Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
live

Coronavirus, Giampaolo e Pioli positivi. Per Mancini oggi l'esito del tampone

LIVE TMW - Coronavirus, Giampaolo e Pioli positivi. Per Mancini oggi l'esito del tamponeTUTTOmercatoWEB.com
domenica 15 novembre 2020 23:15Altre Notizie
di Redazione TMW

8.45 - Mancini rischia di saltare anche la sfida con la Bosnia - L'Italia rischia di andare a giocarsi la possibilità di accedere alla Final Four ancora una volta senza Roberto Mancini in panchina. Il Corriere dello Sport oggi in edicola titola: "Oggi l'esito del tampone. Ultima chiamata per Mancini". Una settimana partita con la convocazione di 45 giocatori, e chiusa ieri con 28 e senza CT. Roberto Mancini saprà questa mattina se il tampone effettuato ieri darà finalmente esito negativo, dopo due settimane di positività asintomatica. Ultima chiamata dunque per il CT azzurro, che altrimenti dovrà dare forfait anche questa volta.

DOMENICA 15 NOVEMBRE -

19:57 - Ceferin: "Chiuderemo la stagione. I tifosi torneranno - Intervistato da Marca, il presidente della UEFA Aleksander Ceferin ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla ripartenza del mondo del calcio dopo la prima ondata di Covid e sulla Superlega: “Sicuramente non è stato facile ripartire, bisognava stilare un protocollo, fare i test a tutti. Io credo che concluderemo la stagione, sebbene non dipenda solo dalla UEFA ma anche dai governi. Ad essere onesti, però, probabilmente il calcio è uno dei settori più sicuri, in nessun settore i lavoratori vengono testati con questa frequenza”.

Sull’assenza dei tifosi: “È difficile descrivere la sensazione che provi in uno stadio senza tifosi, è sicuramente molto triste perché il calcio appartiene ai calciatori e ai tifosi. Tutti gli altri, dirigenti, arbitri, delegati, la stampa sono una parte secondaria. Senza calciatori non può esserci calcio. Il calcio senza tifosi non può essere per sempre.

16.48 - Gravina: "Non c'è il rischio che si fermino i campionati" - Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha parlato così a Sky Sport a poche ore dalla sfida di Nations League dell'Italia contro la Polonia: "Non c'è alcun rischio di stop ai campionati. Si gioca troppo? La Nazionale tornerà a marzo".

15.31 - Marco Giampaolo positivo al Covid - Breaking news da Sportitalia. Secondo l'emittente, l'allenatore del Torino Marco Giampaolo è risultato positivo al Coronavirus. Il tecnico granata è già stato messo in isolamento domiciliare e potrebbe quindi saltare la gara di campionato prevista per il 22 novembre contro l'Inter.

12.20 - Immobile si muove con tamponi privati - Per Ciro Immobile niente Italia e dunque presumibile positività al solito gene "N" confermata. L'attaccante della Lazio sperava di raggiungere a Reggio Emilia, dove la Nazionale questa sera sfiderà la Polonia per la gara di Nations League, i suoi compagni azzurri. E invece è rimasto a casa. Come riporta La Gazzetta dello Sport, Ciro, disorientato e stanco di questo balletto dei tamponi con risultati alterni, si sarebbe rivolto privatamente a due laboratori di Roma per sottoporsi a nuovi controlli molecolari, fatti a casa per non violare la quarantena. L'esito lo avrà oggi ma non cambierà le cose: essendo analisi private, Immobile non potrà giocare Italia-Polonia. Qualora i tamponi dovessero dare risultato negativo, forse Ciro potrebbe esserci per la partita contro la Bosnia. Sono controanalisi fatte in privato che servono a dare due responsi in più, ma per dare il via libera definitivo al ritorno del bomber in campo c'è bisogno dei tamponi istituzionali. L'attesa di Immobile continua.

11:04 - Brozovic spera di negativizzarsi entro il Real Madrid - Non ci sarà con il Torino perché positivo al coronavirus, ma Marcelo Brozovic spera di recuperare almeno per ilo big match col Real Madrid in programma tra dieci giorni esatti. Lunedì 23 novembre il centrocampista dell'Inter sarà sottoposto a nuovo test e se dovesse negativizzarsi potrebbe anche giocare in Champions. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport.

10:15 - Tampone dubbio per Gagliardini, presto nuovo test - Altro tampone dubbio per Roberto Gagliardini e la Nazionale ha deciso di rispedirlo a Milano. Il centrocampista dell'Inter, che ha già avuto il virus e lo ha superato, appartiene a quell’ampia fetta di guariti (per gli scienziati circa il 20% del totale) che può avere ancora temporaneamente qualche innocuo detrito virale nelle cavità nasali. A riportarlo è La Gazzetta dello Sport. Dopo un tampone ulteriore fatto ieri in nazionale, Gagliardini ne farà un altro domani a Milano: se tutto andrà come sembra, potrebbe tornare immediatamente in gruppo. E non dovrà neppure sottoporsi a isolamento fiduciario non essendo un "nuovo positivo". Insomma, tutto lascia credere che Conte lo avrà a disposizione senza ansie già dal Torino.

DOMENICA 15 NOVEMBRE

20.31 - Borja Mayoral: "Covid? Non mi preoccupa, l'ho già preso" - "Abbiamo qualche positivo in squadra, ma non sono molto preoccupato per il Covid perché già l'ho avuto" ha detto Borja Mayoral, attaccante della Roma, in una diretta Instagram questo pomeriggio. Poi continua: "Ho avuto qualche sintomo la scorsa estate, ma poi ho potuto finire il campionato. Ora sono più tranquillo perché ho sviluppato gli anticorpi e penso di non potermi contagiare di nuovo".

17.18 - Oggi in Italia 37.255 nuovi contagi - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 227.695 tamponi e individuati 37.255 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 688.435, 24.515 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 544 persone affette da Coronavirus per un totale di 44.683 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 688.435
Deceduti: 44.683 (+544)
Dimessi/Guariti: 411.434 (+12.196)
Ricoverati: 34.704 (+560) di cui in Terapia Intensiva: 3.306 (+76)
Tamponi: 18.683.111 (+227.695)
Totale casi: 1.144.552 (+37.255, +3,36%)

15.57 - Inter, Gagliardini torna a casa. Tampone dubbio con la Nazionale - Il centrocampista dell'Inter, Roberto Gagliardini, ha lasciato il ritiro azzurro a seguito di un tampone ritenuto dubbio. Il calciatore, che già era stato trovato positivo a inizio ottobre e poi guarito, ha fatto rientro in via precauzionale considerati i tempi stretti fra la partita con la Polonia e il conseguente transfer a Sarajevo per la Bosnia.

15.20 - Premier League, nuovo protocollo di Lega: test in aeroporto a chi torna dalle nazionali - I giocatori della Premier League di ritorno dalle partite con le proprie nazionali saranno testati in aeroporto appena tornati in Inghilterra. La decisione è arrivata dopo il nuovo protocollo della Lega, che irrigidisce le misure per i calciatori che tornano ad allenarsi con i compagni dopo le partite internazionali.

14.14 - Brozovic positivo, la Federcalcio croata annuncia: "Oggi raggiungerà Milano con un volo privato" - Isolato dal resto del gruppo della nazionale croata di Zlatko Dalic, in conseguenza della positività al Covid-19 riscontrata dopo l'ultimo tampone, oggi il centrocampista dell'Inter Marcelo Brozovic raggiungerà Milano con un aereo privato. A comunicarlo in una nota ufficiale è la HNS (la Federcalcio croata).

13.50 - Italia a Reggio Emilia, Mancini ancora a casa. Con la Polonia ci sarà Evani in panchina - L'Italia a Reggio Emilia, il suo ct Roberto Mancini ancora a casa, a Roma: non si sblocca la situazione del tecnico degli azzurri, in isolamento fiduciario da quando lo scorso 6 novembre è risultato positivo al Covid 19. Al gruppo degli azzurri che si è trasferito da Firenze a Reggio per la partita di Nations League contro la Polonia, in programma domani, non si uniranno né il ct né Ciro Immobile, è quanto filtra dalla nazionale, senza ufficializzazioni sugli esiti di nuovi test; ma è evidente che non vi è ancora l'ok dalle autorità sanitarie. Per questo in panchina domani a guidare l'Italia ci sarà di nuovo, come mercoledì a Firenze contro l'Estonia, Alberigo Evani, vice di Mancini.

