Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Pasquale Marino: "Il poco utilizzo di Sebastiano Esposito? A me interessa la SPAL"

Pasquale Marino: "Il poco utilizzo di Sebastiano Esposito? A me interessa la SPAL"
martedì 29 dicembre 2020 13:34Serie B
di Davide Soattin
fonte Inviato a Ferrara

Vigilia di SPAL-Brescia. Dopo la sconfitta con l'Ascoli, il tecnico biancazzurro Pasquale Marino è tornato a parlare nel corso della conferenza stampa di presentazione del match contro i lombardi. Non saranno convocati per l'incontro Viviani e Berisha. Di seguito, le dichiarazioni dell'allenatore siciliano.

Mister, più deluso o arrabbiato dopo Ascoli?
“Io sono deluso dal risultato. Non abbiamo sicuramente concretizzare diverse palle gol. Sottolineato che rispetto ad altre partite abbiamo tirato in porta più di 20 volte. Poi con la foga di riprendere a tutti costi la partita abbiamo concesso qualche ripartenza. Dobbiamo trasformare la rabbia in energia positiva per ripartire. In questo momento siamo due squadra diverse tra casa e trasferta”.

Che tipo di squadra è il Brescia e come cercherà di interpretare la partita?
“Il Brescia è una retrocessa dalla Serie A come noi. Ha un organico importante e ha cambiato diversi tecnici. Vorrà rifarsi dopo la sconfitta con l’Empoli e sarà un partita dura come le altre. In B non ci sono partite facili e abbordabili. Il livello è più alto rispetto agli scorsi anni, soprattutto dal punto di vista tecnico. Ci sarà da lottare e riprendere il nostro cammino. Siamo una squadra forte e dobbiamo dimostrarlo”.

La spaventa il minimo distacco che si è creato con Salernitana ed Empoli?
“Non ci eravamo esaltanti quando eravamo ad un punto e non ci spaventiamo oggi. Noi dobbiamo pensare partita dopo partita. Il campionato non si vince a dicembre. Dobbiamo pensare a giocare e a fare le prestazioni. Dove saremo lo vedremo più avanti. Non deve essere un problema. Anzi, ci deve dare più stimoli”.

Anche lei è stata una vittima di Massimo Cellino. Cosa ne pensa della sua abitudine a cambiare gli allenatori?
“Io guardo in casa della Spal. Ognuno è libero di fare delle scelte. Ormai nel calcio non mi meraviglio più di niente. Va bene così, dobbiamo saper cogliere le cose positive e negative del nostro lavoro”.

TMW - Si aspettava qualcosa di più da Sebastiano Esposito. Il ragazzo come sta vivendo il poco utilizzo?
“Preferisco non parlare dei singoli. Come Esposito ce ne sono tanti che non giocano. Normale che ci siano giocatori che vengono più utilizzati e altri meno. Penso a Murgia per esempio. A me interessa la Spal. Io non posso guardare ai singoli. Devo guardare chi fa meglio e sbagliare il meno possibile. Non guardo busta paga e data di nascita quando faccio la formazione, ma come stanno i ragazzi e le risposte che mi danno in allenamento. Io mi devo preoccupare di tutti. Al momento non posso dire niente di nessuno”.

TMW - Tra pochi giorni arriverà il 2021. Che cosa auspica per la Spal dal nuovo anno?
“Il mio auspicio è che i ragazzi continuino a fare sempre meglio, continuando a lavorare come già stanno facendo. Vorrei vedere una squadra che gioca bene in trasferta come lo fa in casa”.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000