HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Serie A, le panchine iniziano a scottare: chi subirà il primo esonero?
  Gian Piero Gasperini (Atalanta)
  Sinisa Mihajlovic (Bologna)
  Eugenio Corini (Brescia)
  Rolando Maran (Cagliari)
  Vincenzo Montella (Fiorentina)
  Aurelio Andreazzoli (Genoa)
  Ivan Juric (Hellas Verona)
  Antonio Conte (Inter)
  Maurizio Sarri (Juventus)
  Simone Inzaghi (Lazio)
  Fabio Liverani (Lecce)
  Marco Giampaolo (Milan)
  Carlo Ancelotti (Napoli)
  Roberto D'Aversa (Parma)
  Paulo Fonseca (Roma)
  Eusebio Di Francesco (Sampdoria)
  Roberto De Zerbi (Sassuolo)
  Leonardo Semplici (SPAL)
  Walter Mazzarri (Torino)
  Igor Tudor (Udinese)

La Giovane Italia
Altre Notizie

RBN, Condò: "De Ligt acquisto storico per la Juventus, più di CR7"

17.08.2019 19:53 di Alessandra Stefanelli   articolo letto 14254 volte

Ai microfoni di Radio Bianconera, in vista dell’amichevole Triestina-Juventus, è intervenuto in giornalista de La Gazzetta dello Sport e di Sky Sport Paolo Condò, triestino di nascita: “Il mercato non è ancora concluso e secondo me, mai come quest’anno, il giudizio definitivo potrà essere dato solo il 2 settembre. C’è stata una netta divisione tra il periodo delle cessioni e quello delle acquisizioni. De Ligt secondo me è un acquisto straordinario, quasi storico. Cristiano Ronaldo è arrivato in un periodo particolare della sua carriera. CR7 in quel momento poteva andare solo alla Juventus o al PSG, ma non lo vedevo nel campionato francese. De Ligt invece è un ragazzo giovanissimo, tutte le grandi squadre d’Europa lo volevano. Sarà uno dei 2-3 difensori più forti del prossimo decennio e la Juventus ha battuto la concorrenza di grandi squadre. Lì però sono iniziati i problemi, quei soldi spesi devono rientrare da un’altra parte. L’unico giocatore che può garantire una plusvalenza così grande è Dybala. Anche la cessione di Kean a un certo punto è stata necessaria visto che non si riuscivano a cedere Higuain e Mandzukic. È stata una cessione dolorosa perché Kean poteva essere un giocatore del vivaio per le liste Champions. La Juventus è uno degli otto club top al mondo, questo ti porta ad avere grandi ricavi ma anche un grande monte ingaggi”.

Su Sarri: “I rinnovi di Khedira e Mandzukic dimostrano che fino a un certo punto la Juventus pensava di andare avanti con Allegri, poi dopo la sconfitta con l’Ajax probabilmente hanno cambiato idea. Poi è chiaro che se decidi di cambiare Allegri devi andare su un profilo completamente diverso e quindi Sarri era il profilo ideale. Io conosco bene Guardiola, nel momento in cui ha detto che non sarebbe andato alla Juventus lo pensava davvero. Io penso che prima o poi verrà in Italia e allenerà la squadra più forte d’Italia, quindi la Juventus”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Gazidis, ci scusi: può illustrarci il piano di sviluppo del Milan? Conte, bene (il derby) ma non benissimo (la Champions). Napoli show, Juve sveglia Per fare processi è presto; poi ci sono i giudici e non i giornalisti. Ogni tanto, però, vale la pena farsi delle domande anche se mai si avranno delle risposte. La storia del Milan, da anni ormai, viene presa a calci in faccia e non possiamo far finta di nulla. Di chi è la colpa?...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510