HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
Editoriale

La Juve prova il grande colpo: Salah in cambio di Dybala. Paratici ha in mano Chiesa e Zaniolo. Una cena col romanista. Marotta punta Andrè Gomes. Icardi accordo per l’addio. Veretout al Napoli

22.03.2019 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 45970 volte
© foto di Federico De Luca

In Inghilterra svelano una nuova, clamorosa pista del mercato della Juventus: i bianconeri hanno offerto Dybala al Liverpool per avere Salah. L’indiscrezione è forte, ma anche consistente e ci conferma che l’estate prossima la Juventus farà grandi cose, soprattutto ha in cantiere un profondo rinnovamento di una squadra forte, ma anche vecchia in alcuni ruoli (centrocampo e difesa) e in giocatori chiave.

Salah è un vecchio pallino di Paratici. Se ne era parlato già quando l’egiziano era in prestito alla Fiorentina, ma il tentativo di inserimento dei bianconeri con il Chelsea quando presero anche Cuadrado, fu stoppato da Sabatini che giocò d’anticipo e portò il giocatore a Roma. Quattro anni dopo la storia ritorna e sta in piedi. Dopo l’arrivo di Ronaldo l’amore fra Dybala e la Juve è in crisi. Fatica a trovare ruolo e posto stabile, anche se dovesse cambiare allenatore la Juve non lo aspetterà. E’ la società che ha deciso. Il giocatore sa di avere estimatori importanti (il Real aveva fatto dei sondaggi) e non avrebbe gradito il ventilato trasferimento all’Inter caldeggiato e proposto da Marotta. Al Liverpool invece ha detto ok. Così la Juventus punterebbe al clamoroso scambio alla pari anche se Salah in questo momento ha una valutazione superiore che si aggira attorno ai 150 milioni. Dybala però ha due anni di meno. Gli intermediari sono evidentemente al lavoro, quando escono rumors di questo tipo si stanno gettando le basi della trattativa. Da parte inglese per ora tutto tace e Paratici lavora a fari spenti come fece con Ronaldo, ma il seme è lanciato.

La Juve vuole continuare a immettere grandi giocatori di livello internazionale e Salah in coppia con Ronaldo che apre gli spazi e porta via uomini, può diventare ancora di più devastante. Fra l’altro, oltre a Dybala la Juve ha deciso di mettere sul mercato anche Douglas Costa, valutato una quarantina di milioni e Salah può fare in meglio il lavoro tecnico-tattico provato quest’anno con il brasiliano. Douglas Costa è da rilanciare, può anche darsi che finisca nel pacchetto Dybala perché è un giocatore che a Klopp piace molto. Inutile dire che operazioni così complesse hanno bisogno di tempo, sono trattative non facili e molto dipenderà anche dal finale di stagione sia del Liverpool che della Juve. Salah è ambizioso, vuol provare a vincere e il Liverpool è in piena corsa. Vedremo come reagirà l’egiziano alla proposta che prevede, naturalmente, un ingaggio elevato, attorno ai dieci milioni netti a fronte dei sei che guadagna oggi.

Ma se Salah è una vicenda ancora tutta da costruire, Paratici si è messo avanti da tempo con due giovani italiani. Ricordate il famoso foglietto dimenticato in un ristorante? C’erano anche i nomi di Chiesa e Zaniolo, la road map è giusta. Per Chiesa la Juventus ha qualcosa di più di un gentleman agreement con la Fiorentina da quando l’estate scorsa diede l’ok al prestito di Pjaca. Nel frattempo il rapporto con il padre-procuratore è andato avanti con una proposta di contratto di cinque anni a quattro milioni l’anno per cominciare e poi a salire. La Juve parte da settanta milioni, la Fiorentina ne vorrebbe cento. Una trattativa non facile, ma diversi giocatori bianconeri (a cominciare da Orsolini) potrebbero essere contropartite interessanti anche se la Fiorentina preferisce il cash. Sarà il tema dell’estate. Ma Paratici vuole anche Zaniolo. Ci risulta di una cena fra Paratici, il giocatore e il suo entourage. Anche qui contratto importante per cinque anni a salire. Alla Roma sono stati proposti quaranta milioni, la plusvalenza sarebbe enorme visto che Zaniolo è stato pagato poco più di cinque. Per la difesa già preso Romero del Genoa, ma l’obiettivo vero è De Ligt dell’Ajax e non da oggi. Gli olandesi sono assediati da molte società, chiedono 70 milioni e anche per la Juve non sarà facile. Guardando De Ligt, gli emissari della Juve hanno scoperto anche Ryan Gravenberch, un centrocampista di 17 anni che ricorda Pogba. Nella trattativa vorrebbero inserire anche lui. Ma piace pure un altro centrocampista del 2002, Lucien Agoume del Sochaux. Uno dei due arriverà.

