Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Serie A
Caso Juve, Vulpis (vicepres Lega Pro): "Troppi commenti, rispettiamo il lavoro dei magistrati"TUTTOmercatoWEB.com
martedì 6 dicembre 2022, 23:56Serie A
di Ivan Cardia

Caso Juve, Vulpis (vicepres Lega Pro): "Troppi commenti, rispettiamo il lavoro dei magistrati"

Raggiunto da TuttoC, Marcel Vulpis, vicepresidente vicario di Lega Pro con delega al marketing e al commerciale, ha affrontato anche il caso Juventus, società che con la Next Gen disputa anche il campionato di Serie C: "È sotto osservazione da parte di tutti, mi pare che ci siano state diverse dichiarazioni del ministro Abodi sul tema. Non avendo le carte in mano, non posso commentare una vicenda che non possiamo conoscere a fondo. Ma, comunque, credo che lo stile sia importante e che non sia in questo momento fare commenti su un'associata, peraltro affiliata a un club di Lega Serie A. C'è un carico eccessivo di comunicazione sul tema, va rispettato il lavoro della magistratura".

Nell'ambito della stessa discussione politica, si sta parlando della rateizzazione dei debiti fiscali dei club.


"Lo sforzo chiesto ai club durante la pandemia va premiato. Non dimentichiamo la situazione da cui nasce tutto: un Paese totalmente bloccato, a parte pochi settori come trasporti, sanità, alimentari e farmacie. Abbiamo fatto tutti le file chilometriche nei supermercati, si era creato un pathos negativo non banale: non eravamo abituati a una pandemia. Il calcio è stato uno dei pochi elementi placebo per ridare un po' di gioia alle persone. Tutti hanno chiesto allo sport di ripartire: questo ha portato a un aumento esponenziale dei costi, penso anche solo al tema dei tamponi e dei protocolli. Dopo aver chiesto questo sforzo, oggi non si può far finta che non sia successo. No, è successo. E questo è un meteorite di tasse, di cui i 2/3 sono legati a club di Serie A, che però appunto fa parte dello stesso sistema: Non può essere assimilato al famoso Spalmadebiti, quando poi tutti hanno detto che i club ne avevano tratto benefici e poi avevano continuato a fare come volevano. Ora il tema è concreto: i club non hanno pagato quelle tasse perché hanno avuto meno ricavi, altrimenti le avrebbero pagate. Non possiamo dimenticarci di una pandemia, credo che sia giusto aiutare i club con una rateizzazione di cui gli stessi club devono farsi carico. Nel nostro Paese tutto diventa politica e tutto diventa strumentalizzatile: io sono dalla parte dei club, perché hanno un rischio d'impresa, che è normale ci sia, ma durante la pandemia è diventato un rischio di fallimento. Bisogna riconoscere a chi se l'è accollato almeno un occhio di riguardo".


L'intervista integrale a Vulpis su TuttoC.com