Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Le Interviste
AUDIO - Di Napoli: "Spalletti ha creato una macchina da guerra perfetta"TUTTO mercato WEB
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
lunedì 30 gennaio 2023, 19:40Le Interviste
di Redazione Tutto Napoli.net
per Tuttonapoli.net

AUDIO - Di Napoli: "Spalletti ha creato una macchina da guerra perfetta"

parlare di Napoli e non solo a TMW Radio, durante Maracanà, è stato l'ex calciatore e tecnico Arturo Di Napoli.
tmwradio
Ospiti: Di Napoli:" Zaniolo doveva avere più riconoscenza." Bonanni:"Mourinho lo ha messo alla gogna." Garbo:" Atteggiamento di Zaniolo non positivo ma nessuna giustificazione alla violenza." Impallomeni:" I tifosi si sono sentiti traditi, ma nessuna violenza può essere giustificata. - Maracanà con Marco Piccari e Stefano Impallomeni
00:00
/
00:00

A parlare di Napoli e non solo a TMW Radio, durante Maracanà, è stato l'ex calciatore e tecnico Arturo Di Napoli.

Vittoria bella e difficile contro la Roma per il Napoli: "Mi è piaciuta molto la Roma come atteggiamento. E' una macchina da guerra perfetta il Napoli, sono contento per Spalletti, per i calciatori, per l'ambiente, per il nostro calcio".

Un pensiero sul caso Zaniolo? "Quando succedono certe cose rimango basito. Qualsiasi atto di violenza va condannato. Lui è in una società di prestigio, non bisogna dimenticare cosa ha fatto la società per lui dopo gli infortuni soprattutto. Un giocatore credo debba avere anche un sentimento e un po' di buonsenso. Le società non possono essere sempre sotto scacco, Zaniolo in questo scorcio di campionato ha avuto un exploit ma anche tanto discontinuo. Se la Roma vuole una mentalità incente, anche i giocatori devono adeguarsi a queste regole. Parlo di me, per fare un esempio. L'Inter mi ha aspettato, mi vedeva come quello che doveva esplodere, ma a un certo punto se sei sempre l'eterna promessa che non sboccia mai, una società deve fare una scelta. In un momento difficile della sua carriera la società Roma e il tifosi lo hanno aspettato e coccolato, serviva una riconoscenza diversa".