HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Totopanchina Juve: chi sarà l'erede di Allegri?
  Simone Inzaghi
  Maurizio Sarri
  Pep Guardiola
  Sinisa Mihajlovic
  Didier Deschamps
  Mauricio Pochettino
  Josè Mourinho
  Antonio Conte

La Giovane Italia
A tu per tu

...con Caserta

“Juve Stabia, che gioia la B. Promozione per mio zio e mio fratello, mi hanno guidato dall’alto. Futuro? Presto per parlarne. Conte e Marino i miei riferimenti. Palermo, paga sempre l’allenatore”
24.04.2019 00:00 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 8425 volte
© foto di Federico Gaetano

La Juve Stabia è in Serie B. Vittoria targata Fabio Caserta, allenatore e guida per la formazione stabiese. “È una soddisfazione personale, ho iniziato da poco e vincere un campionato in una piazza come Castellammare, considerato che c’erano altre squadre più attrezzate, è motivo d’orgoglio”, dice a TuttoMercatoWeb l’allenatore delle Vespe.

Quando avete capito di poter conquistare la promozione?
“Fine febbraio. Contro il Catanzaro avremmo potuto perdere la partita e rimettere tutto in gioco, invece siamo stati bravi a pareggiare. Sapevamo che non era facile. I ragazzi sono stati bravi. E non abbiamo subito il calo che poteva starci”.

Il suo modello da allenatore?
“Ogni allenatore che ho avuto mi ha dato qualcosa, ad esempio Pasquale Marino. E mi è sempre piaciuto il modo di rendere tutti partecipi di Antonio Conte che ho avuto all’Atalanta. Grinta, carattere, tutte qualità che devi essere bravo a trasmettere alla tua squadra”.

Futuro: si vede ancora alla guida della Juve Stabia?
“Voglio finire bene e vincere l’ultima partita in casa. Poi avremo anche la Coppa. È presto per parlare del futuro, ci sarà tempo”.

Normale avere maggiori ambizioni...
“Come ho fatto da calciatore, non mi pongo limiti neanche adesso. Il futuro passa dal presente, non dalle chiacchiere. Da allenatore voglio arrivare più in alto possibile. Mi piace lavorare, stare sul campo, avere un bel rapporto con i calciatori”.

Aver smesso da poco è un vantaggio?
“Beh, si. Poi i risultati sono la medicina migliore. Ho instaurato con i miei calciatori un rapporto di rispetto dei ruoli, sono stati bravi”.

Chi altro andrà in Serie B?
“Ai playoff non ci sono favoriti. Dipende dalle condizioni fisiche e mentali. Tra le squadre non c’è un grande divario, sono tutte ben attrezzate. Il Trapani gioca bene, il Catania ha costruito una squadra per vincere. Poi occhio al Monza, che è una corazzata”.

Uno sguardo alla A: chi per il quarto posto?
“L’Atalanta vista contro il Napoli ha mostrato un bel gioco. Vincere a Napoli non capita spesso, la Dea sta facendo un grandissimo campionato. Così come Gattuso sta facendo un lavoro eccezionale, da inizio anno sento parlare di conferma o meno: tanti sono abituati a parlare del vecchio Milan che vinceva dappertutto. Non è facile lavorare con una squadra tutta nuova, il Milan non ha fuoriclasse ma giocatori che stanno facendo bene. Gattuso merita la riconferma”.

Serie B: promozione diretta, Lecce o il Palermo che cambia allenatore?
“Il Lecce con la vittoria a Perugia ha ottenuto un altro, l’ennesimo grande risultato. Domenica c’è Lecce-Brescia, partita entusiasmante. La lotta per il secondo posto è tra Lecce e Palermo. Per quanto riguarda il cambio di allenatore, a quattro partite dalla fine... non so perché il Palermo lo abbia fatto. Quando sei in una piazza così importante ci sono pro e contro. Quando non arrivano i risultati paga sempre l’allenatore”.

