HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Editoriale

La Juve prova il grande colpo: Salah in cambio di Dybala. Paratici ha in mano Chiesa e Zaniolo. Una cena col romanista. Marotta punta Andrè Gomes. Icardi accordo per l’addio. Veretout al Napoli

22.03.2019 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 36384 volte
© foto di Federico De Luca

In Inghilterra svelano una nuova, clamorosa pista del mercato della Juventus: i bianconeri hanno offerto Dybala al Liverpool per avere Salah. L’indiscrezione è forte, ma anche consistente e ci conferma che l’estate prossima la Juventus farà grandi cose, soprattutto ha in cantiere un profondo rinnovamento di una squadra forte, ma anche vecchia in alcuni ruoli (centrocampo e difesa) e in giocatori chiave.

Salah è un vecchio pallino di Paratici. Se ne era parlato già quando l’egiziano era in prestito alla Fiorentina, ma il tentativo di inserimento dei bianconeri con il Chelsea quando presero anche Cuadrado, fu stoppato da Sabatini che giocò d’anticipo e portò il giocatore a Roma. Quattro anni dopo la storia ritorna e sta in piedi. Dopo l’arrivo di Ronaldo l’amore fra Dybala e la Juve è in crisi. Fatica a trovare ruolo e posto stabile, anche se dovesse cambiare allenatore la Juve non lo aspetterà. E’ la società che ha deciso. Il giocatore sa di avere estimatori importanti (il Real aveva fatto dei sondaggi) e non avrebbe gradito il ventilato trasferimento all’Inter caldeggiato e proposto da Marotta. Al Liverpool invece ha detto ok. Così la Juventus punterebbe al clamoroso scambio alla pari anche se Salah in questo momento ha una valutazione superiore che si aggira attorno ai 150 milioni. Dybala però ha due anni di meno. Gli intermediari sono evidentemente al lavoro, quando escono rumors di questo tipo si stanno gettando le basi della trattativa. Da parte inglese per ora tutto tace e Paratici lavora a fari spenti come fece con Ronaldo, ma il seme è lanciato.

La Juve vuole continuare a immettere grandi giocatori di livello internazionale e Salah in coppia con Ronaldo che apre gli spazi e porta via uomini, può diventare ancora di più devastante. Fra l’altro, oltre a Dybala la Juve ha deciso di mettere sul mercato anche Douglas Costa, valutato una quarantina di milioni e Salah può fare in meglio il lavoro tecnico-tattico provato quest’anno con il brasiliano. Douglas Costa è da rilanciare, può anche darsi che finisca nel pacchetto Dybala perché è un giocatore che a Klopp piace molto. Inutile dire che operazioni così complesse hanno bisogno di tempo, sono trattative non facili e molto dipenderà anche dal finale di stagione sia del Liverpool che della Juve. Salah è ambizioso, vuol provare a vincere e il Liverpool è in piena corsa. Vedremo come reagirà l’egiziano alla proposta che prevede, naturalmente, un ingaggio elevato, attorno ai dieci milioni netti a fronte dei sei che guadagna oggi.

Ma se Salah è una vicenda ancora tutta da costruire, Paratici si è messo avanti da tempo con due giovani italiani. Ricordate il famoso foglietto dimenticato in un ristorante? C’erano anche i nomi di Chiesa e Zaniolo, la road map è giusta. Per Chiesa la Juventus ha qualcosa di più di un gentleman agreement con la Fiorentina da quando l’estate scorsa diede l’ok al prestito di Pjaca. Nel frattempo il rapporto con il padre-procuratore è andato avanti con una proposta di contratto di cinque anni a quattro milioni l’anno per cominciare e poi a salire. La Juve parte da settanta milioni, la Fiorentina ne vorrebbe cento. Una trattativa non facile, ma diversi giocatori bianconeri (a cominciare da Orsolini) potrebbero essere contropartite interessanti anche se la Fiorentina preferisce il cash. Sarà il tema dell’estate. Ma Paratici vuole anche Zaniolo. Ci risulta di una cena fra Paratici, il giocatore e il suo entourage. Anche qui contratto importante per cinque anni a salire. Alla Roma sono stati proposti quaranta milioni, la plusvalenza sarebbe enorme visto che Zaniolo è stato pagato poco più di cinque. Per la difesa già preso Romero del Genoa, ma l’obiettivo vero è De Ligt dell’Ajax e non da oggi. Gli olandesi sono assediati da molte società, chiedono 70 milioni e anche per la Juve non sarà facile. Guardando De Ligt, gli emissari della Juve hanno scoperto anche Ryan Gravenberch, un centrocampista di 17 anni che ricorda Pogba. Nella trattativa vorrebbero inserire anche lui. Ma piace pure un altro centrocampista del 2002, Lucien Agoume del Sochaux. Uno dei due arriverà.