13.22 - Lazio, niente Nazionale per Immobile. La ASL non lo libera - La ASL del Lazio non libera Ciro Immobile per la Nazionale. Il centravanti non potrà quindi raggiungere i compagni a Reggio Emilia per affrontare domani la Polonia, con Mancini (o Evani?) che non potrà utilizzarlo nella sfida contro la Polonia. Il giocatore ha appreso da poco la notizia, dovuta al gene N (ballerino negli ultimi tamponi): nonostante che gli ultimi due tamponi siano negativi, Immobile non farà parte del gruppo azzurro.

12.30 - Inter, tegola Brozovic: farà la quarantena in Svezia. Può saltare Torino, Real Madrid e Sassuolo - Tra risultati che non arrivano, infortuni da smaltire e questione Eriksen, Antonio Conte aveva almeno sperato di aver dribblato il Covid-19. E invece l'Inter dopo Nainggolan, Bastoni, Young, Skriniar, Radu, Gagliardini e Padelli (tutti guariti) deve fare i conti con una nuova positività, quella di Marcelo Brozovic. Il croato, che era nel gruppo della sua Nazionale, dovrà fare la quarantena in Svezia - riporta SportMediasetprima di rientrare in Italia, senza via libera per un ritorno anticipato e una veloce negativizzazione salterebbe di sicuro Torino, Real Madrid e Sassuolo: il tecnico nerazzurro studia nuove soluzioni.

11.44 - Stefano Pioli è positivo al Covid-19. Il comunicato del Milan: "Asintomatico e già in isolamento" - "AC Milan comunica che Stefano Pioli è risultato positivo ad un tampone rapido effettuato questa mattina. Informate le autorità sanitarie competenti, il tecnico, che non presenta sintomi, è stato prontamente posto in quarantena a domicilio. Tutti gli altri tamponi effettuati sul gruppo squadra sono risultati negativi. L'allenamento odierno è stato cancellato. Previo il monitoraggio previsto dal protocollo federale, la squadra riprenderà il programma di allenamento in vista della sfida contro il Napoli lunedì pomeriggio".

11.34 - Brozovic positivo e in isolamento. L'Inter è in stretto contatto col medico croato Nemec Con la positività di Brozovic riscontrata con la Croazia - sottolinea La Gazzetta dello Sport - l'Inter di Conte perde il proprio regista in un momento delicato e scivoloso. Da parte sua, l’Inter è in stretto contatto col medico croato Nemec che, tra l’altro, è capo della commissione Covid della Uefa.

11.13 - Rezza sul Coronavirus: "L'RT è di 1,43 è in discesa. Normale che altri indicatori siano in crescita" - Punto settimanale da parte del Comitato Tecnico Scientifico sulla situazione per il Coronavirus. "L'RT attualmente è di 1,43 e indicherebbe in via ipotetica di tendenza una certa diminuzione della trasmissione. L'RT è il primo parametro quando c'è una inversione, quindi c'è anche una diminuzione dell'RT ma un aumento dei casi, dovuta alla trasmissione precedente. Tanto è vero che gli altri indicatori sono in crescita, cioè i numeri di ricoveri ospedalieri e soprattutto il numero dei ricoveri di terapia intensiva, aumentato considerevolmente e da tenere in considerazione".

10.43 - Lazio, per Immobile tampone negativo. Potrebbe raggiungere la Nazionale - I tamponi della Lazio, processati da Futura Diagnostica - il laboratorio di Avellino a cui si è affidata la squadra di Lotito - avrebbe dato esito negativo. I due controlli consentono così di chiudere in anticipo la quarantena rispetto al protocollo FIGC, dopo che era risultato positivo al tampone del 6 novembre presso il Campus Biomedico. Possibile quindi la convocazione in Nazionale in tempo per la sfida con la Polonia.

10.23 - Caos Lazio, la Procura federale valuta nuovi interrogatori - Nuovi sequestri ordinati dal procuratore d'Onofrio per quanto riguarda il caso tampone in casa Lazio. La guardia di finanza ieri è piombata del laboratorio Futura Diagnostica di Avellino e si sarebbe anche recata presso l'Asl 1 di Roma con la quale la Lazio è stata in collegamento. Ieri sequestrati tutti i test molecolari da maggio. Continuano i controlli, anche se non sarà semplice certificare l'esecuzione e l'elaborazione dei tamponi, che essi si siano svolti regolarmente così come dice il laboratori di Avellino. Intanto c'è già stato un vertice per valutare nuovi interrogatori e il fronte si potrebbe chiudere con l'audizione di alcuni giocatori della Lazio o dei dirigenti dell'Asl. Un eventuale deferimento della Lazio non escluderebbe una responsabilità individuale dei giocatori, tenuti a conoscere e rispettare il protocollo. Un po' come accade per il doping. Lo riporto il Corriere dello Sport.

00.10 - Egitto, Salah sottoposto a un nuovo test: confermata la positività al Covid-19 La Federcalcio egiziana ha comunicato che Mohamed Salah si è sottoposto a un secondo test, che ha nuovamente evidenziato la positività al Covid-19 del calciatore del Liverpool. Il giocatore non mostra sintomi ed è stato prontamente isolato. Lo staff medico della Nazionale africana resta in contatto con quello dei Reds per gestire la situazione.

SABATO 14 NOVEMBRE -

23.13 - Croazia, anche Marcelo Brozovic positivo al Covid-19. L'Inter è stata subito avvisata - La Federcalcio croata ha annunciato la positività di un altro giocatore, dopo quella di Domagoj Vida: Marcelo Brozović e un membro dello staff tecnico sono risultati positivi e immediatamente isolati dal resto della squadra. L'Inter e gli epidemiologi svedesi sono stati informati. Nel rispetto del protocollo Return to Play della UEFA e delle misure epidemiologiche per prevenire la diffusione del coronavirus, nessuno degli altri membri della squadra nazionale necessiterà di autoisolamento.

22.50 - Juventus U23, concluso l'isolamento fiduciario domiciliare del gruppo squadra - Juventus Football Club comunica che, in applicazione delle normative e dei protocolli in vigore, si è concluso oggi il periodo di isolamento fiduciario domiciliare del gruppo squadra U23 precedentemente comunicato.

22.35 - Il ministro Speranza ha firmato l'ordinanza: "Campania e Toscana in zona rossa" - Il ministro della Salute Roberto Speranza ha confermato su Facebook le ultime decisioni prese in merito alla situazione dei contagi delle singole regioni: "Ho appena firmato un'ordinanza che istituisce due nuove aree rosse (Campania e Toscana) e tre nuove aree arancioni (Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche). So che stiamo chiedendo ancora sacrifici, ma non c'è altra strada se vogliamo ridurre il numero dei decessi, limitare il contagio ed evitare una pressione insopportabile sulle nostre reti sanitarie".

22.11 - Fiorentina, la Procura Federale apre un'indagine sui 5 nazionali che non hanno rispettato la bolla - La Procura Federale - riporta gazzetta.it - ha aperto un altro fascicolo per quanto riguarda un altro fronte, quello della rottura dell’isolamento da parte di cinque giocatori della Fiorentina all’inizio della settimana per giocare in Nazionale, una vicenda del tutto simile a quella che riguarda Cristiano Ronaldo e gli altri juventini subito dopo la sfida mancata con il Napoli. Milenkovic, Vlahovic, Martinez Quarta, Amrabat e Caceres avevano lasciato Firenze senza avere il via libera delle Asl competenti. E la stessa Fiorentina aveva segnalato il caso alla procura federale.

