Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / palermo / A tu per tu
…con Beppe AccardiTUTTO mercato WEB
lunedì 4 dicembre 2023, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

…con Beppe Accardi

“Il Milan a corrente alternata? Non può certo ammazzare il campionato. L’unica squadra che può perdere il campionato da sola è l’Inter, le altre sono tutte allo stesso livello”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Beppe Accardi.

Il Napoli aveva dato segnali di ripresa. Ieri la batosta contro l’Inter…
“Il Napoli è una buona squadra con tre o quattro giocatori di livello. Aveva bisogno di uno come Mazzarri, c’è ancora tanto tempo…”.

Il Verona potrebbe presto cambiare proprietà passando agli americani. Come vedrebbe l’ulteriore arrivo di un fondo straniero?
“Da una parte bene, dall’altra spero che non facciano gli algoritmi anche loro…. Nel calcio il fattore umano è molto importante. Gli algoritmi ti danno determinati valori ma non quello dell’uomo”.


Nel nuovo Hellas se avverrà il cambio di società potrebbe esserci spazio di nuovo per Marroccu.
“Ha sempre fatto il suo lavoro… gli investitori lo avranno individuato come il profilo giusto”.

In B il suo Palermo fatica.
“Dall’inizio del campionato c’è sempre stato un ambiente ostile nei confronti del tecnico: la squadra ne risente. Bisogna avere pazienza, fare lavorare in tranquillità il mister e la squadra. Perché creare delle tensioni più del dovuto non porta risultati, ma più problemi. In un momento di difficoltà non si può sparare sulla croce rossa. Il Palermo ha deciso di andare avanti col tecnico, quindi bisogna supportarlo”.

Intanto il suo braccio destro ormai da molti anni, Marco Lo Giudice, sta vivendo una nuova sfida da direttore sportivo, al Geraci.
“Sono molto contento, è bravo e ha fatto un percorso di crescita importante. Fa della sua forza l’umiltà ed è un ragazzo che capisce di calcio. Farà un percorso importante”.