Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / cagliari / Approfondimenti
Pereiro quest'anno ha il ruolo di aprire le danzeTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Di Leonardo
domenica 14 agosto 2022, 16:30Approfondimenti
di Maria Laura Scifo
per Tuttocagliari.net

Pereiro quest'anno ha il ruolo di aprire le danze

Il Cagliari ieri si è salvato in extremis e questo è fuor di dubbio. La squadra ieri è apparsa ancora in fase di rodaggio e l'impressione è che ci vorrà ancora qualche tempo e bisognerà recuperare a pieno qualche giocatore prima di vedere a pieno le meccaniche del gioco di Liverani. Alla fine però, un punto è arrivato ugualmente, al termine di una gara complicata e grazie ad un guizzo del più "controverso" degli uomini in rosa, ovvero Gaston Pereiro. Controverso non perché abbia fatto qualcosa di male, ci mancherebbe altro, ma per la continua ricerca del ruolo giusto, praticamente mai trovato da quando è a Cagliari, e per il suo costante essere in bilico non solo per quanto riguarda la formazione titolare, ma anche per il mercato.

Quella al 93' è stata una vera intuizione prima di Marko Rog e successivamente sua grazie alla conclusione che ha levato le castagne dal fuoco per i rossoblù. Anche perché iniziare la Serie B con una sconfitta, a livello mentale avrebbe fatto davvero male considerando tutte le traversie dello scorso anno. Il fatto curioso però è che Gaston Pereiro una volta all'anno riesce ad accendersi, sia per una sola partita o per un periodo, salvo poi mostrarsi discontinuo nella prosecuzione della stagione.

Un animo fragile probabilmente, un po' riservato e con la capacità di andare al suo ritmo, quasi come se a volte fosse fuori dal tempo. Una situazione forse bizzarra, ma che curiosamente quest'anno potrebbe funzionare all'interno della gamma di alternative che mister Liverani ha a sua disposizione. Il dato oggettivo è che, nonostante i richiami costanti del pre-campionato e più di qualche leziosità, quando è servito Pereiro si è trovato sempre al posto giusto, al momento giusto. Ad eccezione della gara di Coppa Italia contro il Perugia, i "primi gol" li ha messi a segno lui quest'anno.

Lo ha fatto nella prima partitella del raduno, il primo giorno di allenamento; lo ha fatto nella prima amichevole giocata dal Cagliari, quella contro la rappresentativa sarda e lo ha fatto ieri alla prima di Serie B. Insomma, se questo deve essere l'anno delle prime volte chissà che non sia l'anno in cui Pereiro possa riuscire finalmente ad esprimere sul campo quel talento che tutti a Cagliari conoscono bene e che finora, purtroppo, è rimasto in gran parte nascosto.