21.50 - Focolaio Ucraina, ben 5 positivi al COVID-19: 4 sono giocatori, a rischio la sfida con la Germania - Cinque membri del gruppo squadra dell'Ucraina sono risultati positivi ai test effettuati alla vigilia della sfida contro la Germania: si tratta di Andriy Yarmolenko, Viktor Tsygankov, Viktor Kovalenko, Serhiy Sydorchuk, e dell'assistente di mister Shevchenko, Vadym Komardyn. La partita con la Nazionale allenata da Joachim Low potrebbe essere a rischio. Domani alle 14, informa la Federazione, verranno effettuati nuovi test.

21.26 - Maldini: "Milan con 4/5 disponibili. Ma non dirò mai a un giocatore di non pensare alla Nazionale" - Intervenuto ai microfoni di Radio 105, Paolo Maldini, dirigente del Milan, ha parlato della situazione attuale dei rossoneri: "Abbiamo la squadra che è ridotta a 4/5 giocatori disponibili, ma non dirò mai di non pensare alla Nazionale. È un obiettivo per un giovane che gioca a calcio".

20.01 - Caos tamponi Lazio: sequestrata documentazione dei test processati. Sono circa un migliaio - La Procura di Avellino ha disposto il sequestro della documentazione che accompagna i tamponi processati fino ad oggi dal centro specialistico Futura Diagnostica di Avellino su gruppo squadra e staff della Lazio. Complessivamente si tratta di qualche migliaio di tamponi che la società del presidente Claudio Lotito ha commissionato fino ad oggi al centro guidato da Massimiliano Taccone, ad di Futura Diagnostica, iscritto nel registro degli indagati con le ipotesi di reato di falso, frode in pubbliche forniture ed epidemia colposa.

18.20 - Ricciardi: "2-3 settimane prima di decidere sul lockdown" - Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute: "Abbiamo 2-3 settimane di tempo per valutare cosa avverrà. Abbiamo attivato una serie di misure proporzionate alla circolazione del virus nelle specifiche aree d'Italia. Se queste vengono rispettate, saremo in grado di evitarlo. Se non ci dovessimo riuscire, tutte le regioni diverrebbero rosse, e di fatto il lockdown generalizzato si realizzerebbe nei fatti".

18.05 - Torino, nuova positività nello staff tecnico: il comunicato - Attraverso il proprio sito ufficiale, il Torino ha reso noto di aver riscontrato una nuova positività all'interno del "gruppo squadra", senza però specificarne il nome: "Il Torino Football Club comunica che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid-19 di un membro dello staff tecnico. Il tesserato, asintomatico, è già stato posto in isolamento. In ossequio alla normativa ed al protocollo, ed in accordo con le autorità sanitarie competenti, il gruppo squadra entra da questa sera in isolamento. Questa procedura permetterà a tutti i soggetti negativi ai controlli di svolgere la regolare attività sportiva".

18.00 - Collegio Garanzia Sport: se Napoli ricorre, si andrà a sezioni riunite - Se il Napoli ricorrerà al Collegio di garanzia dello sport contro la decisione della corte di appello Figc sul mancato svolgimento della gara con la Juventus, che ha confermato lo 0-3 a tavolino e un punto di penalizzazione, si andrà a sezioni unite: lo comunica il Collegio di garanzia dello sport. "Con riferimento alla decisione assunta, in data 10 novembre, dalla Corte Sportiva d'Appello Nazionale - I^ Sezione - della FIGC sul reclamo numero RG 013/CSA/2020-2021 proposto dalla società S.S.C. Napoli S.p.A. avverso le sanzioni alla stessa irrogate ed in merito alle varie ricostruzioni ed affermazioni apparse nei giorni scorsi sugli organi di stampa circa l'eventuale fase procedimentale innanzi al Collegio di Garanzia dello Sport, si precisa che, ove un ricorso fosse depositato, tale fase si svolgerà nei tempi e nei modi disciplinati dal Codice di Giustizia Sportiva del CONI e che, considerata la rilevanza, anche di principio, della questione, esso sarà devoluto dal Presidente del Collegio di Garanzia dello Sport al giudizio delle Sezioni Unite".

17.44 - Stasera la firma del ministro, l'ordinanza cambia "colore" a cinque regioni - Secondo quanto apprende l'ANSA, il Ministro della Salute Speranza firmerà in serata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 15 Novembre. Passano in area rossa Campania e Toscana. In area arancione Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche.

17.17 - Il bollettino della Protezione Civile di oggi: oltre 40mila nuovi casi - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 254.908 tamponi e individuati 40.902 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 663.926, 28.872 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 550 persone affette da Coronavirus per un totale di 44.139 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 663.926 (+28.872)
Deceduti: 44.139 (+550)
Dimessi/Guariti: 399.238 (+11.480)
Ricoverati: 34.144 (+1.101) di cui in Terapia Intensiva: 3.230 (+60)
Tamponi: 18.455.416 (+254.908)
Totale casi: 1.107.303 (+40.902, +3,84%)

16.56 - Campania zona rossa - La Campania diventa zona rossa. Lo scrive l'Ansa che lo apprende da fonti della Cabina di Regia-Iss sul monitoraggio del contagio Covid secondo le quali Emilia-Romagna, Friuli e Marche potrebbero diventare zona arancione. "Prima di pubblicare l'ordinanza ho voluto chiamare personalmente il ministro Speranza che mi ha notiziato che la Campania è zona rossa, ha confermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un video su Fb.

16.53 - Toscana zona rossa - La Toscana diventa zona rossa per il covid. La decisione è ufficiale, riporta La Nazione sul suo sito, dopo la telefonata del ministro della Salute Speranza al presidente della Regione Eugenio Giani con il quale la Toscana è stata informata della scelta. Resta da capire adesso da quando partirà la nuova regolamentazione".

16.20 - Anche Salah positivo al Covid-19 - Pessime notizie per il Liverpool e per l'Egitto: la federazione del paese nordafricano ha infatti reso noto che Mohamed Salah è risultato positivo al Coronavirus durante gli ultimi test medici effettuati. L'attaccante è asintomatico, mentre tutti i compagni di Nazionale sono risultati negativi

15.06 - Emerson: "Virus? Ho sofferto 5 giorni" - Direttamente da Coverciano, l'esterno della Nazionale, Emerson Palmieri, ha parlato in conferenza stampa affrontando anche l'argomento relativo al suo periodo nel quale ha contratto il Covid-19: "Mi ricordo che non è stato facile, quando ho preso il virus. I primi quattro o cinque giorni non ce la facevo nemmeno a camminare. Con tutta l'incertezza, dopo questo che ho passato, noi proviamo ogni giorno di approfittare della vita, di stare vicino alle persone che amiamo. Questo virus non è uno scherzo, io ho 26 anni e ho sofferto molto in cinque giorni. Tutti noi dobbiamo fare attenzione".

12.59 - 104 positivi in Serie A da inizio pandemia - 104 casi. Tanti, finora, quelli accertati di Covid-19 nel massimo campionato italiano. È questo il bilancio che trae il Corriere dello Sport e a questo numero andrebbero aggiunti quelli della Lazio, mai ufficializzati, nonché i falsi positivi Hakimi e Mancini. La squadra più bersagliata è il Genoa, con 18 casi, seguita da Parma (12) e Roma (11).

I casi in Serie A
Atalanta 4 (1 attualmente positivo)
Benevento 3 (0 attualmente positivi)
Bologna 4 (0 attualmente positivi)
Cagliari 4 (0 attualmente positivi)
Crotone 2 (2 attualmente positivi)
Fiorentina 7 (1 attualmente positivo)
Genoa 18 (1 attualmente positivo)
Hellas Verona 3 (0 attualmente positivi)
Inter 7 (1 attualmente positivo)
Juventus 5 (0 attualmente positivi)
Lazio 6 (3 attualmente positivi?)
Milan 7 (0 attualmente positivi)
Napoli 3 (0 attualmente positivi)
Parma 12 (0 attualmente positivi)
Roma 11 (5 attualmente positivi)
Sampdoria 8 (0 attualmente positivi)
Sassuolo 6 (3 attualmente positivi)
Spezia 5 (2 attualmente positivi)
Torino 5 (2 attualmente positivi)
Udinese 0 (0 attualmente positivi)

11.46 - Demiral e Calhanoglu negativi - Sospiro di sollievo, almeno per il momento, per Juventus e Milan dopo il caso Vida, risultato positivo al Coronavirus quando era in campo nella sfida contro la Turchia, per quel che riguarda Merih Demiral e Hakan Calhanoglu. Come riporta La Gazzetta dello Sport i tamponi fatti ed esaminati ieri dai turchi hanno dato tutti esito negativo.

