HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Politano verso il Napoli, è l'acquisto giusto?
  Sì, dà un'alternativa all'irriconoscibile Callejon dell'ultimo periodo
  No, al Napoli sarebbe servito un giocatore diverso
  No, il campionato azzurro è compromesso, a prescindere dagli arrivi

La Giovane Italia
Editoriale

L'Atalanta potrebbe essere un piccolo Leicester? Conte vince sempre, la Juventus anche ma non convince. Sarà un gran campionato, in attesa di tornare a sette sorelle

Nato a Bergamo il 23-06-1984, vive a Firenze. Giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
29.09.2019 13:15 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 44047 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

La copertina è meritata, almeno stavolta. L'Atalanta ha strapazzato il Sassuolo, per meriti suoi, arando le fasce per un tempo, siglando quattro gol, rischiando di farne altri due o tre. Uno a quattro meritato, forse persino stretto. Ed è ancora più impressionante pensare che gli uomini di Gian Piero Gasperini stiano giocando da dodici gare in trasferta, causa inagibilità a Bergamo per il rifacimento della Curva Nord. Tre sconfitte da aprile a oggi: una contro il Torino, con tanti tiri in porta ma zero punti. Una contro la Lazio, in finale di Coppa Italia. L'altra a Zagabria, in Champions League. Il giorno stesso Gasperini abbassava la tensione, dicendo che non era stato un problema di mentalità. Chiedete a un calciatore cosa significa la musichetta, l'avvicinamento, l'impatto. La serata storta sembrava Inter-Atalanta 7-1, da lì in poi un pareggio al novantesimo, contro la Fiorentina, due vittorie contro Roma e Sassuolo, una superiorità schiacciante, il ritorno ad essere l'attacco migliore del campionato. Questione di approccio e di paura, con lo Shakhtar bisogna tornare alla normalità. Può l'Atalanta essere il Leicester di Ranieri? La risposta è no, almeno per il momento. Perché Inter e Juventus non sbagliano un colpo, mentre gli uomini di Ranieri hanno avuto la possibilità di un cortocircuito generale: se il City avesse raggiunto i 97 punti dell'anno scorso, Ranieri non avrebbe vinto. La Juventus ha le potenzialità per farlo, l'Inter ci sta lavorando, l'Atalanta no, anche se ha il record di punti nell'anno solare 2019. Ma la bellezza fa parte del calcio, i nerazzurri sono un patrimonio, così come Gasperini, tanto burbero quanto straordinario protagonista di questo piccolo miracolo sportivo.

Intanto Antonio Conte vince. Sempre. Con regolarità. Anche lui ha fatto un passo falso contro lo Slavia Praga, c'è il Barcellona ad aspettarlo nei prossimi giorni, sarà la misura della Champions dell'Inter. Sei vittorie in sei partite, sulla scia di Klopp del Liverpool, sette su sette. Peccato che fra una settimana, domenica sera, sarà tempo di Inter-Juventus, a San Siro. Un grande capitolo del calcio. Nel frattempo la gara contro la Sampdoria ha fatto capire delle cose: Lautaro deve crescere, Sanchez ha ancora un po' di ruggine addosso, Sensi trasforma in oro quello che tocca. Bastoni può essere importante, Handanovic qualche volta prende gol (ma poi torna decisivo), Brozovic può essere un fattore. Dall'altra parte la consistenza del primo tempo sampdoriano ha la stessa di quella del Sassuolo, con la fortuna di un paio di imprecisioni (Lautaro su tutti) e l'incredulità di tiri deviati e smorzati che alla fine terminano in rete. Conte vince, lo fa sempre, non ha intenzione di mollare. Il campionato è lungo, lo sa bene.

Così come lo sa bene la Juventus che, però, non convince. Soffre, va sotto con il Brescia e con il Verona, vince uguale. Con la SPAL ha 42-43 minuti di passaggio a vuoto, poi accelera e vince senza grossi problemi. Sarà il primo banco di prova anche per le ambizioni di Maurizio Sarri, visto che con la Fiorentina ha faticato e non poco, meritando probabilmente la sconfitta, non arrivata anche per un questioni di centimetri. La Juventus rimane superiore a tutte, per una questione tecnica. I dettami di Sarri sono difficili da assimilare, ma se non dovesse vincere, pur trasmettendo spettacolo, ci sarebbe un'analisi serena del suo operato? Rimane una sensazione: la Juventus vincerà, ma avremo un grande campionato al vertice. Napoli compreso, anche se è un pelino indietro rispetto agli altri.

