Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Andrea Masiello evita (ancora) il Bari: salterà la quinta sfida in un annoTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 4 dicembre 2023, 13:00In Primo Piano
di Giovanni Gaudenzi
per Tuttobari.com

Andrea Masiello evita (ancora) il Bari: salterà la quinta sfida in un anno

Andrea Masiello eviterà, ancora una volta, l’incrocio con il Bari. Il difensore, protagonista nel 2011 dello scandalo calcio-scommesse che accompagnò la retrocessione dei galletti in B, ha sempre evitato, da allora, di affrontare i biancorossi. Stavolta mancherà, per squalifica, nel confronto tra la truppa di Marino ed il suo Sudtirol, in calendario sabato prossimo, 9 dicembre, al S. Nicola.

Già nella passata stagione, il difensore, che in carriera vanta una lunga militanza in riva all’Adriatico, per complessive 139 presenze e 4 reti dal 2008 al 2011, non aveva partecipato a nessuna delle 4 sfide tra la sua compagine ed il Bari, per ragioni che sarebbero già previste nel suo contratto con il club, che secondo indiscrezioni contiene espressamente la condizione di evitare il suo impiego nei match contro i pugliesi.

Il Sudtirol, contro la compagine allora allenata da Mignani, raccolse un 2-2 in terra barese in campionato, il 12 novembre 2022, e cadde nel suo stadio, colpito da Morachioli, il 10 aprile di quest’anno. Ci furono, poi le due sfide degli ultimi playoff (1-0 per gli altoatesini all’andata in casa il 29 maggio, stesso risultato a parti invertite nel ritorno, il 2 giugno, con conseguente qualificazione del Bari alla finale per la A poi persa col Cagliari). A nessuna delle 4 gare appena citate partecipò Masiello, che non ha mai sentito il bisogno di sfidare, sul campo, una piazza-simbolo del suo passato turbolento.