11.35 - Conte: “Oggi nuove decisioni su regioni” - Nuova giornata per capire quali restrizioni saranno introdotte e anche dove. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Oggi ci sarà un aggiornamento dei dati della curva, c'è una cabina di regia. Oggi indicherà quali regioni cambieranno e Speranza accoglierà queste indicazioni. Confido che il tasso Rt si abbassi sotto 1,7. Ci indicherebbe che siamo incoraggiati ad andare avanti su questa strada”.

10.56 - Giulini: "Fermate le nazionali" - Il numero uno del Cagliari ha lanciato un appello affinché si fermino delle gare potenzialmente rischiose per i calciatori dei club: "Capisco le qualificazioni mondiali, ma amichevoli e Nations League in questo momento sono superflue e inopportune".

9.58 - I giocatori potranno essere sentiti - Dopo Pulcini e Rodia, in casa Lazio potrebbe essere il turno dei calciatori. È quasi scontato, infatti, che alcuni di loro saranno sentiti dalla Procura Federale, per accertare il rispetto del protocollo sia da parte del club che dei tesserati. Un eventuale deferimento della società non escluderebbe eventuali responsabilità dei singoli.

9.29 - Caso Lazio, nodo mail. Il rischio è la penalizzazione - Le mail dalla Lazio alla Asl diventano il nodo attorno al quale si sviluppa l’indagine della procura federale, che potrebbe portare al deferimento e quindi alla penalizzazione dei biancocelesti. La società di Lotito sostiene di aver inviato tutti i documenti tramite Pec all’azienda sanitaria locale, ma queste mail non sarebbero state riscontrate dagli uomini del procuratore Chiné nei sopralluoghi svolti di recente a Formello. Non sono escluse nuove audizioni per fare luce su questo punto.

VENERDÌ 13 NOVEMBRE -

23.13 - Ricciardi: "No lockdown a Natale? Non ci scommetto un euro" - Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, intervenendo a "Piazza Pulita", su La7: "Neppure io scommetterei un euro sul fatto che a Natale non ci possa essere un lockdown. Quando prendi delle misure devi aspettare almeno tre settimane per vederne gli effetti. Noi non dobbiamo essere impazienti e vedere solo i dati giornalieri".

22.02 - Rossi: "Covid-19 un incubo che non finisce più" - Valentino Rossi ha parlato a Sky del rischio di non partecipare al Gp di Valencia per un tampone nuovamente positivo martedì (poi ne sono arrivati due negativi): "E' stata dura perché sono in ballo con queste cose da un mese. Gli ultimi 10 giorni sono stati tosti. Non si può dire che ero positivo ma mi sono subito preoccupato, perché pensi di essere in un incubo che non finisce più. Non vedo l’ora di salire sulla moto"

21.15 - Un positivo nel gruppo del Brasile - Un giocatore della nazionale brasiliana è risultato positivo al Covid-19: si tratta del terzino Gabriel Menino, che è stato pertanto escluso dalle partite di qualificazione ai Mondiali 2022 contro Venezuela e Uruguay. Una beffa per il 20enne, che avrebbe avuto l'opportunità di fare il suo esordio con la Seleçao. Ancora non è stato deciso se verrà chiamato un sostituto, col ct Tite che ha ammesso le difficoltà a fare le convocazioni nel bel mezzo della pandemia. Tra i giocatori chiamati dal commissario tecnico vi sono gli juventini Arthur e Danilo.

20.38 - Arcuri: "Vaccino entro fine anno in Italia, ma non per tutti" - "Il vaccino sta arrivando ma non è ancora arrivato, non sarà disponibile da domani, né da subito per tutti". Lo spiega il commissario per l'emergenza Covid, Domenico Arcuri, nel corso della conferenza stampa settimanale sulla gestione dell'epidemia. "Confidiamo di poter vaccinare i primi italiani alla fine di gennaio, un milione e 700mila. Ci stiamo organizzando per la complicata conservazione della profilassi, le cui fialette devono essere mantenuta a meno ottanta gradi".

19.45 - Audizione Pulcini: il commento dell'avvocato Gentile a TMW - Al termine dell’audizione di Ivo Pulcini, responsabile sanitario della Lazio, e Rodia, coordinatore dello staff sanitario del club, con la Procura Federale, l'avvocato della Lazio Gian Michele Gentile, ha commentato brevemente quanto accaduto oggi: "In un clima assolutamente cordiale, abbiamo avuto un incontro con la procura che ci ha chiesto dei chiarimenti su quanto accaduto. Noi li abbiamo forniti e al termine ci siamo ritenuti tutti soddisfatti".

19.01 - Audizione Pulcini: i presenti - Si è conclusa l’audizione di Ivo Pulcini, responsabile sanitario della Lazio, con la Procura Federale. Inizialmente fissato per lunedì scorso, l’appuntamento è stato spostato a oggi. Non in procura federale, in via Campania, ma in un altro ufficio nella Capitale. Presenti, oltre a Pulcini, Rodia (coordinatore dello staff sanitario del club), il legale Gian Michele Gentile, due ispettori federali (Ricciardi e Scarpa), con il procuratore Chinè da remoto.

18.10 - Avvenuta l'audizione del dottor Pulcini - Il dottor Ivo Pucini, medico della Lazio, ha svolto l'audizione in Procura Federale, terminata poco fa. Il direttore sanitario biancoceleste è stato interrogato sul caso tamponi e adesso gli inquirenti potranno verificare la fedeltà alle regole del protocollo da parte dei capitolini in queste ultime travagliate settimane.

17.17 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 234.672 tamponi e individuati 37.978 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 635.054, 21.696 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 636 persone affette da Coronavirus per un totale di 42.953 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 635.054 (+21.696)
Deceduti: 43.589 (+636)
Dimessi/Guariti: 387.758 (+15.645)
Ricoverati: 33.043 (+518)
di cui in Terapia Intensiva: 3.170 (+89)
Tamponi: 18.200.508 (+234.672)
Totale casi: 1.066.401 (+37.978, +3,69%)

16.42 - Lazio, caos tamponi: esami sulle contro analisi fatte a Napoli - La Procura di Avellino ha disposto le controanalisi anche per sette tamponi eseguiti su calciatori e staff della Lazio riprocessati dal laboratorio Merigen di Napoli. Al centro specialistico partenopeo si era rivolta la Futura Diagnostica, il laboratorio di Avellino di riferimento del club di Lotito, per avere una perizia sui controversi test effettuati il 6 novembre scorso alla vigilia della gara tra Lazio e Juventus, in particolare per quanto concerne i tamponi, risultati negativi ad Avellino, ma positivi per il Biocampus di Roma, dei calciatori Immobile, Strakosha e Leiva. Le nuove analisi effettuate a Napoli il giorno dopo, il 7 novembre, confermarono la negatività del test per Leiva e Strakosha rilevando invece una debole positività nel caso di Immobile. I sette tamponi, come gli altri 95 già acquisiti dalla procura irpina, saranno processati dal laboratorio dell'ospedale "Moscati" di Avellino e le nuove analisi - da quanto apprende l'ANSA - riguarderanno accertamenti su Rna virali estratti dai sette tamponi. I nuovi accertamenti potrebbero far slittare la consegna della perizia, prevista tra domani e sabato, e affidata dalla Procura di Avellino a un consulente d'ufficio, la dottoressa Maria Landi, sui 95 tamponi processati il 6 novembre scorso dal centro Futura Diagnostica di Avellino.

