Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Rubiales torna all'attacco di Hermoso: "La mia versione è la verità. C'è chi l'ha cambiata"

Rubiales torna all'attacco di Hermoso: "La mia versione è la verità. C'è chi l'ha cambiata"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Titone
venerdì 17 maggio 2024, 19:19Calcio femminile
di Tommaso Maschio

L’ex presidente della Federcalcio spagnola Luis Rubiales è comparso oggi al Tribunale dell’Audencia Nacional di fronte al giudice istruttore del caso della molestia sessale, il bacio forzato, alla calciatrice spagnola Jenni Hermoso, durante la premiazione dei Mondiali femminili dell'agosto 2023. Il magistrato gli ha notificato il rinvio a giudizio per i presunti reati di aggressione sessuale e intimidazioni, per i quali la pubblica accusa ha chiesto una condanna a 2 anni e mezzo di carcere. "Confermo la mia dichiarazione. - ha spiegato Rubiales all'uscita dal Tribunale ai media presenti - Quando accaddero i fatti nel corso della consegna della medaglia a Sidney, c'era solo una versione. Passati alcuni giorni, una delle parti ha cambiato la sua versione. Io invece ho mantenuto la mia versione dall’inizio alla fine, perché questa è la verità. Spero solo che si faccia giustizia e tutto finisca bene”.

Con l'ex presidente della Federcalcio, indagato anche in altro processo sui presunti contratti irregolari chiusi dall'organismo durante la sua gestione, sono comparsi oggi in Tribunale per la notifica del rinvio a giudizio anche l'ex allenatore della nazionale femminile Jorge Vilda e l'ex responsabile di Marketing, Ruben Rivera, e l'ex direttore della nazionale, Albert Luque, secondo fonti giudiziarie citate da EFE. Tutti saranno processati per concorso in un presunto reato di intimidazioni nei confronti di Hermoso, che avrebbero esercitato nei confronti della calciatrice perché cambiasse la sua versione del bacio forzato.

Il magistrato ha notificato agli imputati anche la cauzione in concetto di risarcimento danni a Jenni Hermoso, che prevede per Rubiales il versamento di 65.000 euro nel giro di 24 ore e di altri 65.000 euro in solido con gli altri accusati. Nei confronti di Rubiales, Jenni Hermoso ha chiesto anche una misura di allontanamento, con il divieto di avvicinarsi a meno di 500 metri per i prossimi 8 anni, e il pagamento di 50.000 euro per responsabilità civile, e di altri 50.000 euro in solido con gli altri imputati, sempre per responsabilità civile.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile