HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
L'Italia di Mancini può vincere l'Europeo?
  Sì: ha dimostrato di essere all'altezza delle migliori
  Sì ma solo con un sorteggio favorevole
  Serve un miracolo, è ancora presto
  No: il girone era facile e il vero valore è sempre lo stesso

La Giovane Italia
Serie A

Inter, Primavera ko in finale. Ma la cantera è una miniera d’oro

15.06.2019 07:30 di Alessandro Rimi  Twitter:    articolo letto 14010 volte
Fonte: Inviato a Parma
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Undici punti di margine nella stagione regolare, una vittoria a testa (in casa) in campionato, entrambe per 2-1 ed entrambe in rimonta. A Parma va in scena la finale del torneo Primavera tra la prima (Atalanta) e la seconda (Inter). La squadra di Brambilla fa la partita, a tratti è spettacolare, ma sono i nerazzurri di Madonna a creare le occasioni da gol, di cui almeno quattro nitide. Salcedo (di un altro livello e si vede) e Colidio (in gol dal dischetto in semifinale contro la Roma) parlano la stessa lingua e danno la sensazione di poter fare gol in qualunque momento. Quando ci prova sul serio la Dea, a chiudere la porta ci pensa Dekic, tra non molto tempo possibile erede di Handanovic. In difesa domina imperioso Rizzo. A 20’ dal termine entra Esposito che rileva in campo Salcedo, non in grandissima serata. E quando il momento ideale per trovare il vantaggio sembra finalmente giunto, con l’Inter spesso e volentieri a ridosso dell’area avversaria, scatta il contropiede letale dei bergamaschi che concretizzano grazie a un bel piazzato di Colley. Questa volta l’Inter cade in finale di fronte a una squadra che si è imposta in lungo e in largo nel corso del campionato. D’altra parte Ausilio può comunque sorridere: Rizzo, Gavioli, Merola, Pompetti, Schirò, Salcedo ed Esposito sono solo alcune delle stelline in seno alla cantera nerazzurra, potenziali pedine di scambio per arrivare a giocatori importanti da regalare ad Antonio Conte. Senza contare le plusvalenze (20 milioni già registrati con la cessione definitiva di Vanheusden allo Standard Liegi) che l’Inter dovrà produrre entro fine mese. Insomma, ancora una volta, i conti potrebbero quadrare grazie ai baby. Una miniera d’oro che non fa altro che crescere.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Antonini “Ibra sarà di attualità anche quando avrà cinquant’anni. È un giocatore incredibile, con una professionalità assoluta. Nel Milan darebbe qualcosa in più per fare svoltare la mentalità di tutto l’ambiente”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex rossonero Luca Antonini a proposito del possibile...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510