Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
LIVE TJ - ALLEGRI a Dazn: "Mai fatto un primo tempo così. Tutti responsabili della prestazione che abbiamo fatto. Dobbiamo lavorare sul campo, chi non è in grado sta fuori""TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 29 gennaio 2023, 17:30Primo piano
di Redazione TuttoJuve
per Tuttojuve.com

LIVE TJ - ALLEGRI a Dazn: "Mai fatto un primo tempo così. Tutti responsabili della prestazione che abbiamo fatto. Dobbiamo lavorare sul campo, chi non è in grado sta fuori""

Massimiliano Allegri risponde alle domande dei colleghi di Dazn: 

Soprattutto nel primo tempo è mancata un po' a tutti la cattiveria, tanti errori tecnici. Come ci si può spiegare una prestazione del genere?
"Credo che un primo tempo così non l'avessimo mai fatto, questo ci deve far riflettere. Poi il secondo è andato meglio, però direi che il primo tempo è quello che bisogna guardare. Bisogna essere tutti responsabili della prestazione che abbiamo fatto".

E' mancata anche la reazione rabbiosa. Può essere che il contraccolpo della penalizzazione si sia fatto sentire oggi?
"Con l'Atalanta è stata una partita particolare, ma io guardo solo i dati, noi abbiamo fatto tre partite e abbiamo fatto un punto, abbiamo subito 10 gol, li abbiamo subiti anche in modo abbastanza facile come quelli di oggi, nonostante il Monza abbia fatto un buon primo tempo, però l'abbiamo facilitato noi, perchè non si può prendere un gol da un fallo laterale. Sono usciti con una facilità disarmante. Su questo noi dobbiamo lavorare. E' vero che io dico che abbiamo fatto 38 punti, però al momento ne abbiamo 23, quindi bisogna essere consapevoli della classifica che abbiamo, purtroppo, in questo momento".

Il Monza ha bloccato Di Maria ed è mancata forse la personalità dietro, nel palleggio dei centrali. Siete stati lenti...
"Abbastanza, parecchio lenti, soprattutto non abbiamo avuto neanche la forza di reazione dopo il gol annullato a loro. Su questo è inutile stare a spiegare il primo tempo. Siamo stati poco reattivi, siamo stati poco cattivi, quindi bisogna rientrare all'interno di quella che è la stagione, perchè prima di Napoli abbiamo fatto tre prestazioni non all'altezze - anche con l'Atalanta abbiamo commesso degli errori e preso tre gol -, soprattutto a livello mentale. Poi le partitenon si devono perdere, ma quando si perdono si devono perdere in altro  modo. Nel secondo tempo c'è stato un atteggiamento completamente diverso".

Ma è sostenibile farla dall'inizio questa partita e non solo nel secondo tempo?
"Magari non per 90 minuti la puoi fare, però neanche farsi infilare a difesa schierata come abbiamo fatto noi. Già abbiamo subito in un paio di situazioni. Su questo bisogna assolutamente lavorare perchè al momento ci entrano dentro troppo facilmente".

Quali fattori esterni incidono in questo atteggiamento a livello mentale?
"Io so solo uan cosa, che noi dobbiamo pensare solo a lavorare sul campo, chi non è in grado di fare questo è normale che stia fuori. Perchè noi abbiamo la Coppa Italia, il campionato.... ma soprattutto dobbiamo fare dei punti perchè ora abbiamo 23 punti. Io ai ragazzi ho sempre detto che abbiamo fatto 38 punti, ma la classifica dice 23, quindi dopo la batosta di oggi è normale che bisogna lavorare su quella classifica lì, che momentaneamente è quella reale. Bisogna farsi u esame di coscienza, pensare e riprendere da domani con serenità, soprattutto con rabbia e cattiveria, perchè giovedì abbiamo una partita dentro o fuori, poi riprendere il campionato".

Coppa Italia ed Europa League diventano prioritarie rispetto al campionato?
"Ma no, non diventano assolutamente prioritarie, tutte le partite... perchè altrimenti entri in un vortice da cui non esci più. noi invece dobbiamo uscire da questo vortice velocemente, abbiamo fatto tre partite, un punto e abbiamo preso dieci gol. E questo non deve più accadere".

Si è entrattenuto con la squadra nello spogliatoio. Ci può dire cosa ha detto al gruppo?
"Ho detto le stesse identiche parole che ho detto a voi in questo momento".

Milik come sta?
"Milik sicuramente avrà qualcosa al flessore perchè in quel gesto li ha sentito un po' tirare. Quindi sicuramente lo avremo fuori. Però recupereremo Vlahovic che sta bene, Kean, nonostante non abbia fatto una buona partita, come tutti all'inizio, però è un giocatore che finora ha fatto gol, che ha delle caratteristiche... quindi i giocatori sono in grado di fare altre prestazioni e altre risultati".

Ha parlato di quota 71, ma meglio non fare calcoli...
"No, in questo momento sono arrabbiato per forza perchè abbiamo perso una partita in casa, non avevamo ancora perso in casa, contro una buona squadra, ma che comunque ha buoni giocatori, ben organizzata, però non possiamo prendere assolutamente quei due gol con quella facilità".