15.50 - La Croazia è già arrivata in Svezia: "Domani faremo i test, non è previsto l'isolamento del gruppo" - Dopo la positività di Domagoj Vida, la Croazia è comunque volata in direzione Stoccolma, dove sabato affronterà la Svezia nel penultimo impegno del girone di Nations League. Questo il comunicato della Federcalcio: "In accordo con i colleghi svedesi, abbiamo deciso di condurre venerdì 13 novembre ulteriori test sui membri della squadra e sullo staff, come precauzione prima della partita con la Svezia e considerato che i prossimi erano normalmente previsti per domenica. L'HNS sottolinea ancora una volta che la Nazionale croata rispetta tutte le disposizioni del protocollo Return to Play della UEFA, che non prevede l'isolamento dell'intera squadra in caso di uno o più casi positivi. Clicca qui per la news completa.

14.16 - Nuovo giro di tamponi in casa Napoli: tutti negativi i componenti del gruppo squadra - Tutti negativi i giocatori del Napoli e le persone facenti parte del gruppo squadra. A renderlo noto con un tweet lo stesso club partenopeo dopo l'ultimo giro di tamponi: "Tutti negativi al Covid-19 i tamponi effettuati ieri mattina ai componenti del gruppo squadra".

13.22 - Italia, domani nuovo tampone per Immobile: potrebbe essere a disposizione per la Polonia - Ciro Immobile nella giornata di domani potrebbe essere sottoposto al tampone e se dovesse risultare negativo potrebbe raggiungere il ritiro della Nazionale italiana. Secondo quanto riportato da Sky Sport il centravanti della Lazio potrebbe dunque tornare a disposizione di Mancini, sempre se anche il ct potrà essere in panchina, per la gara contro la Polonia.

12.38 - Serbia, Milivojevic salta lo spareggio con la Scozia: è positivo al Covid-19 - Luka Milivojevic è risultato positivo al Covid-19 e salterà lo spareggio di accesso a Euro 2020 in programma stasera tra Serbia e Scozia. Il capitano del Crystal Palace era risultato positivo lunedì e anche il tampone effettuato martedì ha dato lo stesso esito.Il centrocampista è in isolamento in Serbia. È il secondo caso in pochi giorni, dopo quello di Branislav Ivanovic.

12.06 - Sentenza Napoli, nuovo ricorso entro 30 giorni. E la ASL 1 valuta gli estremi di una querela - Il Napoli si ribella dopo la conferma della sconfitta a tavolino con la Juventus e del -1 in classifica da parte della I sezione della Corte Sportiva d'Appello. Gli azzurri sono intenzionati infatti a presentare un nuovo ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del CONI, puntando sul precedente del Genoa e sul rigore di una condotta fondata sul rispetto della legge e delle prescrizioni dell'Autorità Sanitaria competente. Il Napoli, da martedì scorso, ha 30 giorni per depositare il prossimo ricorso. Poi il Collegio fisserà l'udienza ed entro cinque giorni si dovrà pronunciare. Ma non è finita qui, perché la ASL 1, intanto, medita addirittura una querela dopo essere stata chiamata in causa dai giudici, mentre la Procura Federale dovrà decidere se deferire i partenopei.

11.50 - Lazio, caso tamponi: i biancocelesti rischiano dall'ammenda fino all'esclusione dal campionato Mentre oggi la Procura Federale interrogherà il direttore sanitario del club biancoceleste Ivo Pulcini, La Gazzetta dello Sport si interroga su quali potrebbe essere le sanzioni nei confronti dei capitolini: queste - si legge sulla rosea di oggi - vanno dall’ammenda fino all’esclusione del campionato, passando per penalizzazione e retrocessione. La gravità dell'operato della Lazio verrà valutata "in funzione del rischio per la salute dei calciatori, degli staff, degli arbitri e di tutti gli addetti ai lavori esposti al contagio da Covid-19, nonché dell’accertata volontà di alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione", quindi in base alla presenza o meno di dolo.

11.21 - Ungheria, il CT Marco Rossi positivo al Covid-19. Non sarà in panchina contro l'Islanda a Federcalcio ungherese ha annunciato che il CT Marco Rossi è risultato positivo al Covid-19. "Dopo i precedenti test negativi, l'ultimo test ha dato riscontro positivo. Rossi è stato subito separato dai giocatori e dai membri dello staff". Stasera l'Ungheria affronterà l'Islanda nella gara di spareggio per l'accesso a Euro 2020.

11.10 - Vida positivo, portavoce Croazia: "Tutto regolare. Faremo altri test e poi andremo in Svezia" - Mentre dalla Svezia fanno sapere che la sfida di Nations League contro la Croazia è a rischio, la Nazionale balcanica prova a rassicurare tutti dopo l'assurda vicenda che ha visto protagonista Domagoj Vida: "Non è accaduto nulla di imprevisto e tutto procede secondo i piani. Vida è isolato e domani (oggi, ndr) saremo testati a Spalato, secondo i piani. Abbiamo informato gli svedesi e ricevuto feedback positivi, saremo i benvenuti", ha affermato il portavoce Tomislav Pacak

10.58 - Lazio, caso tamponi: tra 5 giorni la relazione sui controesami di Immobile, Leiva e Strakosha - Il caso tamponi legato alla Lazio è tutt'altro che chiuso. Prosegue infatti l'inchiesta della Procura di Avellino, anche se al momento l'unico indagato è Massimiliano Taccone, figlio di Walter, presidente del laboratorio a cui si è rivolta la società capitolina per i test anti-Covid. La consulente tecnica della Procura, Maria Landi, avrà cinque giorni di tempo per depositare la relazione sui controesami dei calciatori Strakosha, Leiva e Immobile. Oggi pomeriggio, intanto, il direttore sanitario del club biancoceleste Ivo Pulcini sarà ascoltato dagli 007 federali in compagnia dell'avvocato Gentile e dovrà ricostruire i passaggi della settimana precedente alla partita col Torino del 1° novembre, nonché le comunicazioni alla ASL Roma 1, la gestione dei positivi tra allenamento e convocazioni tanto in campionato quanto in Champions. La Lazio, in ogni caso, continua a ripetere di ritenersi dalla parte della ragione e di non aver commesso alcuna violazione del protocollo.

10.28 - Vida sostituito all'intervallo per la positività al Covid-19: la foto con Brozovic preoccupa l'Inter - La clamorosa vicenda che ha visto protagonista Domagoj Vida sta facendo discutere in tutto il mondo. Il difensore è stato sostituito all'intervallo a causa della positività al coronavirus: i risultati dei test effettuati nella mattinata di ieri dallo staff medico croato hanno evidenzato la "potenziale positività" di un calciatore, che è stato subito isolato e quindi rimpiazzato. In Turchia hanno subito ricostruito i "contatti stretti" del giocatore grazie ad alcune foto pubblicate nelle scorse ore: ci sono Marcelo Brozovic, Luka Modric, Senol Gunes, Caner Erkin, Mert Cetin e Cenk Tosun.

10.10 - Mancini ancora positivo, neanche oggi sarà a Coverciano. Per la Polonia resta in bilico - Dopo aver guardato la sua Italia da casa, il ct Roberto Mancini - ha comunicato la FIGC - non sarà a Coverciano neanche oggi: dunque, anche se non è stato ufficializzato, sottolinea La Gazzetta dello Sport, ieri era ancora positivo. La frequenza con cui sta effettuando i tamponi aiuterà a individuare subito una negatività, che però deve essere accertata con un doppio tampone: nella migliore delle ipotesi, potrà raggiungere la squadra venerdì. Ma va considerata come possibile l’ipotesi che Evani debba andare in panchina anche domenica a Reggio Emilia, per la sfida con la Polonia.

09.35 - Stretta al protocollo e multe salate: la Serie A cambia le sue regole per resistere al Coronavirus - La Serie A, lunedì prossimo, discuterà la riforma del protocollo per uniformare i responsi e rispondere ulteriormente al diffondersi della pandemia nel nostro Paese. Clicca qui per la news completa su tamponi, bolle e Asl.