Si sta muovendo anche l’Inter. Intanto Marotta ha proposto ad Ausilio il rinnovo del contratto fino al 2022, vuole al suo fianco un direttore sportivo esperto che in questi anni di difficoltà ha fatto bene. La vicenda Icardi ha portato via molte energie, ma la strada è chiara fin dal primo giorno: si cercherà di andare avanti in qualche modo fino a maggio, poi Icardi sarà venduto. Difficile che oggi qualcuno paghi i 110 milioni di clausola per l’estero, sarà concordata la cessione e se il giocatore vuole restare in Italia la situazione si complica ulteriormente. La Roma vuol dire addio a Dzeko, ma a certe cifre non può arrivare a Icardi. Milan e Napoli sono coperte, Dybala ha detto no allo scambio, non sarà facile trovare un acquirente.

Nel frattempo però anche Marotta ha fissato gli obiettivi in entrata. Preso Godin e con Barella quasi fatto, fari accesi su Andrè Gomes, vecchio pallino dell’ex dg bianconero, che il Barcellona ha prestato all’Everton. L’Inter lo vuole, è convinto di rilanciarlo ad alti livelli. Nei piani ci sarebbe anche Chiesa qualora Perisic insistesse per andar via. La Juve è in vantaggio come detto, ma l’Inter s’era già inserita l’estate scorsa e aspetta. Se davvero la Juve prendesse Salah potrebbe anche rinunciare a Chiesa e in quel caso Marotta si farà trovare pronto.

Chiesa era un obiettivo pure per Aurelio De Laurentiis, ma è cresciuto troppo. Accordo fatto invece con un altro viola, il centrocampista Jordan Veretout. Il giocatore ha detto ok, si tratta ora di trattare il prezzo con la Fiorentina che era partita da 30 milioni. Adl ha offerto direttamente a Della Valle poco più della metà. L’operazione avrà bisogno di tempo e di trattative, ma si farà.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Basta spot elettorali! Il calcio italiano crolla in Europa ma noi pensiamo ai finti progressi. Juve, festa amara. Napoli, serviva Ancelotti per una stagione così? Pippo, vedi come vola il Bologna… 22.04 - Sabato pomeriggio avrei voluto vedere, al mare, la festa della Juventus e invece mi sono ritrovato senza calcio e sprofondato sul divano a rivedere un film nuovo che davano alla tv: Quo Vado! La scena più bella è quando Checco (a proposito, che fine hai fatto? Quando torni a regalarci...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Juve, le plusvalenze non fanno vincere la Champions. Il Milan se ne frega del fair play finanziario, l'Inter riparte da Spalletti? Conte, Tuchel, Sarri e altre leggende 21.04 - La festa Scudetto non è tale quando esci dai quarti di Champions League per mano dell'Ajax. E soprattutto quando potevi farlo una settimana prima, con un pari tranquillo a Ferrara, invece di inserire giocatori di Serie C oppure giovani. La formazione era più forte di quella della...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, risalgono le quotazioni di Conte. Dybala in partenza, Bayern in prima fila ma c’è anche il Liverpool in un possibile scambio con Salah. Per la difesa spunta anche Jérôme Boateng. Marotta e Paratici, che sfida per Chiesa 20.04 - A fine stagione ci sarà un cambiamento inevitabile. Per la Juventus è già cominciata la fase di riflessione. Il primo nodo resta sempre Allegri. E’ vero che ci sono state le conferme del presidente Agnelli e dello stesso allenatore su un futuro ancora bianconero, ma la sensazione...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri non resterà. Agnelli punta tutto su Conte, l’unico grande motivatore. Arriverà un giocatore super per reparto. Il tentativo per Guardiola di due mesi fa. Napoli, fine del ciclo. Insigne un caso 19.04 - Andrea Agnelli ha confermato Allegri a caldo, subito dopo la bruciante eliminazione dalla Champions e sinceramente penso sia stata soltanto una mossa mediatica. Il tentativo, un classico in questi casi, e niente di più di cercare di deviare l’attenzione dal dramma sportivo per far...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La Juve, la Champions, i soldi e il mercato. I programmi della Roma e la “nuova” recompra 18.04 - La mancata qualificazione alle semifinali per la Juventus non è semplicemente una sconfitta che fa male. Perché tradisce le aspettative dei tifosi della Juventus, prima ancora che le ambizioni della società a del suo presidente Agnelli. L’Ajax ha frantumato la Juventus, ha scoperto...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