Si sta muovendo anche l’Inter. Intanto Marotta ha proposto ad Ausilio il rinnovo del contratto fino al 2022, vuole al suo fianco un direttore sportivo esperto che in questi anni di difficoltà ha fatto bene. La vicenda Icardi ha portato via molte energie, ma la strada è chiara fin dal primo giorno: si cercherà di andare avanti in qualche modo fino a maggio, poi Icardi sarà venduto. Difficile che oggi qualcuno paghi i 110 milioni di clausola per l’estero, sarà concordata la cessione e se il giocatore vuole restare in Italia la situazione si complica ulteriormente. La Roma vuol dire addio a Dzeko, ma a certe cifre non può arrivare a Icardi. Milan e Napoli sono coperte, Dybala ha detto no allo scambio, non sarà facile trovare un acquirente.

Nel frattempo però anche Marotta ha fissato gli obiettivi in entrata. Preso Godin e con Barella quasi fatto, fari accesi su Andrè Gomes, vecchio pallino dell’ex dg bianconero, che il Barcellona ha prestato all’Everton. L’Inter lo vuole, è convinto di rilanciarlo ad alti livelli. Nei piani ci sarebbe anche Chiesa qualora Perisic insistesse per andar via. La Juve è in vantaggio come detto, ma l’Inter s’era già inserita l’estate scorsa e aspetta. Se davvero la Juve prendesse Salah potrebbe anche rinunciare a Chiesa e in quel caso Marotta si farà trovare pronto.

Chiesa era un obiettivo pure per Aurelio De Laurentiis, ma è cresciuto troppo. Accordo fatto invece con un altro viola, il centrocampista Jordan Veretout. Il giocatore ha detto ok, si tratta ora di trattare il prezzo con la Fiorentina che era partita da 30 milioni. Adl ha offerto direttamente a Della Valle poco più della metà. L’operazione avrà bisogno di tempo e di trattative, ma si farà.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Matic, l’Inter alza il pressing.  Rakitic, Milinkovic e Tonali gli altri obiettivi. Leonardo vuole Paquetà. Mandzukic sempre più United, vicini i rinnovi di Cuadrado, Matuidi e Szczesny 19.10 - Matic è l’ipotesi più concreta per l’Inter in vista di gennaio. La società nerazzurra non ha ancora programmato in maniera definitiva le sue mosse, ma se ci dovessero essere i presupposti per un centrocampista in grado di alzare ulteriormente il livello qualitativo del reparto si...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Napoli, salta tutto. Adl attacca Insigne, Mertens e Callejon. E mette in vendita Koulibaly. Milan in rosso, giallo Donnarumma. Elliott aspetta lo stadio per vendere e rientrare. Inter, Conte vuole un centrocampista. Ibra, un segnale 18.10 - Ci sono giorni in cui ti prende così e ieri è stato uno di quei giorni in cui Adl, Aurelio De Laurentiis rigorosamente con due i per l’anagrafe, prende cappello e sbotta contro tutto e tutti. Non è la prima volta e non sarà l’ultima, il carattere non lo cambi a settant’anni, la diplomazia...