00.14 - Turchia-Croazia, Vida sostituito perché dopo positività - Ha dell'incredibile quanto accaduto durante Turchia-Croazia. Domagoj Vida, difensore degli ospiti, è stato infatti sostituito dopo 45 minuti: nel frattempo, lo staff sanitario della nazionale aveva ricevuto il responso dei test svolti questa mattina. Ai quali il difensore del Besiktas, che rimarrà a Istanbul in isolamento, era risultato positivo.

GIOVEDÌ 12 NOVEMBRE -

22.20 - Preziosi: “Protocollo da cambiare” - Il protocollo è da modificare. Parola di Enrico Preziosi, presidente del Genoa: Sicuramente visto il momento attuale qualcosa bisogna modificare. Tutti dicono che si poteva fare qualcosa di diverso, ma ci stiamo ritrovando in una situazione assurda che non ci aspettavamo. Speriamo si ritorni alla normalità il prima possibile".

20.39 - Roma, nessun nuovo positivo - Sospiro di sollievo in casa Roma dopo il nuovo giro di tamponi a cui si è sottoposto il gruppo squadra nella giornata di oggi. Nessun positivo infatti dopo i tanti dei giorni scorsi, a partire da Dzeko fino a Kumbulla. Domani altri test, ma intanto i giallorossi possono trascorrere una nottata tranquilla.

18.46 - Parma, Carli: "Prima di Udine otto casi Covid ma mai abbiamo pensato di non partire" - Marcello Carli, ds del Parma, è intervenuto in conferenza stampa per la presentazione di Maxime Busi e di Juan Francisco Brunetta, rispondendo anche a qualche domanda sulla stagione del Parma: "Liverani? Ho visto un allenatore positivo, che non si è lamentato di nulla e quando siamo partiti per Udine avevamo otto casi Covid e nessuno ha mai pensato di non partire, non vogliamo avere alibi e anche se fossimo in dieci partiremmo comunque. Liverani non si piange addosso, sa che non è stata la situazione migliore ma non è stupido, vede che si può migliorare e noi dobbiamo solo andare in campo e fare un grande allenamento: questa è la strada per crescere. Il Covid c'è per tutti, dobbiamo trasmettere positività alla gente, perché si gioca a calcio per questo altrimenti chiudiamo tutto".

17.44 - Italia, questa sera si aggregano al ritiro Barella e Acerbi - Nella serata di oggi arriveranno a Coverciano, pronti per fare parte del gruppo squadra, anche Nicolò Barella e Francesco Acerbi. I due erano stati bloccati per l'isolamento fiduciario dei giorni scorsi per i casi di Inter e Lazio.

17.14 - Il viceministro Sileri sul lockdown - "Se è vero che il governo deciderà entro il fine settimana sul lockdown generalizzato in tutta Italia? No, non è vero. Noi venerdì, avendo ricevuto tutti i dati in maniera completa, decideremo, attraverso la cabina di regia, se ci sono altri regioni che meritano un passo successivo e quindi ulteriori chiusure. I dati sono quotidiani e se in tre giorni c'è un netto peggioramento, bisogna intervenire tempestivamente". Lo ha detto a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute.

17.08 - Il bollettino della protezione civile - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 225.640 tamponi e individuati 32.961 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 613.358, 23.248 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 623 persone affette da Coronavirus per un totale di 42.953 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 613.358 (+23.248)
Deceduti: 42.953 (+623)
Dimessi/Guariti: 372.113 (+9.090)
Ricoverati: 32.525 (+921)
di cui in Terapia Intensiva: 3.081 (+110)
Tamponi: 17.965.836 (+225.640)
Totale casi: 1.028.424 (+32.961, +3,31%)

16.31 - Remuzzi: "Tutti i vaccini in dirittura d'arrivo non sopprimeranno il coronavirus" - "Tutti i vaccini in dirittura d'arrivo, a cominciare da quello della Pfizer, non sopprimeranno il coronavirus. Per capirci, saranno più simili ai vaccini antinfluenzali che a quello della Polio. Ci proteggeranno dalla malattia, ma non la faranno sparire". Lo spiega, in un'intervista al Corriere della Sera, il direttore dell'Istituto Mario Negri Giuseppe Remuzzi, secondo cui tuttavia "si può dire con ragionevole certezza che questi vaccini garantiranno una immunizzazione di massa, e che nel giro di qualche anno la maggior parte degli abitanti della terra avrà la sua dose".

15.59 - Caos tamponi Lazio, il procuratore D'Onofrio ribadisce: "Non ci sono ancora i risultati" - Per quanto riguarda la Procura di Avellino la notizia non ha fondamento processuale: non ci sono ancora i risultati del lavoro che sta svolgendo il consulente da noi nominato. I risultati si sapranno solo al deposito della relazione del consulente tecnico della Procura". Così all'ANSA il procuratore facente funzioni di Avellino, Vincenzo D'Onofrio, provando a chiarire la vicenda dei tamponi dei giocatori della Lazio sulla quale la Procura ha aperto un'inchiesta e chiesto che fossero riprocessati all'ospedale Moscati di Avellino dopo aver nominato un perito d'ufficio. "Non ci sono ancora i nomi, ma solo dei codici a barre; bisognerà vedere nel prosieguo se il tale codice corrisponde ad un determinato calciatore. Al momento, posso solo dire che i dati diffusi non corrispondono ai dati processuali ancora da acquisire".

14.35 - Svezia, il ct Andersson è positivo al Covid-19. Salterà le prossime tre gare della Nazionale - E' risultato positivo al coronavirus il ct della Svezia Janne Andersson, salterà le tre prossime partite della sua squadra. Andersson era in auto isolamento dalla fine della scorsa settimana in seguito alla positività di un membro della sua famiglia. La Svezia gioca un’amichevole in Danimarca e poi ha in programma le partite della Nations League contro la Croazia e la Francia. "Janne sta bene date le circostanze ed è in isolamento a casa sua", la dichiarazione del medico della nazionale.

13.51 - Un positivo nell'Israele, la Sanità norvegese fa annullare l'amichevole di oggi a Oslo - La partita tra Norvegia e Israele, che si sarebbe dovuta disputare oggi alle 18, all'Ullevaal Stadion di Oslo, è stata annullata per volere del Dipartimento della Sanità, che ha ritenuto rischioso giocare contro una squadra (quella israeliana) che ha riscontrato un caso di positività al COVID-19. Secondo i medici, potrebbe esserci il rischio di contagio per i giocatori e gli staff tecnici qualora la sfida si svolgesse regolarmente. La Federcalcio lo ha comunicato sul proprio sito ufficiale.

13.10 - Mkhitaryan, niente convocazione: l'Armenia annulla la chiamata dopo i casi Covid nella Roma - L'Armenia annulla la convocazione di Henrikh Mkhitaryan in vista dei prossimi due impegni della Nazionale a causa dei molti casi di Covid-19 che hanno investito lo spogliatoio giallorosso. Su un comunicato diramato via social dalla Federcalcio armena, si legge: "Considerando la velocità con cui il Covid si sta diffondendo e il protocollo di isolamento che deve osservare la Roma dopo gli ultimi casi confermati, Mkhitaryan non si unirà ai compagni di Nazionale in vista dei prossimi due match in programma".

11.51 - Kaminski positivo, il Belgio lo rimanda a casa - Thomas Kaminski, portiere del Belgio, è risultato positivo al Covid-19 e rinuncerà, di conseguenza, alla chiamata di Martinez per le gare di Nations League. Lo si apprende dal sito ufficiale della federazione belga.

