Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / I fatti del giorno
Pazza Inter, rimontala: da 3-0 a 3-3. Otto cambi sono troppi? Inzaghi: "Colpa dell'approccio"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 30 novembre 2023, 00:53I fatti del giorno
di Ivan Cardia

Pazza Inter, rimontala: da 3-0 a 3-3. Otto cambi sono troppi? Inzaghi: "Colpa dell'approccio"

Al Da Luz si giocano due partite in una. La prima, l'Inter la perde malamente; la seconda, la vince in maniera netta. Risultato finale: il 3-3 contro il Benfica. Figlio dei cambi, tanti, decretati da Simone Inzaghi: otto rispetto al derby d'Italia appena giocato in campionato contro la Juventus. Arrivati, giocoforza, per tante ragioni: perché la gara del Portogallo è quasi irrilevante, perché domenica c'è il Napoli. E poi lo stesso Inzaghi indica nell'approccio, non negli uomini, il motivo per un primo tempo da incubo.

Joao Mario MVP, Inter a due facce. Pochi dubbi sul migliore in campo: 8 in pagella all'ex Joao Mario, autore di tre gol nel primo tempo. Quasi impossibile dare i voti all'Inter, che nella prima frazione di gioco si rende protagonista di svarioni clamorosi con tutti i suoi interpreti e nella ripresa torna lo squadrone a cui siamo abituati. 7 a Sanchez, per citare il migliore.


Inzaghi: "Mi prendo il secondo tempo, so di avere venti titolari". Il tecnico piacentino guarda al bicchiere mezzo pieno, anche con un po' di rammarico per il legno colpito da Barella nel finale: "All'intervallo potevo cambiarne 4-5, ma non era questo il problema - ha spiegato Inzaghi in sala stampa - era una questione di approccio, che in Champions non possiamo avere così. Mi tengo la prestazione: non ho undici titolari, ma ne ho venti". Per il primo posto, sarà decisivo l'ultimo confronto del girone a San Siro contro la Real Sociedad: all'Inter serve solo una vittoria.