Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Calcio estero
Il miglior 2004 al mondo può andarsene a zero: il caso Gavi racconta tutti i guai del BarcellonaTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
martedì 28 marzo 2023, 16:12Calcio estero
di Dimitri Conti

Il miglior 2004 al mondo può andarsene a zero: il caso Gavi racconta tutti i guai del Barcellona

Forse ancora più del pesante caso Negreira (una situazione imputabile comunque alle precedenti presidenze del club) a scuotere il mondo Barcellona e raccontarne alla perfezione i forti disagi e limiti con cui devono convivere i blaugrana guardando a campo e squadra, ci pensa la questione relativa a Pablo Martín Páez Gavira, in arte Gavi, e al suo futuro.

Più di un errore procedurale
Il centrocampista del 2004 recentemente si è adattato a giocare persino in attacco dopo essere cresciuto regista per tutta la trafila e anche nei suoi mesi iniziali di prima squadra in Catalogna: sommerso di riconoscimenti giovanili da ogni parte del globo, è uno dei fiori all'occhiello del nuovo corso di canterani del Barca e adesso rischia di andarsene a costo zero per via di un vizio di forma, di un errore nelle tempistiche, ma soprattutto per i salti acrobatici a livello finanziario cui è costretto ogni giorno il club da mesi a questa parte, da quando le regole del calcio spagnolo si sono fatte più stringenti ed è emersa una clamorosa voragine, e il tutto ben prima della scorsa estate e dell'inizio della sessione di calciomercato.


Ora chi vuole Gavi a zero?
Peccato però che nel frattempo il Barcellona non abbia posto troppi limiti alle proprie mosse in entrata, riuscendo in un modo o nell'altro a far registrare tutti i nuovi innesti, anche grazie all'ausilio di formule particolari (firme post-risoluzione o prestiti con opzioni) e senza aver mai dato l'impressione di aver pensato a nuove politiche. A farne le spese è però adesso il rinnovo di contratto del 18enne Gavi, annunciato pubblicamente ma annullato dalla giustizia sportiva spagnola. Ritorno al vecchio accordo per lui, quindi: con "30 giugno 2023" alla voce "scadenza", inevitabile attirare sciami di golosi. In Inghilterra piace a tutte le più grandi, ora sta iniziando a muoversi pure il colosso tedesco Bayern, desideroso di fare un regalo al nuovo tecnico Tuchel prima possibile. Nella mischia di realtà interessate pure le big italiane (su tutte Juventus e Milan), tutte inevitabilmente in secondo piano rispetto alla concorrenza.