Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
Napoli, Spalletti apre al rinnovamento ma blinda Koulibaly e insiste sui leaderTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 22 maggio 2022, 09:00Serie A
di Antonio Gaito

Napoli, Spalletti apre al rinnovamento ma blinda Koulibaly e insiste sui leader

Cambiare meno possibile, trattenere più titolari possibili, in particolare i leader dello spogliatoio, ed in ogni caso farsi trovare preparati con giocatori già pronti per restare competitivi ai massimi livelli. E' questa la sintesi della posizione di Luciano Spalletti che nell'ultima conferenza stampa della stagione prova a fare il punto sul mercato che attende il Napoli quest'estate.

La necessità di cambiare
"Serve la capacità di rinnovarsi in una situazione di fine ciclo. Diversi sono a scadenza di contratto, alcuni hanno un'età e la società fa queste valutazioni. Bisogna rinnovarsi restando competitivi - le parole di Spalletti sull'estate che attenderà il club partenopeo -, sapendo che poi nel calcio per i nuovi o i giovani ci sono dei periodi di adattamento da considerare". In ogni caso è fondamentale farsi trovare pronti qualora dovessero arrivare delle proposte irrinunciabili: "Di nomi ce ne abbiamo pronti dappertutto, sono 3-4 nomi per ruolo. Ma in generale la squadra va bene, poi bisogna essere pronti se ci portano via qualcuno. E Kvaratskhelia è stato già preso e la società è stata brava".

Koulibaly incedibile
Più avanti però arriva una frenata sulla necessità di rinnovarsi, e la possibilità di una mezza rivoluzione, quando il discorso tocca il difensore senegalese: "Anche l'anno scorso si parlava di tante cessioni, ma poi non è successo e solo quelli a scadenza sono andati via. Per me è incedibile, come l'anno scorso, anche perché vogliamo fare un altro campionato importante. Si prende un altro più giovane, si dice, ma poi si compra un calciatore, un leader come lui lo si diventa negli anni". Stesso discorso anche per Ospina e Mertens: "Dries anche quest'anno è stato importantissimo, e si vede quando c'è in campo lui. Lo stesso per Ospina, hanno un'esperienza da trasferire anche quando non parlano, e la società farà queste valutazioni".