E la cosa bella sarebbe proprio quella di tornare a sette sorelle. Che il Milan riuscisse a comprare campioni, al di là delle smentite di Elliott e Louis Vuitton - molti contatti negli scorsi mesi, nonostante le smentite di rito, e una due diligence che ha frenato molte cose - praticamente congiunte nei tempi. Un fondo solitamente tenta di vendere e farci soldi, impegnare tempo e risorse porta a meno profitto, soprattutto se non finisci in Champions League. La Lazio soffre del solito problema di non volere crescere, facendo un mercato fin troppo oculato, al di là dei trofei alzati da Lotito. Mentre Fonseca dovrà ricostruire la Roma dopo un paio di passaggi a vuoto: la Capitale è piazza emotiva, arrivare al quarto posto sarebbe già un grande risultato.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Eriksen domenica a San Siro col Cagliari. Ora Llorente o Giroud. E Marotta non molla Allan. Politano e Mateta al Napoli, via Mertens e Callejon. Juve, cinquanta milioni per Tonali. Milan, Paquetà vuole il Psg. Roma su Januzaj e Mandragora 24.01 - Eriksen farà di tutto per vedere l’Inter dal vivo già domenica prossima, vuol essere a San Siro per la gara contro il Cagliari per inserirsi prima possibile nel mondo nerazzurro. Il danese è il colpo di gennaio, l’uomo di classe e di esperienza internazionale che può avvicinare l’Inter...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Politano Napoli, avanti con decisione: spunta anche Llorente. Via vai in casa Milan, la Fiorentina e le nuove idee. Due ritorni in difesa per Genova... 23.01 - Un'altra trattativa che procede spedita. E ancora una volta Politano protagonista. Dopo l'affare saltato con la Roma è il Napoli a farsi sotto con grandissima decisione. E dopo le chiacchierate al telefono (pre e post partita di coppa) il Napoli è passato ai fatti. Incontro con l'Inter...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

L’Inter alza l’offerta per Eriksen: 18 milioni. Apertura Spurs, ecco i dettagli. Altro che Politano, la Roma è già su Shaqiri. Manovre estere: Manchester United con 55 milioni per Bruno Fernandes 22.01 - Ci siamo. L’Inter avanza su più fronti per chiudere con manovra a tenaglia su Eriksen. Prima sul giocatore: accordo totalmente raggiunto, male che vada il danese arriverebbe a giugno. Ma soprattutto con il Tottenham, per avere Eriksen subito. E per questo l’Inter ha presentato una...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: una (non) novità di mercato e l'idea di Sarri su Ronaldo. Inter: la cifra per Eriksen, il piano per Moses e... un po' di calma. Milan: Ibra ma non solo Ibra. Napoli: sta accadendo qualcosa di grottesco 21.01 - Dieci giorni e finisce il mercato. Se questa notizia vi intristisce avete un problema. Procediamo. L’Inter ha giocato una partita discretamente brutta a Lecce. I padroni di casa hanno alzato le barricate in modo intelligente ed efficace, i loro avversari non hanno trovato alternative...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Marotta-Ausilio, una decisione per il bene dell'Inter. Napoli, crisi senza fine. Milan a 2 punte: serviva anche la fortuna. Lazio, che show 20.01 - Secondo pareggio di fila, questa volta più indigesto rispetto a quello precedente con l'Atalanta. Il Lecce si conferma fermagrandi. Al Via del Mare, dopo la Juventus, non passa neanche l'Inter. I problemi, però, restano. Per la corsa al titolo questi due punti pesano. Eccome. La settimana...

Editoriale DI: Marco Conterio

Il naufragio della trattativa tra Inter e Roma è la triste fotografia di questo mercato. Le lacrime di Politano, lo sguardo di Spinazzola e il peso dei giocatori nel calcio di oggi 19.01 - Matteo Politano, con la sciarpa della Roma, aveva un sorriso grande come un sogno. Sulla pelle un tatuaggio: Matteo bambino, la sedici sulle spalle troppo larga per contenere tutte le speranze. Ai piedi un Super Santos, davanti San Pietro. Davanti Roma, casa, terra premessa e ora...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Inter, Eriksen in dirittura d’arrivo, accelerata per Moses. Lazaro in uscita, Vecino ha mercato in Premier. Il Milan pensa a Olmo per il dopo Suso. Il Napoli insiste per Amrabat, Llorente e Ghoulam restano 18.01 - L’Inter è sempre più vicina ad Eriksen. Il giocatore ha già comunicato al Tottenham di volere andare via a gennaio e ha scelto il club nerazzurro. La cena di mercoledì sera tra Marotta e il suo agente ha suggellato definitivamente l’operazione. Ora serve solo limare un po’ la distanza...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter da scudetto: presi Eriksen, Young, Giroud e Spinazzola. Vidal in attesa. Milan, Under per Suso. Rrahmani del Napoli. Gasperini, clamoroso autogol 17.01 - Presi Young, Giroud e Spinazzola, praticamente fatta per Eriksen: è il grande giorno dell’Inter. E se qualcuno poteva avere ancora qualche dubbio, Marotta e Ausilio li hanno spazzati via tutti: i nerazzurri vogliono lo scudetto. La strategia già chiara da qualche settimana sta diventando...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Inter scatenata: blitz a Londra, ancora attesa per lo scambio con la Roma, e anche il Milan ora parla con i giallorossi 16.01 - Si muove - eccome - il mercato, fra Milano, Londra e Roma. Andiamo per ordine. Intanto blitz a Londra di Piero Ausilio, volato nella capitale inglese per approfondire i discorsi relativi a Eriksen e Giroud. Sul danese si è certificata, in un ulteriore incontro con il suo procuratore,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Eriksen-Inter: ci siamo. PSG sorpassato, ecco la richiesta del Tottenham. Il Best XI del girone d’andata: vince l’Inter, i tifosi non votano Cristiano Ronaldo, quattro allenatori davanti a Conte 15.01 - Si entra nel vivo. Giro di boa del mercato di gennaio, e l’Inter prova a sferrare l’attacco decisivo per Eriksen. La settimana scorsa vi informavamo di come i nerazzurri fossero davanti a tutti nella trattativa per il giocatore, adesso dopo 7 giorni la situazione è in rapidissima...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510