Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Serie A
Barcellona, Deco lavora per il prossimo anno. Con un collaboratore d'eccezioneTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 29 febbraio 2024, 18:02Serie A
di Andrea Losapio

Barcellona, Deco lavora per il prossimo anno. Con un collaboratore d'eccezione

Deco sta cercando un modo per rendere più forte il Barcellona dell'anno prossimo. Il dirigente portoghese deve fronteggiare alcune unità di crisi, in particolare la scelta del nuovo allenatore dopo l'addio di Xavi Hernandez, che ha già ufficializzato l'addio alla fine della stagione. Così se è vero che sono stati proposti tantissimi nomi - in particolare quello di De Zerbi appare molto in voga, soprattutto dal punto di vista mediatico - molto dipenderà anche dall'eventuale budget che verrà messo a disposizione. Anche perché, oltre a Deco, c'è una figura che appare avere preso molto potere negli ingranaggi del club blaugrana, in virtù dei tantissimi affari fatti nel corso delle stagioni.

Il collaboratore d'eccezione risponde al nome di Jorge Mendes. Il superagente portoghese sta riuscendo a far firmare per Gestifute, la sua agenzia, molti dei giovanissimi fra Barça B e cantera, sempre florida dal punto di vista dei grandi nomi. Ma aiuterà quasi certamente anche il mercato della prima squadra, come fatto con il Paris Saint Germain (direttore sportivo Campos...) nella scorsa estate. Con una difficoltà in più: il Barcellona sta vivendo un momento nero nella sua storia economica e il risanamento del club non è ancora del tutto completato. Servirà probabilmente tenere duro un altro anno per poi rivedere al top le finanze, grazie al Camp Nou sempre pieno.


L'anno scorso gli utili erano stati 304, ma i debiti erano ancora a 552 milioni. Il patrimonio netto è a -351 milioni. È chiaro che questa stagione aiuterà a ritornare più o meno con la barra dritta. Poi dal prossimo anno le spese potranno tornare a essere alte, se non altissime. Anche perché il Barça ha fatturato 1,2 miliardi di dollari nella scorsa annata.

Certo è che per un'annata al risparmio e con Mendes come agente, la scelta dell'allenatore appare non semplice. Ma, come scritto nelle settimane scorse, Mourinho è un nome tutt'altro che da scartare.