HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

La Giovane Italia
Serie A

Mbappé spaventa il PSG: uno tra lui e Neymar è di troppo

20.05.2019 12:42 di Gaetano Mocciaro  Twitter:    articolo letto 12545 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Non più tardi di un mese fa, Kylian Mbappé aveva assicurato la sua permanenza al Paris Saint-Germain. Era il 22 aprile quando al termine della partita contro il Monaco che aveva sancito il titolo del PSG annunciava: "Sono qui, sono nel progetto. È un bene per il Real Madrid se c'è Zizou ma li guarderò semplicemente da ammiratore" (VEDI LINK). Lo stesso tecnico Thomas Tuchel (VEDI LINK) si era sbilanciato: "Il presidente mi dice sempre che non ci sono chances per altri club di prendere Kylian quest'estate. Sono sempre stato convinto che sarebbe rimasto con noi ed è importante per raggiungere i nostri obiettivi. Per vincere abbiamo bisogno di giocatori come Kylian: è un giocatore decisivo, può migliorare".

Da allora a oggi le cose sembrano essere cambiate. In mezzo una finale di Coupe de France persa e la presenza ingombrante e ben più remunerata di Neymar. Il brasiliano in questa stagione ha segnato 15 reti in meno e ancora una volta ha giocato molte meno partite a causa degli infortuni. "Voglio prendermi maggiori responsabilità" ha dichiarato Mbappé ieri sera ritirando il premio di miglior giocatore della Ligue 1. Della serie: il giocatore vuole essere il leader riconosciuto della squadra. Che sia al Paris Saint-Germain: "O altrove" fa sapere.

Chi ambisce ad essere il numero uno al mondo non può essere il numero due nella sua squadra. Lo stesso ragionamento che portò Neymar a lasciare il Barcellona per non rimanere all'ombra di Messi. E la suggestione Real Madrid torna in auge.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Pillon “Il bilancio del lavoro fatto a Pescara direi che è positivo. Quest’anno siamo partiti per fare un campionato tranquillo e invece siamo arrivati ad un passo dalla Serie A...”. Così a TuttoMercatoWeb Bepi Pillon commenta la sua esperienza al Pescara. Deluso dalla mancata conferma,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510