Così a TuttoMercatoWeb il ds del Cska Sofia, Cristiano Giaretta. Aveva contattato Cosmi? “No. Mai chiamato...

A tu per tu

...con Dellas 12.10 - “L’allenatore ha deciso di stravolgere la squadra, non si sa come si presenterà. Non ci sono più speranze di andare avanti nella competizione e quindi il Ct vorrà provare delle novità”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex difensore della Roma, Traïanos Dellas sulla nazionale greca, che questa...

A tu per tu

...con Stellone 11.10 - “I cambi in panchina? Ormai siamo abituati, in Italia dopo sei partite se non arrivano i risultati vieni messo sulla graticola. Non è giusto, ma è così. Bisognerebbe dare tempo, soprattutto quando c’è un allenatore nuovo”. Così a TuttoMercatoWeb Roberto Stellone. Il Milan ha esonerato...

A tu per tu

...con Ballardini 10.10 - “Troppe voci e qualche cambio di panchina in A? Ci può stare, se non c’è quella sintonia che va al di là dei risultati, di cambiare dopo sette partite. Non è solo un fatto di risultati, magari si è sbagliato qualcosa e quindi si prova a rimediare. Magari ad inizio anno c’è stata...

A tu per tu

...con Bastianelli 09.10 - “Sono stati trattati argomenti interessanti, partecipare ad un momento di confronto é sempre importante”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Patrick Bastianelli a margine della Palermo Football Conference organizzata da Conference403. Panchine bollenti: il Milan ha esonerato...

A tu per tu

...con Mangia 08.10 - “È stata una giornata di confronto, ho rivisto alcune persone e conosciuto meglio altre”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex allenatore del Craiova a margine del convegno Palermo Football Conference. Giro di panchine tra A e B: guarda con interesse? “Guardo perché bisogna sempre essere...

A tu per tu

...con Donati 07.10 - Giulio Donati in attesa di una nuova collocazione. “Non mi era mai successo, è una sensazione particolare. Ma l’ultima cosa che voglio fare è mollare. Intanto mi alleno, in attesa di novità”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex difensore del Bayer Leverkusen, Giulio Donati. Eppure poteva...

A tu per tu

...con Colantuono 06.10 - “Inter e Juventus? Non c’è una squadra avvantaggiata rispetto all’altra. Prevarrà l’equilibrio, sia Inter che Juve sono forti. I bianconeri hanno qualcosa in più, i nerazzurri però hanno tanto entusiasmo: la partenza è stata importantissima e la partita contro il Barcellona gli ha...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510