HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » atalanta » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
A quanto deve vendere l'Inter Icardi?
  A 110 milioni, il valore della clausola
  Dopo l'ultima stagione, vale 70/80 milioni
  Il valore è crollato, basta un'offerta da 50 milioni

Festeggia la Polonia, per l'Italia U21 l'amarezza di una occasione persa

19.06.2019 22:54 di Simone Lorini    articolo letto 13339 volte
Fonte: dall'inviato allo stadio Dall'Ara di Bologna
Festeggia la Polonia, per l'Italia U21 l'amarezza di una occasione persa
© foto di www.imagephotoagency.it
Doveva essere la notte della qualificazione e dell'Olimpiade, è diventata quella dell'amarezza e della consapevolezza di aver buttato una grandissima occasione: ora l'Italia non dipende più da sè stessa e dovrà giocare anche contro altri due avversari sabato, nella sfida di Reggio Emilia contro il Belgio. A Bologna, che saluta gli Azzurrini, la formazione di Di Biagio attacca per novanta minuti ma perde per effetto dell'unico tiro subito da Meret, quello che permette alla squadra ospite di andare a punteggio pieno nel girone di ferro: per la squadra di Michniewicz semifinale ad un passo.

SUBITO ITALIA - Buono l'avvio azzurro, con Chiesa molto cercato e ispirato, in grado di mettere al centro almeno un paio di palloni pericolosi. Le palle gol più nitide arrivano dalla distanza però: da una parte ci prova Bielik, murato in corner, dall'altra Pellegrini, che spara sopra la traversa. Interessante la posizione di Orsolini, che parte larghissima per accentrarsi e sfruttare lo spazio tra le linee per colpire col mancino.

SEMPRE CHIESA - Anche se l'Italia attacca a destra, la palla finisce sempre dalle parti di Chiesa, che raccoglie un cross teso di Adjapong e prova di prima intenzione, venendo però contrastato dall'uscita di Grabara. Ruoli invertiti alla mezz'ora: il 14 sfonda a sinistra e mette una palla di rara intelligenza per l'accorrente Mandragora, il quale cicca il pallone clamorosamente a porta spalancata e grazia ancora la Polonia.

ARRIVA IL GOL - Fine primo tempo pazzesco, con la Polonia che trova dal nulla il gol del vantaggio e l'Italia, pareggiando subito, se lo vede annullare per fuorigioco di Orsolini. Di Krystian Bielik il gol polacco, firmato con un sinistro violento e preciso che ha beffato Meret, comunque non esente da colpe. Il portiere azzurro infatti devia la sfera ma non abbastanza per evitare il gol biancorosso, al termine di una carambola che ha premiato il centrocampista scuola Arsenal dopo una punizione murata dall'Italia.

DENTRO KEAN E TONALI - Di Biagio cambia subito ma le sue scelte non hanno un effetto immediato: spazio a Kean, sorprendentemente al posto di Orsolini, mentre dieci minuti dopo Tonali rileva un grigio Mandragora. La Polonia si difende in dieci e per l'Italia si fa dura, anche per l'enorme quantità di errori di misura in termini di passaggi e lo scarso pressing azzurro.

ASSALTO AZZURRO - Gli azzurri ci provano in tutte le salse possibili, la Polonia è tutta negli ultimi 40 metri a difendere il gol del clamoroso primo posto nel girone più difficile dell'Europeo U21. Lorenzo Pellegrini fa tremare il palo con un missile terra-aria che solo il legno può respingere, mentre Cutrone chiude troppo il destro su invito di Kean. Dentro anche Zaniolo, ma il 3-3-4 finale non sortisce gli effetti sperati, gli Azzurrini cadono quando proprio non dovevano farlo.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Atalanta

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510