11.01 - La Procura smentisce l'esito del riesame dei tamponi - Nelle scorse ore l’ANSA aveva comunicato come l’esito del riesame dei tamponi della Lazio da parte dell’Ospedale Moscati di Avellino avesse individuato la positività per Strakosha, mentre Immobile e Leiva sarebbero risultati negativi. Una notizia che però, spiega fra gli altri la Gazzetta sul proprio sito, è stata seccamente smentita dalla Procura di Avellino che sta portando avanti le indagini. Ancora non ci sono risultati ufficiali né valutazioni ufficiose, visto che il lavoro sui tamponi in questione non è ancora concluso. Inoltre, essendo ogni tampone identificato da un codice a barre per proteggerne l’identità, appare impossibile che un risultato possa già essere collegato ad un nome.

10.15 - Lazio: in attesa del dottor Pulcini, l'inchiesta prosegue - Se da una parte la Procura di Avellino sta aspettando i risultati completi e dettagliati delle nuove analisi sui tamponi della Lazio ad Avellino (Strakosha positivo, Immobile e Leiva no), dall’altra la Procura federale porta avanti i propri lavori. Un fronte riguarda la credibilità degli esami effettuati dalla Lazio, l’altro le eventuali violazioni del protocollo soprattutto in termini di mancato isolamento e assenza di condivisione col la Asl della gestione dei casi di positività. Il primo dei due fronti è strettamente legato all’inchiesta e alle indagini della Procura di Avellino, mentre il secondo riguarda più direttamente la Procura federale che ha raccolto materiale e ora sta effettuando approfondimenti in merito (in tal senso, importante sarà la deposizione del responsabile medico della Lazio Ivo Pulcini, probabilmente domani).

09.22 - Conte: "Lavoriamo per evitare lockdown nazionale" - Dalle colonne de La Stampa, il premier Giuseppe Conte parla del rischio di lockdown nazionale e delle politiche adottate dal Governo per evitarlo: "Lo dico con chiarezza: stiamo lavorando proprio per evitare la chiusura dell'intero territorio nazionale. Monitoriamo costantemente l'andamento del contagio, la reattività e la capacità di risposta del nostro sistema sanitario, e soprattutto confidiamo di vedere a breve gli effetti delle misure restrittive già adottate. È una situazione in evoluzione che valutiamo con la massima attenzione. Le feste di Natale saranno salve? La salute dei cittadini è un bene primario da tutelare. Fra l'altro, l'esperienza della prima ondata in molti Paesi ci insegna che solo contrastando efficacemente il virus si può proteggere davvero l'economia. La nostra attenzione per il tessuto economico e produttivo è sempre stata forte e lo dimostra il modello che abbiamo adottato con l'ultimo Dpcm, perché teniamo conto delle differenze regionali nella diffusione del contagio evitando appunto di danneggiare le aree in cui non sono necessarie restrizioni eccessive. Il nostro obiettivo è un Natale dove non si mortifichino né i consumi né gli affetti, ma non possiamo immaginare feste e pranzi affollati".

MERCOLEDÌ 11 NOVEMBRE

22.55 - Legale Lazio: "Noi parte lesa. Pensate davvero che manderemmo in campo un positivo?" - In attesa delle contro-analisi ordinate dalla Procura di Avellino sui tamponi della Lazio svolti da "Futura Diagnostica" prima del match con la Juve, l’avvocato della società biancoceleste, Gian Michele Gentile, ci ha tenuto a chiarire anche anche in caso di colpevolezza il club biancoceleste si riterrà parte lesa: "La Lazio col processo penale e con ciò che accade ad Avellino non c’entra nulla e semmai sarà parte offesa. Il processo, se mai ci sarà, riguarda un imprenditore di Avellino ed eventuali problemi che potrà avere con la Procura di Avellino. Se per caso dovesse venire fuori qualche tampone refertato in modo sbagliato, la Lazio e i suoi giocatori sarebbero parte lesa. Come si fa a pensare che volutamente si manda in campo un giocatore positivo? Mi infetta tutta la squadra? Così la domenica dopo avrò 11 giocatori che non possono giocare? Il sospetto fa parte del pm".

21.36 - Tre gare di Serie C rinviate - Con l'emergenza Covid-19, oltre alle tante gare da recuperare delle scorse giornate, in Serie C saranno svariati i match della 10^ giornata che subiranno o minime variazioni di orario o il diretto rinvio. Rinviate Pontedera-Lucchese, Catania-Bisceglie e Casertana-Vibonese.

20.02 - La risposta del Napoli al ricorso bocciato - Il Napoli, attraverso il proprio sito, risponde alla decisione della FIGC circa il ricorso sul 3-0 a tavolino respinto oggi: "La SSCN prende atto della decisione della Corte Sportiva d'Appello ed è già al lavoro per preparare il ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni. La SSCN non condivide in toto la sentenza che getta ombre inaccettabili sulla condotta della Società trascurando documenti chiarissimi a suo favore e delegittima l’operato delle autorità sanitarie regionali. La SSCN ha sempre perseguito valori quali la lealtà e il merito sportivo e anche in questo caso intraprenderà tutte le iniziative per rendere giustizia alla propria condotta orientata al rispetto della salute pubblica e per fare in modo che il campo sia l’unico giudice a decidere il risultato di una partita di calcio".

19.32 - La Roma si distanzia: oggi allenamento particolare - In seguito al focolaio di Covid-19 che ha coinvolto oggi anche Marash Kumbulla, risultato positivo al tampone dopo che la stessa sorte era toccata a Dzeko, Santon, Fazio e Pellegrini, la Roma oggi per precauzione ha fatto allenare i giocatori in modo distanziato. Sono tornati a disposizione anche Diawara e Calafiori (negativi). Ad ulteriore precisazione, tutti i tamponi di oggi, escluso ovviamente Kumbulla, sono risultati negativi.

18.49 - In casa Nizza sospesa quasi tutta l'attività- Allenamenti a casa per il Nizza. La società della Costa Azzurra, dopo le ultime positività, ha deciso di chiudere il centro sportivo fino a nuovo ordine. Sospese dunque tutte le attività, dalla prima squadra all’Under 12. Negli ultimi giorni infatti sono ben 12 fra giocatori e staff che hanno contratto il virus, situazione che ha portato il club a prendere una decisione drastica in queste settimane di pausa per le Nazionali.

18.10 - Respinto il ricorso del Napoli: rimane il 3-0 a tavolino con la Juve e il -1 in classifica - La Corte Sportiva D’Appello Nazionale ha respinto il ricorso del Napoli, confermando la sconfitta per 0-3 e la penalizzazione di un punto in classifica comminate dal Giudice Sportivo per il match con la Juventus in programma lo scorso 4 ottobre. Il Giudice Sportivo aveva sanzionato il Napoli con la perdita della gara per 0-3 e la penalizzazione di un punto in classifica in ordine alla mancata disputa della sfida con la Juventus. Clicca qui per leggere il testo completo della sentenza.

17.50 - Il bollettino odierno della Protezione Civile - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 217.758 tamponi e individuati 35.098 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 590.110, 16.776 in più rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 580 persone affette da Coronavirus per un totale di 42.330 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 590.110 (+16.776)
Deceduti: 42.330 (+580)
Dimessi/Guariti: 363.023 (+17.734)
Ricoverati: 31.604 (+1.119) di cui in Terapia Intensiva: 2.971 (+122)
Tamponi: 17.740.196 (+217.758)
Totale casi: 995.463 (+35.098, +3,65%)

17.38 - Focolaio Roma, anche Kumbulla è positivo al Coronavirus - Un altro caso di positività al Covid-19 nella Roma. Dopo Edin Dzeko. Davide Santon, Federico Fazio e Lorenzo Pellegrini, anche il difensore Marash Kumbulla è risultato positivo. Lo riporta Sky Sport.

17.10 - Da positivi a negativi in poco più di 24 ore. Caos a Salisburgo - Venerdì tutti negativi, domenica sera sei positivi, oggi di nuovo tutti negativi. A Salisburgo cercano spiegazioni in merito ai risultati degli ultimi test, che hanno impedito a diversi giocatori di partire per gli impegni delle rispettive Nazionali. Ne ha parlato il direttore generale del club, Stephan Reiter: "Faremo tutto il possibile per porre fine alle attuali restrizioni. Ci auguriamo che il divieto di viaggio imposto loro dalle autorità possa essere revocato il prima possibile. Vogliamo anche scoprire perché le ultime due serie di test Covid, che sono state condotte dallo stesso laboratorio a Salisburgo, hanno prodotto risultati così diversi".

16.34 - Quarta partito per l'Argentina dopo un tampone negativo - Nelle scorse ore lo stop dell’Asl Toscana alla partenza dei giocatori della Fiorentina per raggiungere i ritiri della rispettive nazionali aveva fatto discutere, soprattutto all’estero. In Argentina per esempio, dove aspettavano il difensore Lucas Martinez Quarta. La federazione argentina evidentemente è riuscita a sbrogliare la questione, visto che ha fatto sapere che l’ex River è in questo momento in viaggio per raggiungere il paese e aggregarsi al resto dei compagni della Seleccion. Il quotidiano Olé aggiunge che Martinez Quarta ha ricevuto l'ok da parte delle autorità sanitarie italiane dopo aver effettuato un tampone con esito negativo.

15.47 - La Fiorentina ha segnalato alla Asl i giocatori partiti per la Nazionale - La Fiorentina ha segnalato alla Procura della FIGC e alla Asl i giocatori che hanno risposto alla convocazione della Nazionale rompendo così la "bolla" nella quale la squadra viola è costretta dopo le positività riscontrate la settimana scorsa. Secondo quanto riportato da FirenzeViola.it, la società gigliata si è tutelata di fronte agli organi competenti in merito alla scelta di Milenkovic, Vlahovic, Amrabat, Caceres, Martinez Quarta e Pulgar, che si sono aggiunti alle proprie compagini nazionali nonostante l'imposizione da parte dell'Asl dell'isolamento.

15.17 - Italia, parla Evani - Nella sua conferenza stampa di oggi, Alberigo Evani, che prenderà il posto di Roberto Mancini sulla panchina della Nazionale italiana, ha parlato anche del fatto che qualche società possa aver voluto un intervento della Asl per impedire ai giocatori di rispondere alla convocazione: "Capiamo che è un momento difficile, anche le esigenze della società. Non facciamo polemiche. Abbiamo tanti ragazzi interessanti, quelli che sono qua nei prossimi dieci giorni ci daranno soddisfazione".

14.47 - Fiorentina, la spiegazione di Pradè - Sei giocatori della Fiorentina sono partiti per rispondere alle chiamate delle rispettive Nazionali pur senza avere l'autorizzazione dell'Asl e il direttore sportivo viola Daniele Pradè, a margine della conferenza stampa di presentazione di Cesare Prandelli, ha spiegato: "Non ci ho capito niente. Siamo in bolla, bloccati dalla ASL che ci dice di dover restare in quarantena fino al 14 novembre ma poi c'è una circolare della FIFA che dice il contrario. Manca univocità tra le parti perché non sappiamo a chi rispondere. Speriamo di fare tutti i passi giusti e aspettiamo come si evolvono gli eventi".

13.38 - Le parole di Santon - "Ciao a tutti, dagli ultimi due tamponi che ho effettuato sono risultato positivo al Coronavirus e ovviamente mi trovo in quarantena. Per fortuna mi sento bene e il mio pensiero è già rivolto ai miei compagni: non vedo l’ora di tornare a lavorare con loro". Questo il messaggio di Davide Santon, terzino destro della Roma, risultato positivo al Covid-19, attraverso Instagram.

12.30 - Fiorentina, 6 giocatori partiti per la Nazionale senza autorizzazione dell'ASL - Si apre la questione dei nazionali in casa Fiorentina. Gli unici giocatori che partiranno sono i sudamericani, Pulgar, Caceres e Martinez Quarta, più i due serbi, Vlahovic e Milenkovic, che sono già partiti e Amrabat. Si è trattato di scelte autonome dei giocatori, non autorizzati dall'ASL (la quale non ha comunicato niente di nuovo rispetto a domenica), su pressione delle proprie federazioni. Rimarranno invece a Firenze gli italiani, Biraghi, Castrovilli, Cutrone, Brancolini e Dalle Mura, oltre Dragowski e Kouamé.

11.51 - Lazio, parla De Martino - Stefano De Martino, direttore dell’Ufficio Stampa della Lazio, ha parlato a Radio Olympia Incontro del caos tamponi in attesa degli sviluppi dell’indagine e dei risultati delle nuove analisi sui test incriminati effettuate all’ospedale Moscati di Avellino: “Non abbiamo aggiunto niente perché c'è un'indagine in corso: la società, come sempre, attua un comportamento ligio alle regole. La società inoltre nel comunicato di alcuni giorni fa, ha espressamente chiarito di aver rispettato i protocolli e collabora come sempre con gli organi preposti. Ci sono degli aspetti che vanno chiariti, ma ribadisco: Lotito può stare simpatico o meno, ma il nostro operato è tangibile. Dopo anni ormai i tifosi hanno capito i meccanismi: su questa vicenda non posso aggiungere altro, la giustizia deve fare il suo corso. Rispetto ad anni fa, siamo più maturi e ci siamo resi conto che c'è sempre il tentativo di darci una spallata. Ne siamo coscienti, ma sappiamo di rispettare le regole. Ringrazio chi, anche in maniera scomposta, fa questi attacchi mediatici: ci sta ancora di più compattando. Alcuni giochi, a livello mediatico, sono stati capiti: questo ci unisce e ci da' più forza. Chiaro è che è fastidioso, ma sono sicuro che il popolo biancoceleste ha capito tutto questo e ci siamo avvicinati ancora. Il silenzio significa rispettare le regole ed attuare un protocollo: la società sta collaborando, dico ai tifosi di essere sereni e di concentrarsi sul campo. Abbiamo visto con la Juve, che nelle difficoltà, la squadra continua a dimostrare tanto. Il clima tranquillo? Ci si modifica e plasma a seconda della situazione. Lotito ha creato sempre un clima familiare e come ogni famiglia ci sono delle discussioni, ma persiste il legame. A Sanpietroburgo abbiamo ricevuto i complimenti della società, ci hanno accolto come una squadra importante d'Europa: questo anni fa non accadeva. Come sta Immobile? E' sereno e dispiaciuto per non poter indossare la maglia della Lazio. E' un leone in gabbia: è devastante per lui non aiutare i suoi e non essere sceso in campo contro la Juve. C'è un'unione forte tra i ragazzi, Ciro ne è un portabandiera".

10.01 - Oggi verranno rianalizzati i tamponi dei giocatori della Lazio - Punto della situazione riguardo al caos tamponi in casa Lazio. Dalle scorse ore la vicenda è in mano tanto alla Procura federale quanto alla Procura della Repubblica. Nel registro degli indagati risulta esserci il presidente del Cda di Futura Diagnostica, il centro polispecialistico di Avellino a cui si è appoggiata la Lazio. Le ipotesi di reato sono falso, truffa in pubbliche forniture ed epidemia colposa. La Procura della Repubblica, per far luce sulla vicenda, ha richiesto le controanalisi sui 95 tamponi sequestrati nelle scorse ore dalla Guardia di Finanza e spetterà all’Ospedale Moscati di Avellino il compito di processarli nuovamente. I tamponi in questione sono quelli dell’ultima tornata, quelli che erano risultati negativi per Futura Diagnostica e in cui il Campus Biomedico aveva trovato positività per Immobile, Leiva e Strakosha.

09.25 - D'Ambrosio e Romagnoli a Coverciano - Danilo D'Ambrosio e Alessio Romagnoli sono arrivati nella serata di ieri a Coverciano per unirsi al ritiro della Nazionale italiana in vista dell'amichevole contro l'Estonia e delle due gare di Nations League contro Polonia e Bosnia. I due giocatori si sottoporranno al test per l'ingresso al ritiro in mattinata e successivamente di aggregheranno al gruppo.

MARTEDÌ 10 NOVEMBRE

Primo piano
TMW Radio Sport
TMW News TMW News: Il bilancio delle italiane in Champions. E il peso politico in Europa
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000