Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

...con Joao Santos

...con Joao SantosTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alessio Alaimo
domenica 24 maggio 2020, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo
“Le big ancora protagoniste, ecco il mercato che verrà. B e C italiane e Portogallo, la crisi colpirà voi. Jorginho, se la Juve chiama perché no? Le medie dovranno vendere. Rafael e il Cagliari...”

“Le grandi faranno mercato, le medio piccole cercheranno di mantenere gli organici attuali ma non sarà semplice per tutte”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Joao Santos, brasiliano e residente in Turchia, che annovera tra i suoi assistiti fra gli altri il centrocampista del Chelsea, Jorginho, prova a ridisegnare il prossimo calciomercato con la crisi dovuta al Coronavirus.

Chi risentirà di più della crisi?
“La crisi è globale, il calcio colpisce più i paesi dove non c’è grande competitività. Ad esempio il Portogallo. Oppure le Serie B e C italiane, oggi manca la biglietteria, probabilmente anche qualche sponsor. Sarà difficile”.

Le grandi potranno fare mercato. Quindi la Juventus, potrebbe tornare su Jorginho...
“Non so se la Juve voglia Jorginho, che ha tre anni di contratto con il Chelsea. Vedremo...”.

Il suo assistito ha voglia di tornare in Italia?
“È un professionista, se una squadra importante chiama beh, perché no?”.

Le squadre di fascia media proveranno a vendere i propri calciatori per fare cassa?
“Credo che davanti ad una proposta importante possa essere presa in esame la cessione dei calciatori più importati. Di fronte ad offerte di spessore sarebbe opportuno vendere i propri calciatori”.

Quanto durerà queso momento?
“Solo un anno. Poi piano piano il sistema si riprenderà”.

Rafael: quale futuro?
“È in scadenza con il Cagliari, vedremo se rinnoveremo. È in Italia da più di dieci anni, secondo me una squadra, se non rinnova, la troviamo”.