Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Calciomercato
Mangiante: "La partita di mercato su Chiesa è lunga ma la Roma c'è e il primo passo è stato compiuto"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 12 giugno 2024, 15:30Calciomercato
di Marta Salmoiraghi
per Tuttojuve.com

Mangiante: "La partita di mercato su Chiesa è lunga ma la Roma c'è e il primo passo è stato compiuto"

Il giornalista di Sky Sport Angelo Mangiante ha analizzato, sul suo profilo X ufficiale, le voci di mercato che parlano di un concreto e forte interesse della Roma per l'attaccante della Juventus Federico Chiesa.

Ecco le sue parole in merito: "La partita di mercato su #Chiesa è lunga, ma il primo passo è stato compiuto.  La Roma c'è. Un primo passo per illustrare al suo agente la centralità che Federico Chiesa avrebbe nella nuova Roma. È la priorità tecnica di De Rossi. La stessa centralità che non ricoprirebbe nel nuovo corso della Juve con Tiago Motta.  Ramadani ha preso atto di persona  dell'interesse forte della Roma, rappresentata al tavolo della trattativa sia da Ghisolfi che da Lina Souloukou. La Ceo sempre più interfaccia operativa dei Friedkin.  L'operazione ha bisogno di tempo e soldi.  Il tempo è rappresentato dall'Europeo. Vetrina internazionale che il calciatore giustamente vuole sfruttare nel momento in cui si trova sul mercato: a un anno dalla scadenza di un contratto che difficilmente sarà rinnovato.  I soldi sono le risorse che serviranno per pagare il cartellino e l'ingaggio. Operazione onerosa come tutte le operazioni che riguardano un grande calciatore di 26 anni. Risorse economiche che arriveranno fronte Roma da una decina di giocatori non strategici in uscita. Operazioni non facili da finalizzare e che hanno bisogno di tempo. Per questo l'attesa che si sono presi dopo l'incontro nella Capitale fa comodo a tutte le parti in causa. De Rossi è la calamita. Lo aspetta e continua a "spingere".  Gli consegnerebbe le chiavi del motore. Gli direbbe: fai tu, sgasa, accelera, sgomma, divertiti e torna quello che ha fatto sognare tutti nello scorso europeo. La partita è appena cominciata. Sarà lunga, difficile, complicata. Ma non impossibile."