Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / News
Mignani e l'enigma Folo: possibile un nuovo stop. Chi al suo posto?
mercoledì 31 maggio 2023, 18:00News
di Claudio Mele
per Tuttobari.com

Mignani e l'enigma Folo: possibile un nuovo stop. Chi al suo posto?

Vincere ad ogni costo. È questo l'unico risultato possibile venerdì sera per centrare il passaggio del turno e vedersela in finale con la vincente tra Cagliari e Parma. A complicare le cose, oltre all'amaro risultato dell'andata, le non perfette condizioni fisiche di Michael Folorunsho, che lunedì sera ha visto affondare i suoi compagni seduto per 90 minuti in panchina.

A fine partita, Mignani abbastanza rabbuiato ha chiosato ai cronisti presenti affermando che l'ex Reggina e Francavilla non fosse disponibile per scendere in campo. I numerosi guai fisici del classe '98 e le parole inappuntabili del tecnico non lasciano presagire nulla di buono. A meno di recuperi sbalorditivi (oggi si sta allenando in gruppo), Folorunsho potrebbe così saltare nuovamente la gara col Sudtirol. Inutile ribadire come il Bari sarebbe così profondamente indebolito, venendo a mancare un uomo da 8 gol e 2 assist fondamentale per gli schemi del tecnico biancorosso.

Quali potrebbero essere allora le alternative? Considerando che Folorunsho è stato spesso out fin da febbraio, Mignani in questi mesi ha varato diverse soluzioni. Nel primo periodo d'assenza, l'allenatore ligure ha confermato il trequartista, ruotando a turno tutti gli effettivi (Botta, Bellomo e Benedetti). Un'alternanza che si è rivelata positiva, perché ha permesso di pescare dal mazzo sempre il profilo più in forma o adatto al contesto gara.

Dalla trasferta di Pisa, però, il contesto è cambiato: Mignani, complice anche l'assenza di Maiello, è passato al 4-4-2 ibrido con Morachioli largo a sinistra e Bellomo a destra. Una soluzione che non è dispiaciuta e che ha permesso ai biancorossi di rendersi pericolosi a più riprese. Nell'ultima giornata di campionato, poi, è stato provato Esposito sulla trequarti. Scelta riconfermata lunedì al Druso, che però non ha portato i frutti sperati.

L'impressione è che si cercherà di recuperare in ogni modo il giocatore. Qualora Folorunsho alzasse di nuovo bandiera bianca, allora si andrebbe di conseguenza con una di queste mosse. Uno scenario, però, che si vuole a tutti i costi evitare.