Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
Cucci su Mertens: “Pensavo fosse un perdita irreparabile, ora non  lo è più”TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
lunedì 27 giugno 2022, 20:00Le Interviste
di Redazione Tutto Napoli.net
per Tuttonapoli.net

Cucci su Mertens: “Pensavo fosse un perdita irreparabile, ora non lo è più”

"Trovo estenuante il continuo trattare di mercato e non si muove niente".

Italo Cucci, firma storica del nostro giornalismo, è intervenuto nel corso di 'Radio Goal', trasmissione in onda su Kiss Kiss Napoli: "Trovo estenuante il continuo trattare di mercato e non si muove niente. Mi trovo a disagio pensare che i colpi sono i giocatori dismessi dall’Inghilterra, prima il nostro campionato era il più bel campionato con i migliori giocatori. Il tifoso sente parlare di tanti soldi e poi si sentono nomi mai sentiti. Ho sentito dire, e lo trovo giusto, che i calciatori che vengono dall’estero abbiano un curriculum con un minimo di presenze nelle nazionali e trofei vinti. Ora si parla di De Ligt già come un campione del mondo, si parla di 70mln, non abbiamo più il senso della misura. E’ il problema di competenza, se ti chiedono mille dollari per una mela e glieli dai quello diventa il prezzo. E’ come se il passato fosse tutto sbagliato ed invece il bello era quello, abbiamo avuto i calciatori più grandi del mondo, a Napoli lo sapete bene.

Ospina e Mertens sembrano non rinnovare? A questo punto quello che pensavo una perdita irreparabile ora non lo è più. Un uomo lo vedi fino in fondo, senza mettere al centro di tutto i soldi, che con i tempi che si corrono diventano un insulto ai tifosi”.