HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

La Giovane Italia
L'Angolo di Calcio2000

Ancelotti al capolinea? C’è il nome per Conte! Ma perché Messi?

04.12.2019 06:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 21611 volte

Mi ero ripromesso di non dare eccessiva visibilità al Pallone d’Oro. Da tanti, troppi anni sono convinto che il vincitore sia, spesso, “spinto da forze oscure”. Il peso di alcuni sponsor e di determinati club pare poter “incanalare” le votazioni. Quest’anno ha vinto Messi. Indubbiamente è, almeno a mio modesto parere, il più forte calciatore al mondo ma che meritasse di vincere il Pallone d’Oro edizione 2018/19 mi pare una forzatura… Perchè ha vinto Messi? Lo scorso anno ha vinto la Liga, la Scarpa d’Oro e la classifica cannonieri in Champions League (12 gol, il doppio del nemico portoghese). Non male, no? Eppure, c’è chi ha brillato maggiormente. CR7 ha cambiato squadra e ha vinto anche con la Juventus, zittendo tutti coloro che credevano che lontano da Madrid avrebbe fallito. E che dire di Van Dijk? E’ stato il simbolo del Liverpool vincitore della Champions League… O, magari, di Salah e Alisson, altri baluardi dei Reds… Mi chiedo: tutti vogliono giocare la Champions League. Tutti la considerano il torneo più prestigioso eppure, per i francesi che gestiscono il Pallone d’Oro conta zero. Forse qualcuno si è dimenticato che, lo scorso anno, il Barcellona di Messi, dopo aver vinto l’andata con un secco 3-0, ha perso la semifinale di ritorno con il Liverpool per 4-0… Una figuraccia mondiale, eppure Messi ora ha sei Palloni d’Oro!!! Lo prometto: proverò a non pensare più al Pallone d’Oro almeno fino a quando non ci sarà un giocatore azzurro in corsa, ok?
Passiamo a Carlo Ancelotti… La mia stima nei suoi confronti non è cambiata e non cambierà mai, eppure non condivido le sue ultime scelte che stanno rischiando di compromettere, completamente, la stagione del Napoli. Durante il famoso ammutinamento, mi sarei aspettato una presa di posizione forte da parte di Carletto e, invece, ha preferito restarsene in disparte. Poi, dopo aver criticato la “soluzione ritiro”, ecco che fa marcia indietro e impone il ritiro. I malpensanti potrebbero leggere il cambio di rotta del tecnico come una sorta di volontà di riavvicinarsi al presidente De Laurentiis… Non sapremo mai cosa sia accaduto realmente nello spogliatoio azzurro, tuttavia resto convinto che Ancelotti avrebbe dovuto prendere posizione, anche pubblicamente, qualche settimana fa, dopo la sfida con il Salisburgo. E ora? Ora il pericolo che tutto finisca in vacca (per usare un eufemismo) è elevatissimo. Curioso di vedere cosa accadrà a gennaio. Ricordo che Mertens e Callejon sono a scadenza di contratto… Due perni della squadra, due giocatori simbolo… Male, male…
Soffre anche Antonio Conte ma per altri motivi. La sua Inter ha la stessa determinazione di Brock Lesnar quando sale sul ring (o di Mike Tyson agli inizi della sua carriera). I suoi calciatori hanno la bava alla bocca. Il problema è che, ogni settimana, perde un pezzo. Che stia tirando troppo la corda? Probabile ma Conte è fatto così: prendere o lasciare. I miei amici spagnoli, quelli che sanno tutto del Barcellona, mi dicono che l’Inter sta facendo di tutto per avere Rakitic più che Vidal (ma andrebbe bene anche il cileno). Conte vorrebbe un centrocampista con tanta qualità nelle gambe e la giusta fisicità, anche per far riposare, ogni tanto, Brozovic che sta tirando la carretta da inizio anno. Il croato sarebbe perfetto, il problema è convincere il Barcellona, la stessa squadra da cui passa la possibile qualificazione agli ottavi di Champions League dell’Inter…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie L'Angolo di Calcio2000

Primo piano

UFFICIALE: Liverpool, rinnova Jurgen Klopp fino al 2024 Jurgen Klopp rinnova il suo contratto col Liverpool. Lo rende noto il club con un comunicato ufficiale. Il tecnico tedesco si è legato ai reds fino al 2024. Arrivato nel 2015, Klopp ha riportato il club sul tetto d'Europa dopo un'astinenza di 14 anni. BOSS ✊We're delighted to announce...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510