HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Totopanchina Juve: chi sarà l'erede di Allegri?
  Simone Inzaghi
  Maurizio Sarri
  Pep Guardiola
  Sinisa Mihajlovic
  Didier Deschamps
  Mauricio Pochettino
  Josè Mourinho
  Antonio Conte

La Giovane Italia
La Giovane Italia

Alessandro Fiordaliso, il futuro granata è il top in Serie C

La Giovane Italia vi porta alla scoperta dei nuovi talenti del calcio italiano, raccontandovi ogni giorno, alle 8:45, le storie dei giovani di casa nostra e dei club che scommettono su di loro
11.05.2019 08:45 di La Giovane Italia   articolo letto 3209 volte
© foto di Uff. Stampa Teramo

Il Torino di Walter Mazzarri sta vivendo una stagione d’alta quota, in un rush finale di campionato che lo vede impegnato a dare la caccia a un posto in Europa. Ma oltre a un presente da incorniciare, anche il futuro granata si annuncia molto promettente. Merito dei tanti giovani che, forgiati dal settore giovanile diretto da Massimo Bava, si stanno mettendo in luce nelle loro prime annate nel calcio professionistico. Uno di questi è Alessandro Fiordaliso, difensore classe ’99 che ha appena concluso la sua prima stagione da grande, centrando una brillante salvezza con la maglia del Teramo e portandosi a casa il titolo di miglior Under 21 del Ranking di Serie C de La Giovane Italia, precedendo Marco Sala (scuola Inter, in prestito all’Arezzo) e Gabriele Bellodi (cresciuto nel Milan e protagonista con la maglia dell’Olbia).

Pacchetto completo – Con trentaquattro presenze in campionato (e tre gol all’attivo, quarto miglior marcatore del club Abruzzese) e una in Coppa Italia, Fiordaliso è stato uno dei titolari inamovibili della formazione allenata da Agenore Maurizi, che ha centrato la salvezza nel Girone B del campionato di Serie C. Una stagione da incorniciare quella del difensore di scuola granata, che dopo un’ultima annata da protagonista nel vivaio del Torino (culminata con la conquista della Coppa Italia Primavera) ha cominciato col piede giusto il suo percorso tra i professionisti. Il suo profilo tecnico è quello del difensore completo: destro naturale ma capace di usare con buona efficacia anche il piede debole, è ideale per ricoprire il ruolo di marcatore della difesa a tre ma può agire anche su entrambe le corsie di una linea difensiva a quattro. Un profilo che ricorda un po’ quello dell’atalantino Palomino, anche se dal punto di vista della struttura fisica necessita di aumentare un po’ la massa muscolare tanto nella parte alta che negli arti inferiori, senza però sacrificare quella agilità che rappresenta uno dei punti di forza del suo gioco.

Difensore “classico” o ingegnere? – Ma le doti di Alessandro non si limitano al rettangolo verde, perché anche il suo curriculum scolastico non è certo banale. Si è diplomato la scorsa estate al liceo classico, e sta valutando di iscriversi all’università: a dispetto degli studi umanistici lo affascina la facoltà di ingegneria, e conoscendo il tipo non ci sarebbe da stupirsi di doverlo chiamare “Ingegner Fiordaliso” tra qualche anno. La sua professionalità dentro e fuori dal campo si accompagna ad una grande personalità, che lo ha reso un leader silenzioso dopo un periodo di fisiologico adattamento ad uno spogliatoio professionistico. “È un giovane di grande qualità e buona prospettiva, aumentando la fisicità e l’esperienza potrà ambire a categorie superiori perché ha grandi margini di miglioramento, pur essendo già adesso uno dei giocatori più interessanti della Serie C. E in più è straordinariamente professionale e molto rispettoso dei ruoli”, dice di lui mister Maurizi, che lo ha allenato nella sua prima stagione al Teramo. Fiordaliso, insomma, ha conquistato tutti e studia già per un ulteriore salto della sua giovane carriera. La laurea sul campo è già arrivata, aspettando quella accademica per completare il profilo di un difensore “classico”, che però sogna di diventare ingegnere.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Probabili formazioni

Primo piano

Juventus, Mourinho non sarà l’allenatore. Nonostante il pressing di CR7 Non sarà José Mourinho il nuovo allenatore della Juventus nonostante negli ultimi giorni vi sia stato il pressing del connazionale Cristiano Ronaldo per convincerlo a sposare la causa bianconera. Il campione portoghese avrebbe inoltre raccomandato Mourinho, che lo allenò ai tempi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510