HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

La Giovane Italia
Serie A

Lazio, Robben e Keita: tra verità e fantamercato

12.06.2019 09:00 di Riccardo Caponetti   articolo letto 20714 volte
© foto di Imago/Image Sport

La Lazio in estate farà un colpo a effetto. Questa la linea guida che bisogna tracciare per disegnare i movimenti dei biancocelesti nel prossimo mercato. Da qui bisogna partire per capire alcune dinamiche e accostamenti. Tare ha stupito diverse volte i tifosi, che sognano un colpo alla Klose o alla Leiva. Campioni con la c maiuscola. Come lo è anche Arjen Robben, il cui contratto con il Bayern Monaco scadrà il prossimo 30 giugno. Il 35enne esterno non rinnoverà, ha già salutato tutti i bavaresi che per oltre 10 anni lo hanno ammirato. È stato accostato alla Lazio. Sarebbe una grandissima operazione, sia sportiva che soprattutto a livello mediatico e di marketing. La suggestiva idea è complicata, molto. L’ostacolo è solo uno ma è quasi insormontabile. Robben prende circa 10 milioni di euro di ingaggio, più del triplo di quanto prendono Immobile e Leiva, due dei più pagati a Formello. Obiettivamente, anche se Tare vorrà pescare il jolly dal mazzo, la carta olandese appare poco probabile. Per lui si prospetta un ritorno a casa (Groningen o PSV) oppure un’esperienza in Canada.

Capitolo diverso per Keita Balde Diao. Il senegalese, arrivato in prestito all’Inter la scorsa estate, non verrà riscattato e tornerà al Monaco. Il giocatore a Milano non ha convinto, troppo discontinuo. Cinque gol e tre assist, un bottino troppo magro per poter giustificare un investimento di 34 milioni di euro. È in cerca di una sistemazione e nelle ultime ore si è parlato di un possibile riavvicinamento con Inzaghi, che due estati fa ha provato fino alla fine a convincerlo a rimanere alla Lazio. Tra i due non ci sono mai stati problemi, che invece ci sono con Lotito, Tare e alcuni suoi ex compagni. Non si è lasciato bene Keita con la società, soprattutto per la presenza del suo ex agente Calenda. Insulti, incomprensioni e attacchi via social. Anche se la procura adesso è in mano a Federico Pastorello, difficilmente il duo alla guida del club romano riprenderebbe l’esterno, che a livello tecnico non si discute. Un altro aspetto da considerare è come verrebbe riaccolto dallo spogliatoio. È nota la storia di alcuni dissidi con dei senatori biancocelesti, come Lulic, Parolo e Radu, che in passato non hanno apprezzato alcuni suoi atteggiamenti poco professionali. Difficilmente tollererebbero un suo ritorno, che a oggi appare poco probabile. Troppi contro e pochi pro, ma nel calcio tutto può succedere. D’altronde non sempre le linee guida tracciate a giugno non subiscono deviazioni.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

L'Italia scrive la storia: 2-0 alla Cina e quarti di finale conquistati L'Italia di Milena Bertolini scrive la storia. Negli ottavi di finale le azzurre battono 2-0 la Cina e per la prima volta superano una fase a eliminazione diretta conquistando i quarti di finale dove troveranno una fra Olanda e Giappone (in campo alle 21:00). Decidono le reti di Valentina...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510