Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Altre notizie
Giuntoli a DAZN: "Pogba? Aspettiamo l'ultimo grado di giudizio. Io alla Juve per la mia fede? Vi spiego..."TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom
venerdì 8 dicembre 2023, 20:25Altre notizie
di Matteo Barile
per Bianconeranews.it

Giuntoli a DAZN: "Pogba? Aspettiamo l'ultimo grado di giudizio. Io alla Juve per la mia fede? Vi spiego..."

Cristiano Giuntoli ha parlato ai microfoni di DAZN. Queste sono le parole del Football Director bianconero prima di Juventus-Napoli

"C'è sicuramente una grande emozione nel rivedere giocatori che hanno condiviso otto anni meravigliosi della mia vita. Pogba? Aspettiamo l'ultimo grado di giudizio prima di dire la nostra: ci vogliamo confrontare anche con l'entourage. Kvara e Osimhen? Mi ha fatto piacere rivederli: li ho salutati e poi ognuno è andato per la propria strada. Adesso sono un dirigente della Juventus e sono focalizzato sulla mia squadra. Differenza tra Napoli e Juventus? La Juventus è un club molto seguito nel mondo, quindi c'è molta pressione. Però, noi dobbiamo pensare al presente...Chiesa? Sinceramente si può esprimere sia da seconda punta che da esterno. Con lui possiamo giocare anche un po' storti e credo che Allegri stia utilizzando bene il giocatore. Oggi noi dobbiamo guardare al quarto posto e oggi affrontiamo il Napoli in quello che è uno scontro diretto. Io alla Juve per la mia fede? Quando un professionista pensa di aver dato tutto in una società, va via, a prescindere dalla propria fede calcistica".