E’ la disfatta di Allegri, checché ne dica Agnelli: vincere non era l’unica cosa che conta? La Juventus ha giocato solo quando ha dovuto reagire. Rilassatasi con l’Ajax, è crollata. Gli juventini vogliono Allegri? 17.04 - Il ranking. Il nuovo tormentone è il ranking. Uscire da questa disfatta - né più, né meno - contro l’Ajax, e parlare da parte di Agnelli di ranking e degli ultimi cinque anni sempre nei Quarti, ha lo stesso effetto dell’ingaggiare un make-up artist da Oscar per fare agghindare un...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: i rischi della super sfida e il moralismo senza senso sui “ragazzotti”. Inter: la verità tra le parole di Marotta (Icardi, Spalletti e... Conte). Milan: il futuro di Gattuso, spiegato nel presente. Napoli: la coerenza non è un optional 16.04 - Mentre scriviamo brucia Notre Dame e c’è davvero poco da ridere. Qualcuno fa grassa ironia “in fondo non è morto nessuno!”. Ah, pisquani, quanta pochezza. Brucia Notre Dame e noi siam qui a parlare di pallone, del resto di arte capiamo nulla, ma che fastidio accendere la tv e vedere...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, angeli e demoni. Inter, traguardo vicino. Napoli, che horror! Chievo giustamente in B. Gravina, prima i veri problemi poi il resto... 15.04 - Le lotte per il quarto posto, e per il terzultimo, sono le uniche rimaste a farci divertire. Penserete, giustamente, come sia caduta in basso la serie A. Vero! La Juventus, ormai, deve fare i calcoli per quando festeggiare. Deve decidere solo la data e si organizza per la passerella,...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La formazione di Allegri è il frutto di un campionato che non funziona. Vincere così non aiuta nessuno, nemmeno la Juve. E Andrea Agnelli lo sa bene... 14.04 - Un esordiente nel massimo campionato con la maglia della Juventus, due esordienti assoluti in Serie A, più Hans Nicolussi Caviglia. Centrocampista classe 2000 che prima di ieri sera aveva giocato in Serie A solo dieci minuti contro l'Udinese (quando il risultato era 4-0). A Ferrara,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Inter, è Lukaku la prima scelta se parte Icardi. Dzeko e Zapata le altre ipotesi. Juventus, per il centrocampo si continua a monitorare Ndombele del Lione. Svolta Mertens, l’attaccante belga ora potrebbe rimanere. Giuntoli al lavoro per Callejon 13.04 - La fine del campionato è dietro l’angolo e una decisione deve essere presa per forza. La svolta tra l’Inter e Icardi sta per arrivare. L’addio resta l’ipotesi più probabile ma non scontata. Icardi è un grande bomber, ha 26 anni e ora più che mai è un’occasione di mercato per tante...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510