Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Dopo l'indagine Prisma sulla Juventus, ecco il "caso Negreira" che colpisce il Barcellona. Puntualità...SvizzeraTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 23 marzo 2023, 14:03Primo piano
di Vincenzo Marangio
per Bianconeranews.it

Dopo l'indagine Prisma sulla Juventus, ecco il "caso Negreira" che colpisce il Barcellona. Puntualità...Svizzera

Qualche giorno fa vi abbiamo raccontato di quella che è una vera e propria "guerra dei Mondi" nel calcio, interessi economici che si scontrano tra due super potenze: America e Arabia Saudita. Il terreno di scontro è la SuperLega, manifestazione sportiva europea che, presto o tardi, nascerà compiendo un vero e proprio scacco matto all'Uefa di Ceferin

Ecco che, l'unico modo per stroncare sul nascere una manifestazione che avrà tutto il diritto (nel vero senso della parola) di prendere forma, è quello di minarne le basi prima che vengano messe. E le basi hanno un nome preciso e sono i tre club fondatori: Juventus, Barcellona e Real Madrid

Vi sembra quindi un caso che Barcellona e Juventus siano sempre più bersagliate da Ceferin che sta facendo di tutto, appoggiandosi agli amici presidenti delle rispettive federazioni, Tabas (Liga) e Gravina (Serie A), per impedire ai due club di prendere parte alle prossime competizioni europee? 

Il caso è solo il nome che ci sforziamo di dare ad un qualcosa che abbiamo paura a chiamare per quello che è. Ma l'evidenza è sempre più palese, e gli scenari sono sempre più cristallini. La Juventus è in lotta da una stagione intera, tra penalizzazioni pesanti e ingiustificate e intercettazioni illegali apparse sui giornali per destabilizzare ambiente e formare (e fomentare) un tribunale popolare anti juventino, con la Federazione Gioco Calcio e il suo Procuratore Chinè. E che Gravina e il procuratore parlino la stessa lingua è stato chiaro una settimana fa quando il numero uno della FIGC impugnò la decisione del TAR cui la Juventus si era rivolta per avere un documento ritenuto fondamentale per la difesa del club. Una difesa che qualcuno non vuole venga attivata o, perlomeno, vuole osteggiare il più possibile. Perché? Per consegnare una sentenza di colpevolezza all'Uefa e consentire a Ceferin di escludere la Juventus dalle prossime competizioni europee, danneggiandola nell'immagine e nelle tasche a meno che, magari, il club bianconero (ed Elkann in questo caso) non volti le spalle ad Agnelli e al progetto SuperLega. Cosa che non accadrà anche perché l'opposizione della Giustizia ordinaria verrà chiamata in causa dal club bianconero ogni qualvolta la Giustizia sportiva proverà a calpestare i diritti costituzionali della difesa. 

In Spagna, invece, il bersaglio debole tra Barcellona e Real Madrid è il club blaugrana (troppo forte e protetto Perez). E sarebbe anche un colpo di scena niente male quello di vietare ai catalani, prossimi alla vittoria della Liga, la partecipazione alla prossima Uefa Champions League. Ed ecco che, con una puntualità "svizzera" emerge, a campionato in corso, il "caso Negreira". Di cosa si tratta? Negreira è un ex arbitro spagnolo, indagato dall'Agenza delle Entrate spagnola per pagamenti di circa 1.4 milioni di euro da parte del Barcellona (tra il 2016 e il 2018) alla sua società, la Dasnil 95. Lo stesso Negreira che ha assunto il ruolo di vicepresidente della Comissione Tecnica Arbitrale dal 1994 al 2018. Un caso fatto emergere da Tebas (assist) e sfruttato immediatamente da Ceferin (gol) che "ha ritenuto che ci siano argomenti sufficienti per una potenziale violazione del regolamento". Pertanto: "Ai sensi dell'articolo 31, paragrafo 4, del Regolamento disciplinare UEFA, sono stati nominati ispettori incaricati di condurre un'indagine su una potenziale violazione del quadro giuridico UEFA da parte del Barcellona in relazione al cosiddetto "caso Negreira". 

Ed ecco lo scacco che Ceferin, con la probabile complicità di Tebas, vuole fare al Barcellona altro club fondatore della SuperLega

Nel frattempo, in Italia, si registra un altro segnale da seguire con attenzione, le parole del Ministro dello Sport, Andrea Abodi, all'Ansa in merito alla candidatura dell'Italia all'Europeo 2032: "Siamo arrivati quasi alla deadline, ma vogliamo rivedere alcuni aspetti tecnici, ma non da soli, ma con la Federazione perché il dpcm del Governo dovrà contenere elementi che saranno ritenuti dall'UEFA sufficienti per dare affidabilità al dossier di candidatura. Poi si tratta anche dell'UEFA di investire non su un paese già maturo, ma su un grande paese cha ha bisogno di sviluppare gli impianti e gli europei possono rappresentare un acceleratore di questo".

Una canidatura cui l'Italia del calcio tiene molto e che è nelle mani dell'Uefa. Cioè di Ceferin...