Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Serie A
Calvarese su Lazio-Milan: "Di Bello perde la testa. Dal rosso a Pellegrini sbaglia tutto"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
sabato 2 marzo 2024, 09:22Serie A
di Ivan Cardia

Calvarese su Lazio-Milan: "Di Bello perde la testa. Dal rosso a Pellegrini sbaglia tutto"

La direzione di gara di Marco Di Bello, arbitro di Lazio-Milan, gara finita 1-0 per i rossoneri all'Olimpico, fa discutere. Ne ha parlato, attraverso il suo canale YouTube, anche Gianpaolo Calvarese. Bocciatura netta per l'ex arbitro, oggi commentatore: "Serata da dimenticare, eppure era partito bene. Aveva giudicato bene il primo scontro tra Maignan e Castellanos: il portiere del Milan arriva prima e solo dopo, avendo levato il possesso della palla, travolge il calciatore argentino.

Poi l'episodio che, a mio giudizio, ha fatto saltare il banco nella testa dell'arbitro: l'espulsione di Pellegrini. C'è uno scontro di gioco tra Bennacer e Castellanos: tutti si fermano, l'arbitro sta per fischiare, porta il fischietto alla bocca. Vede Pulisic che prende la palla a Pellegrini e se ne sta andando: Pellegrini lo trattiene e lascia giocare, ovviamente fischia il fallo perché la trattenuta c'è tutta ed estrae il cartellino giallo. Però Di Bello sbaglia due cose: anzitutto, il body language: si pianta, sta per fischiare, fa di tutto per far capire al mondo che il gioco sarebbe stato interrotto. Il secondo è perché Castellanos prende un colpo sul viso e perde sangue dalle labbra.


Da qui in avanti, Di Bello si disunisce completamente, estraendo due cartellini rossi e cartellini gialli a raffica. Ma andiamo nel dettaglio: la seconda espulsione è per Marusic che protesta, in TV non si capisce cosa abbia detto ma forse qualche parola di troppo nei confronti dell'arbitro di Brindisi. È veramente campata in aria l'espulsione di Guendouzi: il calciatore della Lazio viene trattenuto in maniera reiterata e prova a liberarsi. Magari avrebbe meritato un giallo, ma di sicuro non è una condotta violenta che può portare al cartellino rosso. Male Di Bello: spero si riprenda presto, è una serata da dimenticare".