HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
Serie A

Juve, il time limit si avvicina: il nuovo allenatore sarà una bella sorpresa

12.06.2019 06:45 di Giovanni Albanese  Twitter:    articolo letto 96884 volte
Fonte: inviato a Torino
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dalla possibile frenata di Sarri alla presunta volontà di Guardiola prendere un anno sabbatico – non questa ma la prossima stagione – (descritti dalla stampa inglese) il quadro intorno alla panchina della Juventus è sempre più confuso. Di certo, c’è solo la volontà palesata dal presidente Andrea Agnelli di sorprendere i tifosi, e anche la garanzia da parte della mano operativa del club di avere le idee molto chiare sul futuro.

Ad oggi, però, è davvero incredibile come i piani alti della Continassa siano riusciti a blindare completamente ogni indiscrezione sulla nuova guida tecnica, facendo filtrare poco o nulla e – di fatto – non smentendo mai alcuna ipotesi. Le prossime ore dovrebbero essere decisive per sbloccare la situazione, o semplicemente aggiungere qualche elemento utile per riordinare il mosaico.

Sarri, per quello che risulta, resta favorito in quanto già in parola con il Chelsea per ottenere una liberatoria che gli darà l’opportunità di legarsi ufficialmente alla Juventus. Che però, ad oggi, avrebbe solo raggiunto un accordo di massima con il tecnico senza fare il passaggio definitivo per portarlo a casa. Su Guardiola, che resta il sogno numero uno dei tifosi e una pista da tenere aperta fino alla fine, non si arrestano le voci: difficile però, al momento, tradurre le sensazioni in notizie concrete, dal momento che non si trovano riscontri in merito se non gli attestati di stima che ci sono sempre stati nei confronti del tecnico catalano.

Resterebbe aperta una terza ipotesi: un Mister X da un identikit tale da rappresentare quella sorpresa anticipata da Agnelli. Da comprendere se trattasi di un allenatore – si risvegliano i nomi di Pochettino o ten Hag -, o semplicemente un giocatore al seguito del nuovo tecnico (Pogba?), seppur non strettamente legato, che possa tenere alto l’entusiasmo dei tifosi. Un colpo a effetto insomma.

Da non perdere di vista, infine, che ad oggi non è ancora stato risolto il contratto che lega Massimiliano Allegri al club juventino. Che prosegua la sua carriera in un altra società, o che prenda un anno sabbatico, il suo contratto è ancora ufficialmente in vita e bisogna trovare la quadra prima della nuova stagione per non ritrovarsi un altro pesante ingaggio da pagare per intero.

Tanti i nodi da sciogliere, quantomeno all’apparenza. Ma questa volta il time limit per il nuovo allenatore sembra essere molto più vicino rispetto alle settimane passate. Poi sarà il momento dei giocatori. “Certo che resto qui – ha detto ieri sera Miralem Pjanic, tra quelli che sono stati candidati maggiormente a una possibile partenza -. Ho ancora altri quattro anni di contratto, mi trovo bene qua con i tifosi e con la società che è grandissima”. All’Allianz Stadium, ieri sera, c’è anche il nazionale Emerson Palmieri: “Io alla Juve? Lo dicono tutti ma sinceramente non ho ricevuto niente. Sono un ragazzo che pensa solo al lavoro, resto concentrato sul Chelsea”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 18 ottobre MILAN, MALDINI SOTTO OSSERVAZIONE: ELLIOT NON FELICE DELL'OPERATO. INTER, CONFERME PER MATIC. GABIGOL AD UN PASSO DAL FLAMENGO: TESORETTO PER I NERAZZURRI. MANCHESTER UNITED, PRONTA L'OFFERTA DEL MANCHESTER UNITED PER EMRE CAN. NAPOLI, LA PRIORITÀ DI MERTENS È IL RINNOVO, MA IL BORUSSIA...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510