HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Serie A 2019/2020?
  Juventus
  Napoli
  Inter
  Roma
  Milan

La Giovane Italia
Serie A

LIVE TMW - De Ligt: "Sarri uno dei motivi che mi ha spinto a venire alla Juve"

19.07.2019 10:26 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 32683 volte

Dopo l'ufficialità arrivata ieri mattina è arrivato il momento della presentazione ufficiale per Matthijs de Ligt da giocatore della Juventus. Alle 10 l'olandese si presenterà nella sala stampa dell'Allianz Stadium per rispondere alle domande dei giornalisti. Segui il live testuale sulle pagine di Tuttomercatoweb.com.

10.08 - Inizia la conferenza stampa: "Nell'esperienza che ho avuto con l'Ajax ho già giocato tante partite, voglio imparare ancora tanto ma ho già esperienza per avere solo 19 anni".

Quali sono le prime sensazioni da juventino?
"È stato un grande onore vedere tutti i tifosi bianconeri darmi tutto questo calore, spero di ricambiare".

Come ha vissuto il suo primo trasferimento?
"Ho fatto un grande passo, fuori dal mio paese e all'inizio mi dovrò abituare".

Le parole di Ronaldo in Nations League hanno inciso nella sua decisione?
"In quel momento stavo decidendo, avevo già un'idea ma stavo riflettendo. Ero abbastanza sicuro che sarebbe stata la Juventus il mio prossimo club ma le parole di Ronaldo mi hanno aiutato, anche se non hanno fatto la differenza".

Quando ha deciso?
"Ci ho pensato molto, avevo deciso di aspettare la fine delle vacanze ma l'idea era quella. La decisione l'ho presa dopo la prima finale giocata con l'Ajax l'anno scorso. In molti parlano di me, voglio dare il meglio di me".

Ha sentito Sarri prima del trasferimento?
"Sì, ci siamo sentiti brevemente per iniziare a conoscerci. Lui è uno dei motivi per cui ho scelto la Juventus, mi piace il suo modo di allenare, il calcio che fa, come prepara le partite e come fa difendere la squadra. In tanti parlano benissimo del mister".

Perché ha postato una foto di quando era bambino con la maglia della Juventus?
"Da piccolo mi piaceva molto Fabio Cannavaro e per questo avevo la maglia bianconera. Sono fan della Juve fin da quando ero bambino".

Che impressione le hanno fatto i tifosi della Juventus?
"Abbiamo giocato qui con l'Ajax nei quarti di Champions e l'atmosfera era eccezionale. Questo è un grandissimo stadio, voglio dare il meglio di me. I tifosi sono grandiosi, incitano sempre la squadra".

La Champions manca da tempo. Le hanno detto che sarebbe importante vincerla?
"Vogliamo vincere tutto, abbiamo quattro obiettivi, campionato, Coppa Italia, Supercoppa e Champions. Ci proveremo".

Perché ha scelto la Juve e non Barcellona o PSG?
"Come ho detto è stato un processo lungo, mi stavo guardando interno. L'Italia ha una grande tradizione per i difensori. Per me è una grande sfida, la Juve poi mi ha fatto vedere di credere molto in me e mi hanno voluto fortemente".

Quali sono stati gli attaccanti più forti che ha marcato?
"Penso che ci siano diversi attaccanti, ovviamente Ronaldo ma anche Mandzukic, sono entrambi forti di testa. Douglas Costa poi è molto veloce. Non sono però gli unici attaccanti difficili da marcare. Ogni volta è una sfida".

Dove vuole migliorare?
"Adesso che sono alla Juventus voglio poter fare sempre meglio. Sono giovane e voglio lavorare giorno per giorno per migliorare tutte le mie caratteristiche".

Quanto pesa il prezzo che la Juve ha pagato?
"La pressione è normale nel calcio, quando un club ti acquista per così tanti soldi è normale. Voglio gestire la pressione, voglio lavorare, poi vedremo sul campo. Per me comunque non è un problema".

Cosa rappresenta per lei il numero 4?
"È speciale per me, l'ho sempre indossato fin da quanto ero giovanissimo. Era libero alla Juventus e sono contento. Ho sentito tante storie su questo numero alla Juve e ho un'eredità da portare avanti: spero di essere all'altezza".

Dall'Ajax dei giovani, alla Juventus degli esperti.
"È diverso, è vero. Voglio imparare dai più esperti come Buffon, Chiellini e Ronaldo. Per me è molto importante".

Quali sono i suoi obiettivi?
"La cosa più importante è riuscire ad adattarmi il prima possibile. Poi è chiaro, ogni giocatore vuole giocare il più possibile. Voglio migliorare per raggiungere tutti i miei obiettivi".

10.26 - Termina qui la conferenza stampa di presentazione di De Ligt.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

L'apertura di Tuttosport sulla Juventus: "Re Giorgio" "Re Giorgio". Questo il titolo in prima pagina dell'edizione odierna di Tuttosport. E' bastato infatti un gol di Giorgio Chiellini alla Juventus per battere il Parma nel primo anticipo del sabato della prima giornata di Serie A. I bianconeri di Sarri si sono imposti 1-0 al "Tardini". Spettacolo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510