HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Il Milan punta su Pioli: la scelta vi convince?
  Si, è l'allenatore giusto
  No, era meglio confermare Giampaolo
  No, serviva un altro allenatore

La Giovane Italia
Serie A

LIVE TMW - Caso Icardi, Wanda Nara: "Tolta una gamba". E interviene Marotta

Premi F5 per ricaricare il live
18.02.2019 00:55 di Dimitri Conti  Twitter:    articolo letto 60428 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

00.57 - La trasmissione passa ad affrontare altri temi, il live di TuttoMercatoWeb.com finisce qui.

Su cosa ha detto ai suoi figli: "Valu mi ha chiesto cosa avesse fatto Mauro e quando gli avrebbero ridato la fascia".

Ancora sul rinnovo: "Magari ci sono cose che nessuno sa, che forse un giorno lui farà sapere.

Sul rinnovo: "Vorremmo ma non dipende solamente da noi. Lui ha lasciato parte del suo futuro da una parte in alcune situazioni. E il fatto che abbia combattuto in un'Inter difficile dovrebbe essere valorizzata".

00.33 - Interviene telefonicamente Beppe Marotta. L'ad nerazzurro con un colpo di scena si collega con la trasmissione e parla così:

"Intendiamo stemperare questa tensione e ridare serenità a tutti, a Wanda e Icardi. Quando si gestisce un'azienda, e io sono l'ad, ci sono dei principi che devono essere salvaguardati. Se si applica la metafora della famiglia, allora in questa si devono prendere decisioni perché i figli devono crescere. Mauro ha solo 25 anni, e ha tanto davanti per diventare esperto. Questa decisione l'abbiamo presa convocandolo con Spalletti negli spogliatoi e spiegandogliela personalmente. Io gli ho dato delle spiegazioni. Vorrei intervenire per rincuorare Wanda ma soprattutto perché capisca che quello che facciamo è per il bene suo, dell'Inter e dei tifosi. Vi invito ad accettare questo provvedimento, perché non va ad intaccare serietà, morale ed impegno del giocatore. L'abbiamo presa a malincuore questa decisione. I motivi li sappiamo noi e non dobbiamo esternarli in questa sede. L'abbiamo già fatto con Wanda e a lei dico che ci rivedremo anche prestissimo se vuole. Già un mese fa avevo preso l'impegno di presentare una proposta contrattuale, e lo faremo. Ma questo non c'entra niente con la decisione che abbiamo assunto. E senza nulla togliere a Wanda l'interlocutore ufficiale è Mauro. Voglio solo rincuorare le parti perché nulla è perduto, la vita va avanti".

Ancora sulla fascia: "In quel momento non se l'aspettava, è stato importantissimo per lui. Si è preso una responsabilità, aveva tutti intorno che gli dicevano cosa fare".

Sui messaggi: "La gente vuole capire quello che vuole capire. Io l'avevo già detto: non ho mai chiesto un rinnovo per Mauro. E questo mondo per le donne è un po' duro".

Sul trasformare i fischi in applausi: "Mauro ha una virtù, è una persona sincera. La nostra idea è quella di non lasciare l'Inter".

Su Lautaro: "Mauro è contento per lui. Ci avevano detto di venire via prima dallo stadio, ma Mauro voleva rimanere lì perché era sicuro che avrebbe segnato e sarebbe venuto lì ad esultare. Poi però per una questione logistica abbiamo dovuto lasciare lo stadio".

Su Moratti: "L'ho ringraziato, gli ho mandato un messaggio perché Mauro davvero stava malissimo. Gli ho chiesto di darci una mano a farlo giocare, perché lui è uno che si chiude e la situazione andava risolta (scoppia a piangere, ndr)".

Sulla famiglia interista: "Per me l'Inter è la famiglia, e non me ne voglio andare".

Sui troppi post social: "Siamo una famiglia interista. Mauro ha fatto 120 gol con questa maglia, ha portato avanti questa squadra quando non aveva nessun obiettivo".

Sui malumori dello spogliatoio per le dichiarazioni pubbliche: "I giornali dicono così ma in questo mondo social non posso pensare così. Nessuno del club mi ha mai detto niente, a Mauro neanche".

Sulla fascia: "Alcuni potrebbero dire che gli hanno tolto un braccio, per me gli hanno tolto una gamba. Gioca con orgoglio per questa maglia, e non pensa al denaro. Lo sanno tutti che non ha fatto scelte pensando ai soldi, avrebbe reagito in altre maniere se non avesse tenuto alla maglia. Ha sempre fatto tutto per onorare la fascia, non era facile dopo Zanetti. Non ci sono state mai avvisaglie. Eppure siamo sempre in contatto con Marotta ed Ausilio, è stata una sorpresa per me e l'ho saputo tramite Twitter".

Sull'incidente del sasso: "Non volevamo farlo uscire, ma quando fai una denuncia succede così. Per fortuna è successo in un posto dove c'erano le telecamere. In quel momento Mauro dormiva, perché si allenava. Ho chiamato un mio amico all'Inter, qui è la mia famiglia, e poco dopo mi ha chiamato Marotta e abbiamo sistemato tutto. Sono stati molto carini".

Sulla presenza a San Siro: "Non abbiamo mai avuto dubbio nell'esserci, come moglie del capitano ci sono sempre. Anche come mamma... Il mio unico dubbio era la piccola Francesca con la varicella ma Mauro mi ha convinto, anche perché c'era pure suo papà dall'Argentina".

00.15 - Wanda Nara è adesso posizionata al centro dello studio, e dopo il servizio risponderà alle domande di Pierluigi Pardo.

Dagli studi televisivi di Tiki Taka, Wanda Nara, moglie ed agente di Mauro Icardi, attaccante dell'Inter, parlerà della situazione legata al contratto, e non solo, del centravanti nerazzurro, escluso dalla spedizione europea in casa del Rapid Vienna e pure dalla gara di campionato contro la Samp, oltre che privato della fascia da capitano dopo i problemi emersi nella trattativa.

Rimanete connessi su TuttoMercatoWeb.com per la diretta testuale delle parole rilasciate dalla procuratrice argentina.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Boca Juniors, idillio già finito: possibile addio anticipato per De Rossi Potrebbe essere già finita l’avventura di Daniele De Rossi al Boca Juniors. Secondo quanto riportato dalla stampa argentina, infatti, l’idillio tra l’ex capitano della Roma e il club sarebbe già terminato. Dietro alla possibile separazione ci sarebbero da un lato i continui problemi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510