Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / Serie A
Walter Sabatini: "Ho fatto i complimenti a Lotito per Tchaouna e Dia, fortissimi"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
giovedì 20 giugno 2024, 18:27Serie A
di Alessio Calfapietra

Walter Sabatini: "Ho fatto i complimenti a Lotito per Tchaouna e Dia, fortissimi"

L'ultima impresa non è riuscita, la salvezza della Salernitana si è rivelato compito troppo arduo anche per un uomo di grandissima esperienza come Walter Sabatini.

Il club granata ha appena voltato pagina scegliendo Gianluca Petrachi, E Sabatini si concede in esclusiva a Minuto71 in onda su Elleradio, trattando diversi temi che riguardano la Lazio, società che gli è sempre rimasta nel cuore, e l'avventura azzurra in Germania.

Il primo pensiero è per due calciatori accostati con insistenza alla maglia biancoceleste e che lui conosce molto bene.

"Tchaouna è un giocatore molto forte, fortissimo. Possiede grande velocità e tecnica, vede la porta e sa calciare con entrambi i piedi. Potrebbe essere un gran colpo per la Lazio. È un ragazzo molto giovane, del 2003, di conseguenza va un po' accompagnato".

"Dia è un calciatore moderno, molto forte ad attaccare la profondità. Anche lui potrebbe essere un grande acquisto per la Lazio. Ha confidenza con il gol e, pur giocando con una squadra di bassa classifica la scorsa stagione, ha segnato tanti gol e anche fornito assist. Aveva chiesto di essere ceduto l'ultimo giorno di mercato perché c'era una squadra di Premier League che lo voleva in prestito. La Salernitana, giustamente, non ha accettato le modalità, soprattutto la questione del prestito. Di lì in poi sono venute fuori tutta una serie di tensioni che il giocatore ha pagato. Però lui è un ragazzo che non ha assolutamente problemi dal punto di vista comportamentale. Purtroppo ha subito la situazione. Se la Lazio lo prende non se ne pentirà".


Sabatini parla poi di Basic, prestato lo scorso gennaio dalla Lazio: "Basic quest'anno non ha fatto male, anzi, quando ha giocato senza problemi fisici è stato sempre all'altezza. Consideriamo anche un aspetto: è molto difficile giocare con una squadra in difficoltà che perde tante partite. Basic è stato sempre dignitosamente in campo".

Su Castellanos, attaccante che ha segnato soltanto sei goal in stagione: "Lui ha una caratteristica che mi piace molto, è un combattente: qualità fondamentale per un calciatore. Lo spagnolo è molto competitivo e quindi lo tratterei con il dovuto rispetto".

In attesa della sfida decisiva contro la Spagna, Sabatini è più che ottimista per i nostri colori: "L'Italia deve e potrà arrivare fino in fondo. Questa Italia è una buonissima squadra: possiede tutte le qualità richieste per poter competere. È allenata da un genio del calcio che si chiama Luciano Spalletti. Quindi io penso che arriverà in finale. Ora tutti si toccheranno... (ride ndr.), ma ne sono convinto: gli azzurri possono arrivare fino in fondo".

Da eccellente talent scout, Sabatini non è certo uno spettatore passivo questi giorni: "Sto guardando tutte le partite dell'europeo, e ho già notato alcuni calciatori molto interessanti. Li ha consigliati al Presidente Lotito? No, a Lotito ho mandato un messaggio per complimentarmi delle trattative relative a Tchaouna e Dia".