Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / lazio / Esclusive
Lazialità | Ledesma: "Peruzzi è stato immenso. Vi svelo degli aneddoti... "TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano
martedì 4 ottobre 2022, 07:20Esclusive
di Ludovica Lamboglia
per Lalaziosiamonoi.it

Lazialità | Ledesma: "Peruzzi è stato immenso. Vi svelo degli aneddoti... "

Torna la magia, i ricordi, gli aneddoti e dei retroscena sensazionali con Cristian Ledesma a capo di questo vortice di emozioni. L'ex capitano della Lazio ha trascorso nove anni di fedeltà, vestendo la maglia biancoceleste per la bellezza di 318 volte con14 gol messi a segno e alzando al cielo persino tre trofei. Ledesma oggi ha l'opportunità di raccontarsi ai microfoni di Lazialità in Tv, la trasmissione fa il suo esordio con il suo ex capitano tra gli intervistati. E così, tra un sospiro, un ricordo e un'emozione ancora viva ha dichiarato: "La stampa del laziale è che non facciamo in tempo a goderci la vittoria che già siamo preoccupati.  Vedendo la partita penso di vedere e sentire che non viene risaltato il gioco della Lazio e anche che non subisce tanti i gol. Credo che i giocatori si divertano dentro al campo. Se fatichino? Anche, mi dà rabbia che non venga risaltato questo. Cataldi sta crescendo molto, sta facendo benissimo anche questo non viene evidenziato. Con Marchetti non ci vedevamo da una vita, lui ha dato il via a mio figlio, Daniel ha iniziato a fare il portiere a 6 anni ispirandosi a lui”.

PORTIERE – “Cosa provavo con Marchetti? Ha fatto cose straordinarie in quegli anni, per noi era una sicurezza non solo la domenica. C’erano dei momenti in cui in allenamento non si riusciva a far gol, era una bestia".

ANEDDOTO - "Perché a fine primo tempo si tolgono gli scarpini? Per rilassarci e non stancare i piedi. C’è chi si abbassa i calzini, chi si leva la maglia, anche io lo facevo" E poi, in merito al video motivazionale mandato dalle famiglie mandato prima della partita del 26 maggio, Ledesma ha aggiunto: "Io guardavo i miei compagni e guardandogli negli occhi sapevo che l’avremmo vinta. Vedendo la squadra sapevo che era nostra, abbiamo vissuto momenti davvero intensi. C’erano le nostre famiglie, insomma, prima di uscire dal raduno e vedere i volti delle nostre famiglie ci ha fatto emozionare".

PROVEDEL - "Provedel è arrivato alla fine del mercato, ma penso che se Sarri lo avesse avuto da più tempo, un po' prima, avrebbe scelto comunque Provedel. Finché sta così, io non lo cambierei".

RIGORI - "Io cercavo sempre di tirare e di incrociare alto, ma dopo un po’ ti vedono e devi cambiare per non dare punti di riferimento":

ALLENATORE - "E’ importane capire il materiale che hai, se sai che si è forti nel palleggio, l’allenatore punta ad allenare lì. Va allenato e provato. Biava e Dias un altro calcio. Fede mi piace, deve giocare un altro anno per me. Se tornassi in Argentina da allenatore? Non credo, a 14 anni sono andato via da casa, 17 dall’Argentina, ho più anni qui che lì. Sono andato via da piccolissimo, sono cresciuto qui. Lì sono tornato solo in vacanza. Non è semplice allenare lì, non ti fanno crescere questa fantasia sentendo molte cose."

PERUZZI - "L'ho vissuto pochissimo ma la sua importanza era ed è stata immensa. Mi è dispiaciuto giocare poco con lui, avrei voluto passare più tempo con Angelo".

Pubblicato il 3/10