Editoriale DI: Luca Marchetti

I pensieri in casa Napoli, Milan più rosso che nero, l’Inter stringe i denti (fino a gennaio) 17.10 - A Napoli il processo di crescita continua, ma come in tutte le cose ci sono dei passaggi obbligati e dei nodi da sciogliere. Fra questi sicuramente il rapporto fra Insigne e Ancelotti, che deve essere chiarito fino in fondo, dopo le ultime decisioni dell’allenatore (la tribuna in...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Ecco i 23 convocati per Euro2020. In 16 sono già sicuri: Bernardeschi e Zaniolo devono migliorare, ma il nome a rischio più clamoroso è Romagnoli. Balotelli? No, a meno che... 16.10 - “Se erano qua è perché crediamo in questi giocatori, ma è anche vero che a giugno purtroppo qualcuno bravo dovrà rimanere a casa”. La frase di Roberto Mancini su Di Lorenzo e Cristante, in coda al record di 9 vittorie consecutive raggiunto contro il Liechtenstein, è più importante...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: la verità (sensata) di De Ligt. Inter: gli infortuni, il comandamento di Conte” e le panzane sul “vice Lukaku”. Milan: la logica sulla scelta di Pioli e le mezze verità di Silvio. Italia: è tutto bello, ma non esageriamo 15.10 - Ciao. Il dramma della pausa per la nazionale è che porta con sé molti effetti collaterali a contorno. Il primo è che tutti quelli che parlano di calcio si ritrovano spaesati, non sanno che dire, e allora pur di non ritrovarsi senza opinioni esprimono il loro giudizio su altri argomenti:...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan e Samp, servono i cambi di mentalità. Napoli, per Ancelotti l'anno della verità. Petrachi, se pensi una cosa non ritrattare... 14.10 - Ringraziamo Milan e Sampdoria che ci hanno consentito di lavorare in una settimana, quelle delle Nazionali, che è una autentica mazzata per giornalisti e tifosi. Queste continue soste spezzano e, consentitemi, falsano il campionato. Troppe pause, troppe volte i calciatori devono andare...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Bentornata Italia. Inter, perché Lazaro? Milan e Sampdoria, scelte diverse ma uguali: uno paga 150 milioni di euro, altri sbandierano trattative per la cessione, autodestabilizzandosi. De Laurentis e Icardi, l'ammissione di non voler spendere 13.10 - La settima vittoria consecutiva manda Roberto Mancini e la sua Italia agli Europei. Ora c'è il Liechtenstein e il record di Vittorio Pozzo a una sola lunghezza, probabilmente verrà pareggiata proprio nella prossima. Facendo l'avvocato del Diavolo, però, c'è da sottolineare come -...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Milan, Pioli merita fiducia. Primo passo: recuperare Piatek e lanciare Rebic. Inter per giugno obiettivi Tonali e Van de Beek. Napoli, Hysaj verso la Roma. Genoa, tieniti stretto Andreazzoli. Samp, Ranieri non basta 12.10 - Pioli merita fiducia. Non credo sia giusto giudicare a priori chi ancora non ha cominciato a lavorare. Il Milan ha una storia gloriosa e un passato fantastico ma se da 7 anni non riesce ad alzare la testa a certi livelli ci sarà pure un perché. La ripartenza è sempre stata difficile...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Milan, tutta colpa di Elliott. Il fondo deve vendere subito se vuole il bene del Club e non solo dei suoi conti. Boban e Maldini, che delusione. Inter tra Rakitic e Matic per gennaio. La Juve vuole Emerson Palmieri. Ranieri-Samp, ci siamo 11.10 - Con il Milan in pieno caos, dalla Cina arriva la notizia di un’inchiesta su mister Yonghong Li. I cinesi, a quanto pare, vogliono sapere come e dove il presunto magnate con gli occhi a mandorla, abbia fatto i soldi per comprare il Milan. Di riffe e di raffa circa un miliardo di euro....

Editoriale DI: Luca Marchetti

Il Milan e i cambiamenti: un’altra ripartenza. La Samp e una scelta complicata 10.10 - Si è presentato Pioli, ma soprattutto hanno parlato nuovamente Gazidis, Maldini e Boban, nella conferenza stampa del loro nuovo allenatore. Le speranze di Pioli, i suoi buoni propositi, il suo modo di porsi e le idee che intende portare fanno sicuramente parte del suo mondo, del...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510