HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

La Giovane Italia
Serie C

ESCLUSIVA TMW - Teramo, Maurizi sul futuro: "Ho altri 2 anni di contratto"

11.06.2019 16:27 di Luca Bargellini  Twitter:    articolo letto 1666 volte

Dopo alcune stagioni al cardiopalma, sia dentro che fuori dal campo, quest'anno il Teramo ha chiuso il campionato 2018/2019 in tranquillità. La salvezza è arrivata con largo anticipo anche se gli inizi sono stati tutt'altro che semplici. La svolta è arrivata grazie al cambio di guida tecnica, con l'approdo al 'Bonolis' di Agenore Maurizi. Con l'ex tecnico della Reggina in panchina il Teramo ha cambiato marca, con una media playoff di 1,22 punti per partita. Dell'intera stagione lo stesso Maurizi ha parlato ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com. "Per il rapporto qualità della rosa e punti conquistati direi che il Teramo ha fatto una stagione ottima - ha spiegato il tecnico -. Quando siamo arrivati la squadra era ad un punto dall'ultima in classifica. Poi abbiamo centrato tre vittorie nelle prime tre gare e la squadra è riuscita a scrollarsi di dosso una parte delle difficoltà".

Qual è stata la difficoltà maggiore nell'entrare a stagione in corso?
"Senza dubbio il lavorare su un gruppo che in preparazione aveva puntato su concetti di gioco molto diversi dai miei, ma soprattutto l'affrontare un clima depresso dovuto alle tante problematiche delle passate stagioni. Dalla Serie B mancata fino alla salvezza per le penalizzazioni di altri club. Quando sono arrivato a Teramo ho trovato una realtà che aveva una paura matta di retrocedere, così con il mio staff abbiamo puntato a lavorare sulla mente dei giocatori, cercando di tutelarsi nei confronti dell'ambiente circostante".

C'è stato un momento in cui ha capito che gli spettri erano stati sconfitti e che la squadra aveva aperto un nuovo ciclo?
"In realtà ciò che mi ha dato maggiore fiducia era la continuità che il gruppo ha mostrato nel seguire le mie indicazioni. Anche se abbiamo avuto un po' di alti e bassi in termini di risultati le prestazioni non sono mai mancate, anzi sono andate in crescendo. Volendo trovare dei risultati importanti nel corso dell'anno, però, mi viene in mente il 3-1 contro il Ravenna, così come la vittoria contro l'AlbinoLeffe oppure i risultati conquistati contro il Monza. Tutte pietre imporanti nel nostro percorso di crescita".

Teramo-Maurizi, dunque, avanti insieme.
"Ho ancora due anni di contratto e aspetto di sapere quale sarà il futuro della società per progettare la prossima stagione".

Anche se in ballo c'è anche la possibile cessione del club?
"Ho parlato con il presidente che mi ha comunicato questa possibilità. Per il resto, però, preferisco non entrare nel merito".

Chiudiamo mister con una nuova avventura che la riguarda. Oltre ad essere tecnico del Teramo, lei è diventato anche autore di un libro sul calcio.
"E' un'occasione che devo a Ferretto Ferretti, responsabile della didattica presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano. Assieme al mio match analyst Biagio Di Domenico abbiamo realizzato, durante la stagione che abbiamo vissuto a Teramo, un testo che verrà utilizzato nel corso allenatori realizzato dalla nostra federazione sui principi di gioco. Una nuova opportunità che ho colto al volo e che spero possa contribuire alla crescita degli allenatori del futuro".

© Riproduzione riservata

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Primo piano

TMW - Pastorello: "Lukaku? L'Inter ci sta provando seriamente" Blitz di mercato quest'oggi nella sede dell'Inter, con l'agente Federico Pastorello che all'uscita degli uffici del club nerazzurro si è fermato a parlare brevemente con i cronisti: "Abbiamo parlato di Vergani, era la situazione più urgente. Lukaku? È un sogno e come tale è difficile...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510