Come se la immagina la prima in B da allenatore?
“Non ci sto neanche pensando. Non sto riuscendo a realizzare che tutto sia accaduto per davvero... nessuno si aspettava la vittoria del campionato da parte nostra, pensare già al prossimo anno mi viene difficile. Mi godo il momento, è stato un anno bello, bellissimo, ma difficile”.

Una dedica?
“A tutte le persone che mi sono state vicine anche nei momenti felici. E in particolare voglio farla a due persone: mio zio e mio fratello che non hanno potuto gioire insieme a me, dall’alto mi hanno dato una grossa mano affinché tutto ciò si realizzasse”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

...con Ursino 24.05 - “Siamo già a lavoro per programmare la prossima stagione. Quando vedi il baratro e ti riprendi sai cosa fai? Riparti con grande entusiasmo, quindi cercheremo di fare una squadra da Crotone”. Così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Crotone, Giuseppe Ursino. Rohden dirà...

A tu per tu

...con Valcareggi 23.05 - “A Firenze si respira un brutto clima... ma ho l’idea che i viola si salveranno con i propri mezzi e non perderanno contro il Genoa. La proprietà è contestata, Corvino pure. Mi aspetto un colpo di coda, senza bisogno di badare agli altri campi”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore...

A tu per tu

...con Sebastiani 22.05 - “C’è entusiasmo, il clima è positiva. I ragazzi stanno bene. Sappiamo che l’avversario è difficile, ma ce la giochiamo”. Così a TuttoMercatoWeb il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, in vista della partita contro l’Hellas Verona. Playoff in corso, tra il caos della Serie...

A tu per tu

...con Tommasi 21.05 - Tanto caos in Serie B con l’esclusione del Palermo dai playoff con conseguente retrocessione all’ultimo posto per irregolarità amministrative. Aspettando il secondo grado, dove la difesa rosanero giovedì potrebbe anche ribaltare la sentenza di primo grado. E il caos viene alimentato...

A tu per tu

...con Materazzi 20.05 - “L’addio di Allegri alla Juventus? Dopo tanti anni penso sia anche giusto creare nuovi stimoli nei calciatori. È una scelta che comprendo, Allegri ha dato tanto e non può dare quel qualcosa in più”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Matteo Materazzi. Dove allenerà...

A tu per tu

...con Moggi 19.05 - “La Juventus non si farà trovare impreparata”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore generale bianconero Luciano Moggi dopo l’addio di Massimiliano Allegri. Se lo chiedono in tanti: chi il dopo Allegri? “Penso che abbiano già provveduto perché a giugno non bisogna trovarsi in...

A tu per tu

...con Antonelli 18.05 - “Il caos in Serie B? L’errore che facciamo è quello di decidere le cose all’ultimo momento. Arrivare all’ultimo crea questa confusione... non vado a sindacare su dove stia la ragione giuridica però i playoff si giocano e a questo punto non si può tornare indietro”. Così a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Corsi 17.05 - Partita da dentro o fuori per l’Empoli, che domenica sfiderà il Torino. “L’attesa la stiamo vivendo con entusiasmo, perché la squadra ha avuto una reazione importante attraverso il gioco e una condizione fisica giusta. Abbiamo la possibilità di giocarcela”, dice a TuttoMercatoWeb...

A tu per tu

...con Angelozzi 16.05 - Spezia-Cittadella a rischio, come la partita dell’Hellas Verona contro il Perugia. Giornata importante oggi per le sorti della Serie B, perché la Corte d’Appello della FIGC dovrà in camera di consiglio tenere conto e analizzare la richiesta di sospensiva cautelare dei playoff avanzata...

A tu per tu

...con Accardi 15.05 - “Provo grande tristezza...”. Esordisce così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato palermitano Beppe Accardi sulla sentenza del TFN che in primo grado ha decretato la retrocessione del Palermo all’ultimo posto del campionato di Serie B. Accardi, la sanzione è pesante. “Non si...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510