Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Klopp e Guardiola contro un nemico comune: troppe partite, i giocatori sono esausti

Klopp e Guardiola contro un nemico comune: troppe partite, i giocatori sono esaustiTUTTO mercato WEB
© foto di Insidefoto/Image Sport
lunedì 9 novembre 2020, 14:27Calcio estero
di Michele Pavese

In Premier League cresce la rabbia per le tante partite ravvicinate e i troppi infortuni che stanno scombinando i piani degli allenatori. Dopo il big-match di ieri tra Manchester City e Liverpool, anche Pep Guardiola e Jurgen Klopp hanno affrontato l'argomento con toni piuttosto accesi.

Le parole del tedesco: "Due settimane fa il club ha organizzato per me un incontro con Paul Molnar, manager della Premier League. Mi ha detto che non possiamo cambiare le cose. Abbiamo giocato di sabato alle 12.30 dopo l'ultima pausa internazionale. Alcuni dei miei giocatori erano stati impegnati in Perù mercoledì sera. Questa roba non dovrebbe accadere. Capisco al 100% la necessità delle televisioni. Al 100%. Ma anche la Premier League deve avvicinarsi alle esigenze dei giocatori. Giocare di sabato va bene, ma alle 12.30 è un omicidio. Alla gente potrebbe piacere questa situazione, perché sembra che si dia alle altre squadre una possibilità di vincere la Premier. L'unico problema è che stiamo facendo del male ai giocatori: ci sono troppe partite. Vogliamo giocare a calcio, dobbiamo giocare a calcio, è fantastico per le persone. Ma non dovrebbe essere consentito giocare di sabato alle 12.30 dopo aver giocato il mercoledì sera. Sky, BT, Premier League, BBC, devono parlare ed affrontare il problema".

Le dichiarazioni di Guardiola: "Quando ero un giocatore e leggevo le notizie dall'Inghilterra, ricordo che Sir Alex Ferguson, Arsene Wenger, Rafael Benitez si lamentavano degli stessi problemi. Se non sono cambiate a quei tempi le cose, con quei grandi manager, come potrà succedere ora che ci siamo io, Jurgen e Ole? Il mio lavoro è proteggere i miei giocatori. È tutto quello che voglio: devono essere in forma e non avere infortuni. Quando arrivano agli allenamenti, sono esausti. LeBron James ha vinto il titolo NBA e ora sarà in vacanza per uno, due, tre mesi. I nostri ragazzi hanno otto giorni, due settimane massimo, e dopo partite, partite, partite, perché BT e Sky e tutti gli altri decidono che deve essere così".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile